19 giu 2010

Sperimentazione biglietto Amat sms: si comincia il 21 Giugno


Partirà il 21 Giugno la sperimentazione del biglietto bus sms.L’Amat e l’azienda che si occuperà del servizio ci ha infatti inviato il seguente comunicato stampa:

Dal prossimo lunedì parte la sperimentazione per il pagamento del titolo di viaggio attraverso un semplice messaggio telefonico (sms). Il sistema, che utilizza il canale della telefonia mobile, è molto semplice e sarà testato da oltre un centinaio di utenti che utilizzano frequentemente l’autobus per spostarsi in città. Ad ognuno è stata consegnata una card numerata, che funge da borsellino elettronico ricaricabile gestito con modalità a deconto, con accreditati gratuitamente 13 euro, il corrispettivo di 10 biglietti ordinari. Al momento di salire a bordo del bus, il cliente dovrà chiamare dal suo telefonino un numero gratuito che risulterà occupato. Nell’arco di qualche secondo, il sistema invierà un sms all’apparecchio dell’utente per attestare il pagamento del biglietto e comunicare il credito residuo.
La verifica dell’avvenuto pagamento, da parte del personale Amat, avverrà mediante il controllo incrociato dei dati riportati sulla card e sull’sms. La sperimentazione partirà lunedì, durerà un mese e non comporterà alcun costo per l’azienda. Grazie alla collaborazione tra l’Amat, Mobilita Palermo e Rosalio, due blog palermitani, sono stati selezionate e raccolte oltre 100 adesioni di clienti abituali che parteciperanno al progetto pilota. “Gli utenti che utilizzeranno questa promozione, completamente gratuita per l’azienda e per il cliente, ci forniranno le indicazioni per misurare il gradim ento del servizio – afferma Mario Bellavista, presidente dell’Amat -. Utilizzeremo il progetto sperimentale anche per il pagamento dei parcheggi. La tecnologia applicata al pagamento del biglietto può essere un valido mezzo per risparmiare sul costo della stampa e della carta pregiata utilizzata per creare i biglietti”.

 

Al test parteciperà anche lo staff di MobilitaPalermo. Durante il periodo di prova, apriremo degli spazi di discussione in cui ciascuno di noi riporterà la propria esperienza, criticità riscontrate e proposte al fine di poter migliorare il servizio.


amatautobus palermobus amatbus palermosperimentazione biglietto elettronico palermosperimentazione biglietto sms amat

9 commenti per “Sperimentazione biglietto Amat sms: si comincia il 21 Giugno
  • gabry28 40
    24 giu 2010 alle 14:11

    ciao a tutti!vedo ke ancora non è stato inserito nessun nuovo posto quindi scrivo qui. Oggi ho utilizzato x la prima volta la card ma nn sono saliti i controllori quindi al momento nn vi so dire nulla. Cmq è veramente molto comodo salire sull’autobus, sedersi se c’è posto e mandare tranquillamente l’sms senza star li nella calca x timbrare il biglietto o mettersi a cercare 1 penna qnd la macchinetta non funziona.Qualcuno di voi ha avuto modo di constatare con i controllori??

  • antony977 165953
    24 giu 2010 alle 15:47

    nemmeno io controllori.Solo la prima giornata di sperimentazione, coi giornalsiti abbiamo dovuto attendere ben 5 bus per beccarne un paio

  • Otto Mohr 47
    24 giu 2010 alle 17:30

    E nemmeno io ho trovato controllori…la cosa che non quadra però è che a me quando chiamo il numero, dopo 8 sec mi arriva il messaggio, mentre alla mia ragazza, che ha ritirato la card insieme a me, non arriva assolutamente nulla…e addrittura non le è neppure arrivato il messaggio di benvenuto. E’ da escludere pure che abbiano sbagliato a tracrivere il numero perchè qualche giorno prima l’avevano contatta quelli del gds.
    Cmq sta di fatto che non le funziona e non ho idea di come si possa risolvere il problema, oltre che andare nel posto dove si è ritirata la card e perdere una mattinata intera.

  • gabry28 40
    24 giu 2010 alle 20:20

    si visto ke i controllori scarseggiano sarà un pò difficile capire come funziona il servizio da qst punto di vista.strano che alla tua ragazza nn arriva il messaggio,forse la card nn è attiva.andate li dove l’abbiamo ritirata e vedete cosa vi dicono.

  • Andrea I 0
    25 giu 2010 alle 15:11

    @Otto Mohr Salve sono del supporto tecnico di STS, la società che gestisce la sperimentazione. Anzitutto mi scuso per questi piccoli disagi, ma sono i primi giorni di una sperimentazione, quindi qualche piccolo inconveniente può capitare. Per qualsiasi problema puoi telefonarci al numero verde 800671999 dalle 16 alle 19 o inviarci una mail a sperimentazione_bus@stservizi.com, saremo felici di occuparci del tuo problema. Noi comunque stiamo lavorando per migliorare il servizio e terminare con successo la sperimentazione.

  • dcirri 30
    28 giu 2010 alle 8:28

    Ho utilizzato il biglietto elettronico un paio di volte senza avere nessun problema. Chiamata, arrivo sms…tutto perfetto. Certo oltre a scarseggiare i controllori (neanche io li ho trovati) …cominciano a scarseggiare anche gli autobus!
    Mi è capitato che in autobus persone parlassero di questo nuovo servizio e di confrontarmi con loro…sembra che, almeno i più giovani (ma nemmeno troppo), siano interessati a questo nuovo modo di fare il biglietto; penso che se attivato riscontrerà un certo successo..

  • gabry28 40
    02 lug 2010 alle 15:52

    ciao a tutti! oggi ho terminato il credito della mia carta.qst settimana ho dovuto utilizzare l’autobus tutti i gg e il credito si è esaurito.Dei controllori nemmeno l’ombra.Cìerano solo oggi sul 101 ma nn mi hanno chiesto il biglietto xkè l’autobus era troppo pieno quindi nn hanno controllato tutti.ero curiosa di sapere se sono informati a dovere su qst sperimentazione.Cmq io mi sono trovata bene.è molto comodo l’uso della card.Certo in qst gg pensavo una cosa:diligentemente appena saliamo sull’autobus dovremmo chiamare il numero. Ma io posso anche pensare di chiamarlo solo nel caso in cui ci siano i controllori e viaggiare gratis…Come si potrebbe risolvere qst inconveniente?voi cosa ne pensate?

  • R.I. 0
    22 lug 2010 alle 13:38

    Gabry ha ragione… questo sistema non può funzionare a palermo! Invece potrebbe funzionare al posto di ztl e targhe alterne: nei giorni feriali si potrebbe inviare un sms se si decide di prendere la macchina, ovviando al problema che questa potrebbe realmente servire nei giorni in cui non puoi usarla e non servire negli altri, razionalizzando un pò la cosa. Magari se il servizio fosse a pagamento la macchina la si prenderebbe soltanto se necessario (magari soltanto dopo un giusto numero di circolazioni gratuite: vogliamo ridurre traffico e smog non lucrare sulle necessità vere della gente).


Lascia un Commento