04 giu 2010

PFP Cardillo-Tommaso Natale: prossime variazioni stradali


Sono prossime nuove variazioni stradali presso le aree del Passante Ferroviario, ed in particolare in zona Cardillo e Tommaso Natale.

Più precisamente le aree di transito presso i passaggi a livello a Crocetta e Marinella, saranno ridotte ad unica corsia, regolamentata  a senso unico alternato tramite impianto semaforico.Il tutto in prossimità dei rispettivi passaggi a livello.

Tali operazioni  per consentire la costruzione degli ulteriori tratti  di soletta della futura galleria e contestualmente la predisposizione per la deviata provvisoria. (di cui abbiamo già parlato in precedenza). Ciò eviterà  la chiusura totale delle 2 strade ovvero la via Tommaso Natale e la via Partanna Mondello; l’ordinanza già emanata, avrà validità entro il  22/11/2010.

Cade pertanto un’altra bugia ( l’ennesima dall’ennesimo…) con la quale si profetizzava la chiusura contemporanea di ben 3 p.l. causa costruzione deviata provvisoria e lasciando così solo una via di accesso al centro abitato di Tommaso Natale.

Vi terremo aggiornati sulle date esatte.


comitato cardillopassaggio a livello crocellapassanfe ferroviario palermopassante ferroviario cardillopassante ferroviario tommaso natalevia partanna mondellovia tommaso natale

Articolo successivo

8 commenti per “PFP Cardillo-Tommaso Natale: prossime variazioni stradali
  • Amo_Palermo 161
    04 giu 2010 alle 9:08

    Come no, tanto il comune e la regione navigano nell’oro, lo stato centrale poi non ne parliamo…
    Su e-polis oggi c’è un trafiletto sul “sopralluogo” di ieri.
    Uno dei politici assertori dell’interramento sostiene che “Il Governo deve garantire la copertura finanziaria per realizzare i lavori di interramento del passante ferroviario e salvaguardare l’incolumità dei cittadini”.
    Ma che c’entra l’incolumità?
    L’assessore comunale all’ambiente candidamente si dichiara possibilista, basta che i soldi ce li metta qualcun altro… (Inteso come ministero delle infrastrutture che, oltre a tirare fuori i 125 milioni di euro per la variante tra Notarbartolo e san Lorenzo ne dovrebbe trovare altri 65 per questo tratto)

    MAH!!!

  • Metropolitano 3205
    04 giu 2010 alle 11:58

    Che poi le cose sono diverse: mentre da Notarbartolo a San Lorenzo i lavori non sono ancora partiti per cui una variante è stata già proposta visto che il tempo c’era, riguardo la zona Cardillo e Tommaso Natale a quanto pare i lavori sono iniziati da tempo e sono in fase avanzata, giusto ?
    Quindi significherebbe disfare tutto e rifarla in variante !? Non credete che ciò sarebbe un vero e proprio spreco di risorse materiali di denaro e di tempo? A parte che non credo proprio che lo stato li darà questi 65 milioni di euro, ergo buonanotte ai suonatori !

  • rujari81 224
    04 giu 2010 alle 14:24

    la cosa strane è che a questo ennesimo sit-in del comitato del no,era nuovamente presente capogruppo Idv Fabrizio Ferrandelli,nonostante al tavolo tecnico di villa trabia sembrava che avesse capito che non ci srà nessuna emarginazione del quartiere e che si farà la nuova maxi strada..anzi..nell’articolo di epolis non si mensiona per niente quest’ultima opera sottolineando nuovamente la chiusura contemporanea di via minutillla e via costantino..e per finire l’assessore comunale all’ambiente, Mario Parlavecchio ha detto:”L’unico problema ostativo rimarrebbe quello legato ai 60 milioni. Se il ministero dovesse finanziare la variante, come Comune non ci opporremmo”…come dire:se i picciuli i niescino l’avutri…

  • tasman sea 20
    04 giu 2010 alle 14:34

    ma questo interramento costa quasi quanto la metro leggera automatica…
    scusate, non si può fare cambio?
    o fare un bell’interramento della circonvallazione e del foro italico?
    o la nuova tangenziale?
    o dare questi soldi a cammarata perché se ne vada?

  • antony977 165912
    04 giu 2010 alle 14:53

    @Rujari81, abbiamo precedentemente riportato in fede le parole del cons. Ferrandelli.
    La quale fra l’altro sosteneva che se l’operazione avesse comportato una notevole spesa economica e un lungo stop, si prodigherà a dire “signori miei, abbiamo scherzato…”
    Detto ciò, non aggiungo nient’altro…. :D

  • blackmorpheus 54519
    08 giu 2010 alle 18:46

    @emmegi

    l’importante è che ci sia specificato “una soluzione che garantisca la non interruzione dei lavori”. Poi quello che vogliono dire dicono


Lascia un Commento