22 mag 2010

Parcheggiatore abusivo: il racconto diretto di un arresto


Arriva finalmente una delle prime esperienze positive di contrasto al fenomeno dei parcheggiatori abusivi. L’utente ci descrive di seguito la sua vicenda, nella speranza di smuovere le coscienze dei concittadini a emularlo:

Questa mattina mi sono recato in via Archirafi con la mia auto e come capita a tutti quelli che si recano nelle vicinanze ho cominciato a cercare parcheggio… è bastato un solo minuto per trovare parcheggio in Via Antonio Ugo (l’avete presente quella via alle spalle di via Archirafi che assomiglia molto ad una piazza e nella quale si trovano tantissime macchine?).

Il problema, tuttavia, è che, oltre a trovarci le macchine, ci si trovano anche i parcheggiatori abusivi e così, una volta parcheggiato, si è subito avvicinato uno di questi tizi. La sua richiesta iniziale era quella di parcheggiare meglio la mia macchina perchè, a suo dire, era troppo “larga“…io come è giusto che facessi gli ho risposto semplicemente lasciandolo sbattere, cominciando ad andarmene…allora il tizio mi ha chiesto se almeno gli potevo lasciare un caffè, trovando sempre una porta chiusa.

 Appena però ha cominciato a minacciarmi dicendomi che dovevo andarmene perchè altrimenti mi avrebbe danneggiato il cofano, scusate ma sono andato su tutte le furie cominciando a tal punto a dirgli che era lui a doversene andare perchè altrmenti avrei chiamato la polizia….dopo aver perso circa un minuto per poter accendere il motore perchè quello non mi faceva addirittura chiudere la portiera, dicendomi che non mi avrebbe fatto andare se non lo pagavo, sono riuscito ad andarmene e fu allora che chiamai la polizia…

 Dopo avere descritto il tizio alla centralinista sono andato sul luogo ad aspettare una volante che era stata mandata in mio soccorso, notando, tuttavia, che la vigliaccheria del tizio dal fare mafioso lo aveva portato al punto di temere un comune cittadino, cosicchè non lo vidi più nelle vicinanze. Dopo una mezzoretta giunge finalmente la volante di poliziotti (a questo punto tengo a osservare che i poliziotti si sono scusati del ritardo, causato probabilmente dal numero ormai esiguo di volanti in circolazione) che mi hanno subito detto se avevo o meno l’intenzione di denunciare il tizio che aveva tentato di estorcermi il denaro, perchè solo in questo modo lo avrebbero potuto arrestare…ho risposto di si!

Il problema però era che il tizio si era dileguato, sicchè mi sono messo insieme a loro a cercare nelle viuzze vicine, finche non mi è sembrato di vedere un tizio che gli assomigliava…mi avvicino e l’ignobile, bassino e con la panza, si era camuffato, cambiandosi la maglietta, levandosi il cappellino e cambiando addirittura la voce…sono stato così preso di sprovvista, venendomi a mancare la sicurezza che era realmente lui. Come è giusto che fosse non me la sono sentita di incolpare una persona di cui non ero sicuro e ho detto quindi ai polizziotti che era probabilmente lui, ma era così talmente bene camuffato di modo da non saperlo più riconoscere in quella situazione.

Fatto ciò mi è stato suggerito di allontanarmi e che per il momento restavano loro a pattugliare la zona. Mezz’ora dopo però il cellulare finalmente suonò: erano i poliziotti che mi comunicavano che il tizio si era rimesso i vestiti che gli avevo prima comunicato e che aveva ripreso la sua postazione…non so perchè ma in quel momento non avevo paura, ma solo gioia sia di fargliela pagare, sia che i poliziotti avevano li aspettatto per poterlo cogliere nel sacco…. Mi reco quindi sul luogo e DENUNCIO quel tizio per TENTATA ESTORSIONE!!!! Ringrazio i poliziotti per il supporto che mi hanno dato, ma allo stesso tempo tengo a sottolineare che mi è stato da loro stessi detto che si farà al più una notte in carcere perchè domani mattina sarà di nuovo fuori.


parcheggiatori abusivipoliziavia archirafi

60 commenti per “Parcheggiatore abusivo: il racconto diretto di un arresto

Comment navigation

  • sempriunacinne 91
    24 mag 2010 alle 21:23

    hai tutta la mia ammirazione per sia per il gesto che per la determinazione.
    Bisogna sempre denunciare!!! anche per un’ora di galera!!!
    E’ UNA ESTORSIONE!!! UN REATO!!! NON DIMENTICHIAMOCELO…
    E NON BISOGNA AVERE PAURA!!! …caro Claudio…
    non ti parare il culo con la mancanza di educazione…
    forse ti manca qualcos’altro…

    Sono d’accordo ad una proposta di legge per mandare in galera certa gente e pulire le NOSTRE strade…
    facciamo una petizione controfirmata.

  • Claudio 0
    25 mag 2010 alle 22:50

    Caro sempriunacinne t’assicuro che non mi mancano le palle (è questo che volevi scrivere ma forse ti mancano per scriverlo) non mi mancano affatto. Tante ne ho che in questa discussione sono andato contro corrente per dire quello che penso. Se la finisci di dire cose inutili è meglio, tanto per cominciare non si perderebbe tempo a risponderti.
    Ho anche scritto nel mio post che NON SONO A FAVORE DEL PIZZO DEL POSTEGGIO ma sono anche realista e, come ben sapete tutti, le forze dell’ordine “fanno spallucce” quando si accenna al problema.
    Allora cosa fare? Proponevo, tanto per cominciare, di non istigare simili mafiosetti alla violenza e NON PER MANCANZA DI PALLE MA PER FURBIZIA. Non serve a niente e queste persone rispondono alla violenza molto meglio di noi (qualcuno ne dubita forse?). Se poi si subisce estorsione sono cavoli perchè, naturalmente, bisogna chiamare le forze dell’ordine ma il giorno dopo il posteggiatore sarà operativo al “suo” (è tra virgolette) posto. E se quel posto è casa vostra, la sede del vostro ufficio, ecc… che fate? GLI SPARATE? Non siamo nel FARWEST!
    Certo una petizione potrebbe essere una soluzione intelligente.
    Però vi accanite contro gli abusivi, ed è giusto ma in tema di posteggio parlerei di anche del “PIZZO LEGALIZZATO DEL POSTEGGIO” (zone BLU). Lasciamo perdere, non è argomento del post.
    Mi dilungo per portarvi un esempio DI FOLLIA, UN PARCHEGGIATORE ABUSIVO UTILE (dai, lo so, state pensando io sia completamente fuori di testa). Vi invito a recarvi al Policlinico di Palermo alle 9 di mattina. Il comune non ha pensato a dotare l’ospedale, dall’altissimo indotto, di parcheggio sufficientemente ampio ad esaurire la richiesta. Io spesso mi reco a lavorare in quell’ospedale e l’unico modo per posteggiare è lasciare l’auto, con le chiavi e tutto il suo contenuto (navigatore sat., CD, stereo, ecc…) al posteggiatore abusivo che non solo la parcheggia quando si libera il posto adatto ma me la fa trovare intatta, con tutto il suo contenuto e tiene lontano gli ispettori AMAT (quelli che fanno le multe nei posteggi BLU) dalla zona impedendo loro di ultarmi (35 EURO). Non solo…mi evitano tanto stress per 1 EURO (contro una media di 3 per le ore di tagliandi”legali” che mi servirebbero…se non è conveniente…). Del servizio se ne servono medici, infermieri, personale dell’ospedale in genere, io, colleghi miei, colleghi di altre aziende del settore, parenti degenti E NESSUNO SI E’ MAI LAMENTATO O A PRESO DISCUSSIONI…forse perchè è utile? In questo caso specifico il posteggiatore colma una mancanza GRAVE del comune di Palermo. Naturalmente è solo un esempio positivo tra tanti negativi ma è per dire di non fare di tutta l’erba un fascio.
    In conclusione, secondo me è il targhet che è sbagliato. E’ naturale che i posteggiatori non ci dovrebbero stare e allora perchè le forze dell’ordine non intervengono? Perchè è inutile? E perchè è inutile? Ponendosi queste domande si finirebbe per parlare di dirigenti e politici, lo sapete bene. IO CON QUESTI M’INCAZZO!!!

  • blackmorpheus 54519
    26 mag 2010 alle 7:59

    @Claudio

    il tuo ragionamento incosciamente legittima un’attività illegale. Tu hai fatto l’esempio del “parcheggiatore utile”…ma anche in questo caso non te la posso appoggiare. La legge non fa distinzioni tra utile e inutile, è questo che molti palermitani non capiscono. La legge esiste per tutelare i cittadini, e se un parcheggiatore abusivo non può effettuare questo servizio illecito il motivo c’è! Il fatto che ti torni utile in una situazione che fa comodo a te, dovrebbe farti riflettere sul fatto che ragioniamo sempre in ottica personale. Ma ti sei mai chiesto la sua attività chi va invece a danneggiare? Questa gente non paga tasse e guadagna un pozzo di soldi, mentre i laureati non hanno dove andare e tirano a campare. Questa gente va ad ingrassare la mafia, e il più delle volte sono loro stessi mafiosi. Ora perché ne hai trovato uno su un milione che per pura casualità fa un servizio che torna pure utile, non giustifica nulla. Il problema dei parcheggiatori abusivi è serio, soprattutto perché mette a rischio l’incolumità dei cittadini e delle loro auto. E’ un fenomeno mafioso, ormai neanche tanto celato. Prima si usavano le buone maniere, si chiedeva “un caffè” per gentilezza. Ora si è passati alle intimidazioni, estorsioni e richiesta di somme di denaro sempre più ingenti. Se dovessimo pagare uno di questi pezzenti ogni volta che prendiamo la macchina, ti accorgeresti che in una settimana 10 euro li andresti a spendere solo per loro. Ma stiamo scherzando?

    Tra l’altro ancora non capisco come fai ad etichettare come “provocazione” il gesto di questo ragazzo che secondo me è stato EROICO, perché ci vuole coraggio anche a sfidare un mafioso. Lui infatti non gli ha risposto male, semplicemente lo ha ignorato come è giusto che sia. Se provi a rispondere o giustificarti, scendi al suo livello e legittimi la sua richiesta, e questo ti provocherà solo noie, perché così gli dai la scusa per cominciare a fare il mafioso.

    Il fatto che Palermo sia invasa dalle striscie blu è un altro problema, sicuramente ingiusto. Le strisce blu sono un vero e proprio salasso ai danni dei cittadini, ma finché non si passa alle vie legali non verranno debellate. Il che significa che le strisce blu si DEVONO PAGARE, perché la legge te lo impone. Ora non importa che una legge sia giusta o meno, se si può fare ricorso lo si faccia, ma se nessuno ha la voglia di imbattersi in noie burocratiche, allora il problema resta. Ma l’idea di essere tolleranti verso l’illegalità, solo perché torna utile al nostro orticello, è totalmente sbagliata…ed è proprio questo il meccanismo che dobbiamo eliminare. Perché se ognuno ragiona per sè, come si è sempre fatto, non si raggiungerà mai l’interesse di tutti. Le leggi servono proprio a questo, a tutelarci tutti allo stesso modo

  • Claudio 0
    26 mag 2010 alle 14:38

    L’illecito prende piede quando non si fa niente per evitarlo e qui i cittadini non possono farci molto…DOVREBBERO PENSARCI LE ISTITUZIONI LOCALI (per questo io propongo di aggiustare il targhet). Per riprendere il mio esempio: all’ospedale Civico ci sono ampie aree di sosta a pagamento e nessun posteggiatore. Quando ho un’alternativa legale (anche se più costosa) io la scelgo. Ma quando non c’è?
    Poi, non per giudicare male, ma io, quando non do soldi ai posteggiatori (SPESSO) non li ignoro. Anzi li vado a cercare e loro, tutti contenti perchè si aspettano la moneta, ci rimangono malissimo quando dico loro:”Guarda, qui c’è già da pagare il tagliando qiundi non vedo il motivo di dare soldi anche a te.”, allargo le braccia con un mezzo sorriso, e me ne vado. Ottengo lo stesso risultato con educazione e senza fare casini dato che queste persone, se le affronti alla fine ti lasciano stare in pace. Se le ignori loro, da scemi, pensano tu sia un vigliacco e ti prendono sopra.
    Allora…CHI E’ L’EROE? Chi quasi scappa cercando di non farsi sgamare o chi gliela dice in faccia a queste persone?
    Un’ultima cosa. Tu scrivi che le leggi servono a tutelare le persone tutte allo stesso modo. In linea puramente teorica hai perfettamente ragione. Di fatto in Italia, purtroppo, non è assolutamente cosi. Comunque, hai ragione, la legge è legge. Però, ripeto, devono pensarci le istituzioni che paghiamo a farla rispettare.

  • blackmorpheus 54519
    26 mag 2010 alle 14:48

    @Claudio

    non condivido A-S-S-O-L-U-T-A-M-E-N-T-E! Intanto il fatto che “dovrebbero pensarci le istituzioni” è una scusa, perché è proprio con questa frase che moltissimi palermitani liquidano le loro responsabilità. Noi in quanto cittadini abbiamo dei doveri, indipendentemente dalla feccia che ci governa. Il nostro dovere è rispettare la legge e agire con senso civico. Il fatto di scaricare tutto sulle istituzioni è una facile scappatoia per poter dire appunto che “noi non ci possiamo fare niente”. Non è vero! Noi coi ragazzi di questo sito abbiamo fatto grandi cose, e abbiamo dimostrato alla città che esiste un altro punto di vista, una Palermo che non le vuole ste stronzate. Quel ragazzo è un eroe perché col suo silenzio ha fatto capire al parcheggiatore che lui non è il padrone di niente e non conta un cazzo in quella strada. E’ un coraggio dettato da grandissima dignità. Noi puntiamo all’Europa, non ci vogliamo rassegnare a questa realtà schifosa. E come lo facciamo noi, lo fanno centinaia di associazioni a Palermo che per fortuna non la pensano così. Poi il tuo discorso sull’educazione per me non ha molto senso sinceramente…tu andando dal posteggiatore e assumendo gentilezza, legittimi la sua attività. Puoi girarla come vuoi, ma LEGITTIMI LA SUA ATTIVITA’. Tu puoi andare a dare spiegazioni a un tutore della legge, non certo a uno che campa alle spalle dello stato e che estorce denaro ai cittadini. E’ come se un ladro entra in casa tua e gli spieghi che state traslocando quindi non c’è molto da rubare al momento…ti rendi conto? Il mezzo sorriso, la complicità con il parcheggiatore, sono tutte cose sbagliatissime. Loro devono capire che infrangono la legge, e che non si possono permettere di assumere atteggiamenti mafiosi. Finché ci sarà gente che gli fa i “sorrisini”, gli risponde intimorita o gli spiega le cose come se quello che facessero è normalissimo…continueranno a farlo perché sanno ceh non hanno nulla da temere, e che anzi vengono considerati i padroni della strada, quando invece non lo sono per niente. Non ve ne rendete conto, ma questa è complicità…e lo dico senza alcuna polemica perché purtroppo fa parte della nostra cultura da troppo tempo, l’abbiamo metabolizzato questo genere di atteggiamenti. Tu sbagli, sbagli per tutti i motivi che ti ho elencato. Tutti conosciamo il disagio sociale e la povertà in questa città, ma questa non è una giustificazione per tollerare l’illegalità. Dobbiamo remare controcorrente se vogliamo avere speranze, altrimenti saremo sempre punto e a capo, annullando gli sforzi di chi questa città ci prova a cambiarla davvero

  • sempriunacinne 91
    26 mag 2010 alle 23:09

    caro claudio non voglio fare nessuna polemica… anche se rimango della mia idea… non mi interessa e non è produttivo per il forum.

    Blackmorpheus ti ha dato una risposta molto ma molto importante…
    direi una lezione di vita e dovrebbe far riflettere te e tutti quelli che la pensano come te…

    Black vorrei avere il piacere di conoscerti di persona,
    ti offro un bel caffè!!
    mi trovi a PiazzaItalia dentro il Forum,
    chiedi del direttore.

  • mansell 48
    27 mag 2010 alle 0:52

    A proposito di posteggiatori, volevo segnalare una cosa fantastica avvistata oggi… al lidl nuovo, quello di via ugo la malfa, sono presenti due impiegati, in divisa di security, che regolano il traffico dei posteggi e svolgono l’attività in maniera professionale, precisa e soprattutto legale =) si tengono addirittura aggiornati via radio sui posti disponibili.. non ci volevo credere =)

  • Claudio 0
    27 mag 2010 alle 2:58

    @ Blackmorpheus
    Scusate ma state scherzando? Io lavoro e pago tasse per ricevere dei servizi tra i quali è inclusa la giustizia in tutte le sue forme. Cari non è una scappatoia…SI DEVE PRETENDERE CHE CI PENSINO LE ISTITUZIONI. Noi possiamo limitarci a segnalare degli abusi e basta perchè noi, ti piaccia o no, non siamo la legge.
    Seconda cosa: Io leggittimerei l’attività del posteggiatore dicendogli con gentilezza :”Non vedo perchè devo darti del danaro…”? Forse è il contrario. La differenza è che glielo dico in faccia..con un sorriso per giunta.
    Poi tu dici che punti all’Europa e vuoi cambiare questa città. GIUSTISSIMO ma, ripeto, è la classe dirigente che non và. Se vuoi giocare secondo regole legali devi vivere in uno stato dove regni la legalità e, se non è così, devi cercare d’ottenere legalità. Vuoi, ad esempio, debellare il fenomeno dei posteggiatori abusivi? Ok, devi partire alla radice del problema. Falli arrestare chiamando il 113. Chiami la polizia e fa spallucce? Si vede che non hanno strumenti per ottenere quello che vuoi tu. Cerca di capire quali strumenti manchino e impegnati a risolvere questo problema che, ammetterai, è di ordine superiore e, se risolto, risolve anche il problema a monte (i posteggiatori abusivi appunto).
    Quando ne ho occasione m’impegno in questa direzione quindi non venirmi a fare la lezione sul senso civico… io credo d’averne abbastanza. Poi si possono avere anche opinioni diverse (io mi concentrerei sull’apice della piramide dei problemi mentre voi partireste dalla base) ma alla fine vogliamo tutti la stessa cosa. Semplicemente la pensiamo diversamente sulla strategia d’azione.

  • Claudio 0
    27 mag 2010 alle 3:09

    @Sempreunacinne

    Tu scrivi che mi vengono date lezioni di vita. Parli di una mia mancanza di palle.
    Mi sono messo, di mia spontanea volontà, a dibattere su questo forum sapendo di essere controcorrente e che avrei ricevuto la disapprovazione di molti (se non tutti). Ma l’ho fatto perchè credo nel dialogo. Ma, caro SEMPREUNACINNE, non pensi io meriti più rispetto almeno per questo? Sai cosa penso io? Che sei una persona che ha poco da dire e che sa solo criticare pesantemente nascondendosi dientro ad un folto gregge. In ultima analisi credo sia tu il codardo che più abbia bisogno di lezioni di vita.
    La prima è che io e BLACKMORPHEUS non ci stiamo sfidando a duello ma stiamo semplicemente dibattendo su un tema caro ad entrambi mostrando, nel rispetto reciproco, le nostre ragioni. I tuoi commenti non aggiungono nuovi elementi al dibattito. Sono, quindi, inutili e mirati solo ad offendere chi ha opinioni divergenti, sebbene non nella sostanza, da quelle della massa.
    Ma almeno hai dimostrato, se ce ne fosse bisogno, che la mia teoria iniziale, secondo la quale violenza genera violenza, è giusta. Ti ringrazio

  • blackmorpheus 54519
    27 mag 2010 alle 7:09

    @Claudio

    certo che si deve pretendere che ci pensino le istituzioni! Ed è quello che cerchiamo di ottenere da anni. Io il parcheggiatore abusivo non lo pago MAI, così come moltissime altre persone. I palermitani si sono stancati e lo dimostrano ribellandosi al pizzo. Sai quanti articoli di denuncia abbiamo scritto su questo sito? Più di questo si può fare altro? Si, infatti stiamo valutando la possibilità, con i mezzi che ci ritroviamo e con quel tempo che dobbiamo ormai inventarci, di girare un documentario per far capire alla gente quanto sia devastante il fenomeno. Questo perché molti avvertono la presenza del parcheggiatore esclusivamente come un piccolo fastidio, ma in realtà non pensano che lui rappresenti un grave problema di questa città, non riescono a capire quanta illegalità, arroganza e mafia ci sia dietro. Tu continui a dire che gli dici col sorriso che non hai soldi, ma sin dal primo post hai ammesso di pagare il parcheggiatore del policlinico perché ti fa un servizio utile…forse il fatto che ti torni un servizio utile lo rende legale? Non credo…se poi hai avuto la fortuna di trovarne uno che se gli dici di no si rassegna e ci rimane male, beato te! A me è sempre capitato di beccarmi insulti, e una volta addirittura minacce da parte del parcheggiatore del Bier Garten! Io li detesto, come è giusto che sia. Mi fanno letteralmente schifo perché non hanno un briciolo di dignità e vogliono ottenere tutto, pensando che gli sia dovuto, senza fare un bel niente. Si fanno la raccolta di monete, e poi non salvano neanche l’apparenza restando lì a guardarti la macchina…semplicemente se ne vanno! Una volta hanno avuto il coraggio di chiedermi 3 euro, sai che gli ho risposto? “Ti pare che lavoro? e anche che lavorassi il mio stipendio lo dovrei dare a voi?”. Loro ti rispondono che “sono qui per NOI”…risposta da mafioso per darti l’avvertimento. Il senso di ingiustizia che provo quando vedo questa gentaglia campare alle mie spalle, quando io ho dovuto fare sacrifici per farmi un’istruzione e per vivere onestamente, nonostante questo Stato ormai premi solo i disonesti e i corrotti, mi fa capire che noi abbiamo il dovere di odiarli…ma non in quanto persone attenzione! In quanto rappresentano tutto ciò per cui questa città va male, perché fanno parte di un meccanismo che impedisce a questa città di risollevarsi. Così come tutti quegli impiegati comunali che si grattano il sedere, come i nostri politici che si fottono letteralmente lo stipendio e credono che le sedi di potere siano luoghi dove decidere il LORO destino a forza di aumenti di stipendio e lotte di potere interne ai partiti, e tanti altri esempi che ti potrei fare ma non ci sarebbe abbastanza spazio. Se non li paghi e riesci ad essere CATEGORICO con le buone, si vede che hai una dialettica particolarmente convincente. Ma se mi dici che li paghi perché ti fanno un servizio utile, oppure che anche quando non li paghi tendi a giustificarti, allora non posso condividere…mi spiace

  • Claudio 0
    27 mag 2010 alle 20:15

    Guarda che condivido pienamente i tuoi sentimenti.
    Vorrei fare solo qualche appunto.
    1-Io pago SOLO il posteggiatore del Policlinico Lo faccio perchè realmente il posteggio non c’è e questa persona si prende l’incarico di gestire l’auto e, dato che ha le chiavi, la controlla. E’ una persona rispettosa, non ha mai insultato ne minacciato nessuno. Potrai non condividere ma, in quell’opedale, non ci sono alternative ed è colpa del comune. Facciamo una petizione per avere un’area di parcheggio legalmente gestita all’ospedale? E’ una cosa importante.
    2-il fatto che io vada con un sorriso mostrando sicurezza mette in confusione queste persone. Se le aggradisci ti attaccano ma, se non lo fai, non sanno come comportarsi. Prova e vedrai che funziona, ma non mostrare solo cortesia ma anche e soprattutto sicurezza.Della serie sono una persona per bene ma non sto scantando ri tia.
    3-una buona iniziativa da intraprendere? Vanno bene tutti i documentari che vuoi ma a chi sono rivolti? Tramite quali canali li diffonderete? ma comunque vanno bene tutte le iniziative ma io tengo molto a quelle rivolte contro le istituzioni politiche corrotte (quella è vera mafia).
    Ricordi la manifestazione anti-Cammarata? Ne potreste organizzare una…ogni mese però ;-)

  • sempriunacinne 91
    27 mag 2010 alle 22:13

    Guarda Claudio…
    Quindi secondo te mettere due post contro il tuo pensiero legittimo, ma non condiviso da nessuno, è sinonimo di violenza!!!!???? quindi io inciterei alla violenza??
    Invece quella che fanno i posteggiatori che cos’è??? un servizio civile…??
    …volontariato..??? un lavoro socialmente utile???
    Ringraziamo tutti il parcheggiatore del policlinico che ci fa risparmiare la multa di 35 euro!!! e ci risolve sempre i problemi…
    si sarà anche gentile e educato…
    pure io sarei così se non facendo un cazzo dalla mattina alla sera mi ritrovassi 200 euro in tasca… a Claudio!!!! sveglia!!!!

  • smashkins 17
    27 mag 2010 alle 22:50

    Comunico che al forum dopo mesi di calma si stanno riaffacciando di nuovo i posteggiatori abusivi. Ci stanno riprovando…. É uno schifo

  • dreamboy 137
    27 mag 2010 alle 22:56

    Facciamo quello che è più semplice invece di comprare e usare le microcamere ed incappare nella burocrazia della privacy.
    Raccogliamo tutte le testimonianze e facciamo una mappa dei posteggiatori abusivi a Palermo indicando via e ora.

  • blackmorpheus 54519
    28 mag 2010 alle 8:45

    @Claudio

    ancora non riusciamo a capirci. Non importa se paghi SOLO il posteggiatore del policlinico…ma come puoi sperare di metterti nella posizione di voler combattere il fenomeno se tu pur di sopperire a una grave mancanza del comune, tolleri e contribuisci economicamente a un servizio illegale? Cosa speri che ti diranno quando ti andrai a lamentare? Ti diranno che fai la voce grossa ma alla fine li paghi pure tu…ed è anche una scusa che i vigili usano quando li si accusa di non fare niente, ti dicono appunto che “i cittadini non collaborano”. Se dovessimo passare dalla scorciatoie per ogni cosa che non funziona in questa città, saremmo esattamente al punto in cui siamo…ovvero che ognuno pensa per se, e questa città resta nell’anarchia. Tra l’altro il tuo posteggiatore sarà pure gentile, tutto quello che vuoi…ma qui non ti si sta dicendo di mettere da parte il tuo lato umano, qui io ti sto cercando di far capire che il lato umano non c’entra niente col rispettare la legge. Se tu paghi il posteggiatore, finanzi un esercizio illecito. Poi nessuno mette in dubbio che il tuo posteggiatore sia uno che cerca solo di rimediare qualche lira e che fa un servizio utile per carità. Ma fossi in te mi chiederei anche: “chi ce l’ha messo lì quel posteggiatore?”. Allora forse mi verrebbe qualche dubbio, perché ovviamente non si è messo lì da solo da un giorno all’altro, ma ce l’ha messo qualcuno. E’ tutto un sistema economico che ruota attorno, e ogni moneta che viene data ai posteggiatori è una picconata alla schiena di Palermo, perché sono tutti soldi che vanno alla mafia…e sappiamo benissimo che la mafia è la causa principale di tutti i mali di questa città.

    Sul discorso gentilezza, come ti ho già detto prima, ci ho provato e ho ricevuto le risposte che ho ricevuto. Se ti insultano pure quando gli dai i soldi, figurati se non ti insultano quando non glieli dai! E poi è una questione di principio…non vedo perché devo spendere tempo, fatica e diplomazia per uno che lì non conta un cazzo e al quale non devo dare certo spiegazioni. Se uno vuole il mio portafoglio, io lo mando affanculo proprio perché il portafoglio è MIO, e non devo dare certo spiegazioni a lui del perché non voglio pagarlo. E’ come se io venissi a casa tua e ti forzassi a comprare l’aspirapolvere…e poi quando tu mi dici che non sei interessato, comincio ad abbaiarti contro e minacciarti.

    Il documentario è un’ottima denuncia mediatica, e credimi che l’impatto del video fa molto di più di qualsiasi parola. La visibilità l’abbiamo, i giornali ci seguono, i politici pure…siamo una voce in capitolo molto importante in città. Poi avevo avuto anche l’idea di organizzare sorte di class action contro la municipale o altri enti coinvolti in questo scandalo, ma questa è una cosa molto impegnativa che richiede tempo e tanta buona volontà. Sicuramente non si farà a breve

  • Stellina 2
    29 mag 2010 alle 9:17

    Ragazzi mi permetto di intervenire a distanza di qualche giorno, io sono di Catania ma ho letto con molto interesse questo post e anche altri, soprattutto questo perchè purtroppo quello dei posteggiatori abusivi è un cancro che colpisce pure la mia città..E’ vero che dovremmo pretendere dalle istituzioni maggiore “aggressività” contro TUTTA la criminalità ma dobbiamo essere anche noi cittadini a DENUNCIARE SEMPRE quando succede qualcosa, compreso il parcheggiatore abusivo che viene a chiedere soldi anche quando parcheggi sulle strisce blu! Se tutti fossimo uniti nella lotta, lo Stato non potrebbe più ignorare..
    Ad ogni modo vorrei fare una precisazione: la sentenza emessa in favore del posteggiatore, che, secondo discutibile opinione svolgerebbe un servizio pubblico, non è stata emessa dal Tribunale di Catania, che al contrario, aveva condannato il soggetto in questione, MA DALLA CASSAZIONE, fatto, a mio modo di vedere, più grave…Volevo precisarlo perchè ogni tanto, per fortuna, non dipende dalle istituzioni siciliane il prolificarsi di scarcerazioni…..in questo caso, è stato favorito in quanto sono stati revocati i domiciliari.

  • blackmorpheus 54519
    29 mag 2010 alle 9:23

    @Stellina

    ciao, benvenuta. Guarda, il problema è che anche denunciando non si conclude molto purtroppo…mio fratello stesso è andato a denunciare un parcheggiatore che lo aveva minacciato, e la polizia gli ha risposto che tanto dopo due giorni è di nuovo al suo posto, e che in ogni caso così rischiano di mettere in mezzo pure “i patri i famigghia ca s’hannu a buscari u pani”. A questo punto che fai? Denunci la polizia? La ribellione di massa è l’unica soluzione…bisogna unirsi per attirare l’attenzione perché siamo nelle mani di noi stessi purtroppo. Lo Stato non esiste e le nostre tasse sono solo un furto, perché di fatto di servizi non ne abbiamo. Qua però si parla di essere tutelati fisicamente, e questa mancanza a parer mio è molto più grave, soprattutto perché qui a Palermo già si sono verificate parecchie aggressioni fisiche anche molto violente da parte di questi pezzenti che meritano solo la galera e l’emarginazione a vita dalla società civile

  • Stellina 2
    29 mag 2010 alle 10:08

    Grazie per il benvenuto!
    Non è solo a Palermo, credimi, però io credo che bisognerebbe partire dalle basi: la polizia e i carabinieri facciano il loro dovere che poi a stabilire se devono o no entrare in galera ci pensano i giudici. D’altra parte la mafia è anche questa, la politica dei parcheggiatori: stai zitto, se no ti sfascio la macchina, stai zitto se no non te la faccio trovare. Certo che se i primi corrotti sono i poliziotti che li definiscono PATRI DI FAMIGGHIA allora siamo alla frutta..
    Si perchè se è per questo ci sono molti padri di famiglia che per 800 euro al mese fanno turni di lavoro massacranti e vogliano essere 800 euro. Ci sono padri di famiglia che rubano il latte al supermercato e magari vengono arrestati. E poi sti fetenti restano fuori? D’altronde rischiamo di questo passo, che il sacrificio compiuto dai grandi uomini diventi vano e che la loro morte rappresenti non il sacrificio per un bene più grande, ma la fine di una lotta. E non è un’esagerazione, perchè il posteggiatore abusivo è solo un filo della trama di un intero tessuto… Quindi “ognuno deve fare il proprio dovere” perchè si possa combattere.
    Noi cittadini dobbiamo denunciare, la polizia deve ascoltare, deve intervenire e i giudici devono provvedere. Se ognuno facesse il proprio dovere, si potrebbe trovare una via d’uscita. E, qui cito Giovanni Falcone, “perché una società vada bene, si muova nel progresso, nell’esaltazione dei valori della famiglia, dello spirito, del bene, dell’amicizia, perché prosperi senza contrasti tra i vari consociati, per avviarsi serena nel cammino verso un domani migliore, basta che ognuno faccia il suo dovere”
    Ideali? Utopia? Forse. Però non mi sembra che il Giudice fosse un idealista.

  • blackmorpheus 54519
    29 mag 2010 alle 11:03

    @Stellina

    si ma siamo perfettamente d’accordo. Il problema che intendevo sollevare io è del COME si fa a far fare alle forze dell’ordine il proprio lavoro. Abbiamo un comandante della municipale che dichiara ai giornali che “si è raggiunto un compromesso”, dichiarazione di una gravità inaudita…eppure il comandante è ancora al suo posto, non si è dimesso, nessuno ne ha chiesto le dimissioni tranne NOI di Mobilita Palermo, e tutto va sempre come se niente fosse. Il sistema è corrotto, fortemente corrotto…qui sono i cittadini che devono fare la loro parte UNENDOSI, perché è l’unico modo per fronteggiare la casta politica e mafiosa, e soprattutto scendendo in piazza fisicamente per rivendicare i propri diritti. Ma anche nel nostro piccolo possiamo fare tanto rifiutando di accettare questa cultura mafiosa. Se da domani tutti i palermitani o i catanesi decidessero di non dare più una moneta a un parcheggiatore…potrebbero fare tutte le minacce del mondo, ma di fatto non converrebbe più loro perché gli viene a mancare il guadagno. Eppure ancora oggi c’è chi ritiene questa gentaglia dei poveri disgraziati che devono campare la famiglia, quando invece guadagnano tantissimo senza fare nulla e soprattutto più di metà dei loro guadagni va direttamente alla mafia. Poi magari un laureato 110 e lode deve elemosinare 500 euro al mese in un call center. Una persona onesta come può vivere in questo triste paese?


Lascia un Commento