19 mag 2010

La replica di Ferrandelli


Riportiamo qui di seguito la replica del consigliere comunale Fabrizio Ferrandelli, all’articolo inerente la protesta contro il passante ferroviario organizzata dal comitato di Cardillo e alcuni esponenti del partito, pubblicato da noi in data 17 maggio 2009

Ciao a tutti

Non vi nascondo sinceramente che essere accusato di pressapochismo e di tutto quello che leggo, mi dispiace molto.

Io lavoro realmente per questa città e per i palermitani ogni giorno per oltre 14-16 ore senza sosta (e vi assicuro che sono realemnte tante) con l’unica spinta che è quella di cambiare Palermo in meglio per tutti noi, per quanto possibile nelle mie forze e capacità, e per i nostri figli.

Non è un autoelogio, ovviamente, e non mi aspetto di sentirmi dire bravo x questo, perchè è quello che faccio solo perchè voglio farlo..lo farò sempre e comunque…ma sono sincero sentirsi sparare addosso con la stessa superficialità della quale mi si accusa, non aiuta nè me (anzi noi perchè io non sono uno e basta) nè “gli altri”.

relativamente al passante ferroviario anch’io sono ovviamente dell’idea che sia un’opera pubblica importantissima di sviluppo, l’ho già detto altre volte, e la mia posizione viene fuori dopo aver studiato un documento di analisi dei rischi e dei danni che mi hanno sottoposto.

ho ascoltato questi cittadini, ho letto il documento, mi sono convinto di certe cose ed ho agito secondo il mio modo di fare e secondo le mie strategie..che molti leggono come pressapochismo o superficialità, altri come egocentrismo ma, non ha importanza, io so che quando penso che una cosa sia giusta, il mio modo, condivisibile o meno, mi ha sempre fatto portare a casa i  risultati sperati.

anche perchè non tutti forse comprendono che il passo successivo alle mie proteste è sempre la diplomatica strategia politica che si sviluppae si traduce nei confronti e nei dialoghi attorno ai tavoli istituzionali… e parlare con certi squali non è così facile come a qualcuno può sembrare.

la richiesta di “aiuto” di questi cittadini che si sono sentiti inascoltati, mi ha convinto e sono andato a sostenerli…questo è uno dei compiti primari di un consigliere comunale.

Quello che è mancato forse è conoscere la posizione di MOBILITAPALERMO, ma come avrei potuto farlo da me?

molto probabilmente, visto che alcuni di voi mi dicono conoscere la mia buona fede e condividere parte delle mie idee, sarebbe stato opportuno un confronto…non mi sarei tirato indietro, questo sono sicuro che lo sapete, e vi garantisco che sono sempre pronto a rivedere le mie idee e posizioni se mi accorgo che è giusto farlo.

Anzi proprio perchè quello che a me interessa è realmente il bene di questa Palermo, invito ufficialmente una delegazione (una al max due persone) di MOBILITAPALERMO a partecipare al tavolo tecnico che si terrà domani con l’ass. al traffico e quallo alle opere pubbliche e ad esprimere quindi le vostre posizioni e ragionare tutti insieme sul da fare!

vi ringrazio comunque tanto, questa esperienza ci servirà x la prossima volta, ed anzi mi auguro realemnte di potervi incontrare sui temi della mobilità di questa città che come tutti gli altri temi mi sta a cuore.

apprezzo cmq il vostro lavoro e vi garantisco che l’informazione libera mi rassicura (anch’io ne ho fatta all’universita fondando pure un piccolo giornale) ed a modo mio cerco di farla ogni giorno condividendo ogni azione e situazione con tutti.

solo x far conoscere ai criticoni una cosa in più di me sappiate che lavoro sempre per unire e costruire e mai per dividere e distruggere! sono realmente fatto così, chi mi conosce lo sa.

sempre in lotta per una Palermo libera e migliore

Fabrizio Ferrandelli


cantierecardillocomitatocomitato cardillocomitato cardillo passante ferroviarioferrandellilavorimobilita palermopassante ferroviariopfpprotestaprotesta cardilloprotesta cardillo passante ferroviariotommaso natale

43 commenti per “La replica di Ferrandelli

Comment navigation

  • Athon 879
    20 mag 2010 alle 12:54

    Mobilita Palermo…Che bella realtà! Siete grandi !

    Ferrandelli, perchè non ci parla di questo “documento di analisi dei rischi e dei danni” che le hanno sottoposto. Lo stile di questa pagina sta nel fare poche chiacchiere, parlando invece di aspetti tecnici e logistici. Gli iscritti alla pagina partecipano a vari argomenti scendendo nei dettagli e dimostrando di essere molto informati. Lei ha fatto un pò di demagogia e non si è reso conto del fatto che i suoi interlocutori non sono degli sprovveduti.

  • Luca 129
    20 mag 2010 alle 14:13

    Esatto Athon!
    Il mio punto era proprio questo! Qui si parla di fatti, non si fa propaganda politica.
    PDL, PD, IDV, UDC non sono sigle che interessano in questa sede (almeno credo/spero).
    Si parla solo di fatti e di opere concrete.

    Ben vengano i tavoli tecnici, per carita’, ma non una parola sui contenuti da parte di Ferrandelli.
    Mi spiace che qualcuno fraintenda le repliche a Ferrandelli come attacchi personali. Qui si vuole solto mettere in evidenza la poverta’ dei contenuti della sua replica, in un contesto in cui solo questi hanno valore!

    Se poi al tavolo tecnico questo dimostra di avere ragione ben venga. Ma il motivo per cui non abbia discusso qui queste ragioni nella sua replica rende lecito il sospetto che non ce ne siano.

  • Zeus 4
    20 mag 2010 alle 15:40

    Ragazzi io da ora in poi eviterei di parlare di Ferrandelii, perchè continuiamo ad accendere la luce sul suo nome, cerchiamo magari interlocutori che abbiano esperienze politiche maggiori ma soprattutto interlocutori che possano trattare l’argomento in maniera tecnica.
    Ferrandelli è un politico e non facendo distinzione di colori ed appartenenze, essendo tale, al di là della predisposizione al dialogo, che comunque hanno tutti i politici, si deve pur far notare per crearsi l’immagine del nuovo modello politico.
    Mettiamolo da parte e cerchiamo soluzioni migliori per la nostra città


Lascia un Commento