15 mag 2010

Report conferenza “Palermo verso il futuro: mobilità e grandi opere in cantiere”


Pubblichiamo qui di seguito il video della conferenza del 22 aprile 2010, organizzata da Mobilita Palermo e Mondadori Multicenter, sull’evoluzione del trasporto pubblico a Palermo. Abbiamo deciso di rilasciarla per intero, così da dare ampio spazio ai dettagli tecnici per chi fosse interessato. I primi due interventi sono di tipo più tecnico. L’ing. Caminiti espone i dettagli sull’appalto dei tram e il progetto del ponte sul fiume Oreto. L’ing. Pellerito ha dato una panoramica tecnica sulle vetture Bombardier. Terminano la conferenza l’ing. Perilli, che racconta il cantiere del tram sotto il suo aspetto “umano”, e l’ing. Galluzzo che espone lo stato dei lavori del passante ferroviario di Palermo. Buona visione

httpv://www.youtube.com/watch?v=XfIOk9wKEl0

httpv://www.youtube.com/watch?v=84GcKgoSef4

httpv://www.youtube.com/watch?v=ir_v0qL3ig8

httpv://www.youtube.com/watch?v=6FMMQXtG2Hc

httpv://www.youtube.com/watch?v=VnoDlhKPUQ8

httpv://www.youtube.com/watch?v=sVdrDdFTxh0

httpv://www.youtube.com/watch?v=3XFCKCHCyv8

httpv://www.youtube.com/watch?v=id9SNqYuhtQ


amatbombardierconferenzaconvegnoMetropolitanamobilita palermomondadori multicenterpassante ferroviariopfpSegnalatiTramtrasportitrasporto pubblico

13 commenti per “Report conferenza “Palermo verso il futuro: mobilità e grandi opere in cantiere”
  • Rosario T. 0
    15 mag 2010 alle 18:44

    Completo e interessantissimo! Sarebbe bello poter vedere anche vedere le slide che hanno proiettato, come loro stessi dicono durante la conferenza. Appena possibile, perchè non le caricate? Immagino che sia una cosa gradita a tutti i fruitori del sito. Grazie ragazzi ;)

  • blackmorpheus 54519
    15 mag 2010 alle 18:46

    @Rosario T.

    ce le hanno già fornite, il tempo di scremarle (perché non ci hanno consentito di pubblicarle tutte) e le metteremo online ;)

  • Andrea Bernasconi 12
    15 mag 2010 alle 23:58

    qualcuno ha chiesto all’ing Caminiti news legate al prolungamento della linea 3 verso via Basile, cosa che credo lui intendesse sottolineare nel suo intervento (video 1) accennando al terminal all’altezza di corso Calatafimi con un intrigante “per ora si ferma qui… per ora”? Forse per il tempo a disposizione poi non ne ha fatto più mensione
    C’è qualcosa di più concreto dell’idea?

  • blackmorpheus 54519
    16 mag 2010 alle 10:15

    @tasman sea

    abbiamo preferito parlare solo delle opere in costruzione, la metropolitana leggera è ancora fantascienza.

    @Andrea Bernasconi

    il prolungamento è previsto, e credo che sia in progettazione se non ricordo male, l’idea è ottima perché collegare l’università è essenziale. Anzi, se si trovasse il modo di collegare le linee due e tre alla stazione centrale in futuro, sarebbe la manna dal cielo perché in tal modo si potrebbe attraversare la città prendendo solo due linee di tram

  • Andrea Bernasconi 12
    16 mag 2010 alle 10:59

    ricordo a questo proposito che si parlava di un raccordo (non di uso commerciale) passante per corso Tukory. Sono d’accordo con te, l’idea è interessante, anche perchè, a mio avviso, il bacino di utenza universitario è davvero importante. Anzi, a volerla veder bene, il tram a mio avviso dovrebbe attestarsi in piazza indipendenza alla fine di questo nuovo percorso, servendo così sia la fermata del passante Orleans, che il palazzo reale (sarebbe una prima, piccola penetrazione nel tessuto urbano del centro).
    La mia domanda verteva appunto sugli “sviluppi” di tale progetto, anche in termini di finanziabilità della cosa. Ovvero, se vi fosse qualcosa di più concreto.

  • Daniele 444
    16 mag 2010 alle 17:54

    Bravissimi, complimenti .. aspetto anche io le slide, mi interessa molto conoscere il futuro aspetto di Corso Dei Mille, dopo la costruzione del nuovo ponte sul fiume Oreto!

  • Metropolitano 3316
    17 mag 2010 alle 16:39

    va be, a noi basta che si sia parlato delle opere in corso di realizzazione che da anni non se ne parlava quì prima dei loro appalti. Speriamo che in seguito il Cipe approvi il progetto della metro leggera.

  • Andrea Bernasconi 12
    17 mag 2010 alle 17:03

    ma se non erro il cipe ha già approvato la metro leggera, credo che il problema principale sia la copertura finanziaria dell’opera, o meglio la parte che dovrebbe mettere la regione. Ma su questo potrei anche aver capito male…

  • blackmorpheus 54519
    17 mag 2010 alle 17:19

    si, manca la copertura finanziaria della regione. Ma non solo, da voci di corridoio è arrivata notizia che la sovrintendenza regionale non sarebbe d’accordo con la vicinanza della fermata Teatro Massimo all’omonimo monumento, che ne deturperebbe la vista. La cosa è a dir poco ridicola, visto che esiste la fermata di metro in piazza Duomo, di fronte al Colosseo, ti fronte al Louvre e nessuno ha mai fatto alcun problema. Trovo invece a dir poco curioso che nessuno si scandalizzi per quelle schifezze che giacciono di fronte al Massimo da anni ormai, a partire dal chioschetto del fioraio

  • Metropolitano 3316
    17 mag 2010 alle 19:52

    è davvero ridicolo… dunque decide la regione per una Città ? Mah, che dire, considerando chi sta governando in giunta, la metro ce la sogniamo… ma tanto poi il suo mandato ha un limite, che lo può solo accorciare e non allungare.


Lascia un Commento