24 apr 2010

Pedonalizzazione Via Maqueda e Via Roma fino a Luglio


Variazioni in atto per i weekend pedonali. E sembra una vera e propria rivoluzione, prima di intraprendere soluzioni definitive e permanenti (?).Sarà la volta buona per i tanti richiesti interventi strutturali?

Tutti i sabato dal 24 Aprile fino al 24 Luglio, rimarrà pedonale il tratto fra piazza Croci e 4 Canti, mentre tutte le domeniche dal 25 Aprile fino al 25 Luglio sarà chiuso l’intero asse di via Roma fra Piazza Giulio Cesare fino via Cavour.

E’ pur vero che sono leciti alcuni dubbi dei commercianti di via Maqueda circa il voler sottrarre la domenica pedonale a Via Maqueda a favore di Via Roma, visto che si era cominciato ad intraprendere un cammino verso la pedonalizzazione permanente. E’  anche vero che fra i due assi, potrebbe nascere una sana concorrenza e quindi entrambe le cose potrebbero convivere.  Ma è anche da sottilineare la notevole differenza di  trend commerciale fra le due strade. Per questo Via Maqueda ha bisogno di un maggiore sostegno da parte dell’amministrazione comunale rispetto i grandi marchi già presenti in Via Roma.

Nelle prossime settimane organizzeremo alcuni eventi e dibattiti in via Maqueda.

Attendiamo inoltre il PUT, dove in un passaggio amministrativo,  daremo il nostro contributo.


associazione via romapedonalizzazione via maquedapedonalizzazione via romavia maquedavia roma

Articolo precedente

Articolo successivo

17 commenti per “Pedonalizzazione Via Maqueda e Via Roma fino a Luglio
  • marcozs 361
    24 apr 2010 alle 13:15

    pedonali sempre entrambi subito, i bus passino da via maqueda per andare verso la stazione e da via roma per andare verso lo stadio…

  • Giusy 72
    24 apr 2010 alle 14:10

    Sono pienamente d’accordo con marcozs!!!
    Si alla pedonalizzazione permanente, ma a patto che i bus possano avere una corsia per circolare!!!! Finora, invece, gli autobus sono stati costretti a modificare il percorso…
    Penso ad anziani, o gente che deve andare a lavorare e quindi ha i minuti contati… non puoi costringerli a fare 15-20 min di strada a piedi; oppure prendere l’autobus che fa il percorso “via mare”, tragitto sicuramente paralizzato dal grande afflusso di auto, perchè se si chiudono questi due assi, l’unica via da prendere è quella!!!
    Inoltre facendo veicolare gli autobus in via Roma e in Via Maqueda chiuse al traffico, la frequenza degli autobus sarà altissima!!! E si può sperare che aumenti l’utilizzo del mezzo pubblico almeno in quell’area!!!

  • Calò 80
    24 apr 2010 alle 15:26

    Se un giorno si deciderà di chiudere definitivamente queste due vie, si dovrà sostituire l’asfalto con una nuova pavimentazione da vera isola pedonale. Ecco, si potrebbe pensare una pavimentazione con un colore diverso al centro della strada rispetto a quella laterale per far circolare i bus. Naturalmente gli autobus dovranno essere piccole navette, non quelli con cui si effettua oggi il 101 che sono troppo ingombranti. In più lo stesso 101 andrebbe deviato.

  • se68 375
    24 apr 2010 alle 15:37

    Riprendo un concetto già esposto ma che non ha avuto ancora risposta: personalmente, passeggiare per via R.Settimo o via Roma, chiuse al traffico, mi fa venire una leggera depressione…sono strade nate per essere carrabili.
    Le aree pedonali vanno ricercate altrove (esempio le strade perpendicolari alle sopracitate, più strette quindi più adatte) e soprattutto.. vanno progettate; non bastano fioriere o simili per trasformare una strada carrabile in zona pedonale, è necessario appunto un progetto che la trasformi radicalmente. Piacciano o no, via Principe di Belmonte o via Magliocco oggi sono a tutti gli effetti aree pedonali.
    Ma voi davvero immaginate via Roma o via Maqueda con panchine e simili?
    ripeto, a me il pensiero mi fa un pò immalinconire..

  • emmegi 713
    24 apr 2010 alle 15:55

    Palermo è percorsa da nord a sud da 5 assi fondamentali (uno non lo è al 100%)

    - viale R. Siciliana
    - viale Strasburgo – Sciuti – Terrasanta – Goethe – Alberto Amedeo
    - via Libertà – R. Settimo – Maqueda
    - via Roma – M. di Villabianca – Roccaforte
    - via Sampolo/Sadat/M.te Pellegrino – Crispi – Cala – Foro Umberto I

    Chiuderne per sempre due vuol dire ridurre del 40% la possibilità di spostamenti N/S e viceversa.
    Se poi aggiungiamo che viale Regione Siciliana è quella che è e che basta un intoppo (ad esempio un incidente o un allagamento nel sottopasso di piazza XIII Vittime), Palermo rischia di paralizzarsi.
    A mio avviso prima di pensare a pedonalizzare completamente e definitivamente i due assi centrali bisogna costruire delle valide e serie alternative (ad es. http://www.skyscrapercity.com/showpost.php?p=18724654&postcount=198 )

  • Calò 80
    24 apr 2010 alle 16:47

    Se68, via Maqueda e via Roma sono nate per essere carrabili? Ma quando mai? Guardati un po’ di foto di fine 800-inizio 900 oppure vai in altre città europee. In più sinceramente a me deprimono di più le auto che passano dai quattro canti.

    Emmegi, ritengo che l’unica alternativa debba essere il trasporto pubblico di massa.

  • emmegi 713
    24 apr 2010 alle 16:56

    Trasporto pubblico di massa che nel centro città è lungi dall’ essere operativo.
    Già da domani con la chiusura di via Roma, che condivido ;) , chi deve andare da piazza Borsa allo stadio (sperando che non piova), avrà il suo bel da fare.

  • se68 375
    24 apr 2010 alle 17:28

    l’etimologia della parola carrabile….fa pensare ai carri no?
    in ogni caso, non sono strade nate per fare la passegggiata al centro, ma per migliorare la circolazione dei mezzi..si nota altresì dalla sezione..
    cosa c’entrano le foto di di fine 800-inizio 900? c’erano poche macchine o carri? bè si, certo..
    anche io vorrei una città diversa.ma non con questi mezzi un pò semplicistici..

  • Panormus 197
    24 apr 2010 alle 17:50

    Allargare ulteriormente i marciapiedi di Via Roma e lasciare al centro solo una mini trincea per farvi passare il tram, in doppio senso di marcia, che così potrebbe essere prolungato dalla Stazione Centrale a Piazza Sturzo.

  • giosafat 306
    24 apr 2010 alle 18:14

    se68 fatti una passeggiata sulla rambla a barcellona con lo streetwiew e vedi se turisti, artisti di strada, fiorai e gente che passeggia fanno venire malinconia o il cuore. anche quella 20 anni fa era una strada “nata per le macchine”, solo che lì hanno un po’ di lungimiranza in più..

  • Calò 80
    24 apr 2010 alle 18:44

    Emmegi, ovviamente bisognerà migliorare i trasporti pubblici prima di chiudere definitivamente queste vie. Se non ricordo male il comune di Palermo utilizzerà parte dei fondi cipe per l’acquisto di nuovi autobus Amat.

    se68, via Maqueda è stata realizzata nel 1599, via Roma è stata progettata è stata a fine ottocento e realizzata durante gli inizi del novecento. Che problemi di traffico vuoi che ci fossero allora? Vai a Catania a vedere cosa è via Etnea.

  • FedePA.87 0
    24 apr 2010 alle 22:56

    beh prima non la volevano la via chiusa ed ora la vogliono a tutti i costi..fantasticooo!!!!!wow!!!un’inversione di tendenza!!…certo se alcuni commercianti di via maqueda sistemassero un pò quei lupanare che chiamano negozi e se si facesse un pò di pulizia delle attività la via sicuro ne gioverebbe.

  • se68 375
    25 apr 2010 alle 0:16

    Giosafat, premesso che anche artisti di strada e fiorai mi provocano una leggera malinconia (ho preferito di gran lunga passeggiare per le stradine pedonali del Barrio Gotico), aggiungo che la rambla ha una tipologia simile al primo tratto di via Libertà..che vedrei bene trasformato in maniera analoga e pedonalizzato con le corsie laterali carrabili. Ma la Rambla con via Roma o via Maqueda c’entra poco.
    Calò, sono a conoscenza del periodo storico di realizzazione delle due strade..e ti dirò che sono entrambe frutto di decisioni sbagliate che hanno impoverito la nostra città.
    Non so..può essere che in realtà avete ragione voi, ma a me sembra molto più sensato e semplice pedonalizzare, seriamente, non con fioriere, intere zone del centro storico, anche ampie, che conservino un tessuto stradario più minuto ed in corrispondenza delle piazze (Bologni, Bellini, Rivoluzione etc.)
    E poi farei anche un pensiero al Cassaro pedonale…

  • Pingback:To
  • Pingback:Skin

Lascia un Commento