07 apr 2010

Disagi e disinformazione: un giorno di ordinaria follia a Palermo


Solo con questa parola è possibile descrivere le porcate dell’amministrazione con cui abbiamo a che fare. Si perché solo oggi i palermitani hanno scoperto che una parte di Piazza Indipendenza e le due carreggiate di corso Re Ruggero resteranno chiuse per i prossimi otto mesi a causa dei lavori del passante ferroviario. Nessun comunicato, automobilisti furibondi e autisti dei bus all’oscuro. Questa è Palermo, queste sono le schifezze della sua amministrazione. Un’ordinanza che avrebbe dovuto essere comunicata almeno sei mesi prima, visti i disagi che porterà. Non c’è vergogna, solo negligenza e assenteismo in tutto e per tutto. Poi ci si lamenta quando nascono comitati che vanno contro le opere, ma visto il modo di agire a questo punto si può anche capire il perché. Mi ritorna alla mente quando qualche mese fa fu chiuso il ponte di via Giafar senza alcuna informazione, né segnaletiche che indirizzassero verso un percorso alternativo; mi ritrovai a girare intorno alla zona industriale per quindici minuti. Questa è gente senza un minimo di competenza, gente che dovrebbe tornare all’asilo a fare le asticelle, che non ha la benché minima idea di come si amministri una città. Vergogna, è l’unica cosa rimasta da dire

46 commenti per “Disagi e disinformazione: un giorno di ordinaria follia a Palermo

Comment navigation

  • Paco 7942
    08 apr 2010 alle 10:56

    @ Fastspin, le tue critiche, nei confronti del nostro lavoro sono iniziate su SSC, il riferimento soprattutto nei miei confronti è continuato in questo thread. La presa in giro nei nostri confronti è palese. Il mio tono è una diretta conseguenza del tuo atteggiamento partito da SSC proseguito a più riprese sempre sul forum e poi su questa pagina.

  • Fastspin 35
    09 apr 2010 alle 8:27

    @Portacarbone, @blackmorpheus: possiamo trovare la sintesi delle nostre posizioni nella necessità che per opere della portata del passante o del tram la pubblicizzazione dei lavori sia questione delicata e, come tale, da gestire adeguatamente? Per gli eventi improvvisi di ieri ci siamo scandalizzati, ma credete possano essere gli ultimi? Temo di no. La mia posizione è che divulgazione di informazioni relative ai lavori dovrebbe essere costante durante tutte le fasi, ragionevolmente modulata in funzione delle diverse esigenze e gestita da uffici istituzionalmente preposti. Nel nostro caso, non ci degnano neanche del cartello “stiamo lavorando per voi”, figuriamoci preavvisi di mesi.
    Il mio appunto, spero chiarito nel mio secondo commento, stava in questo, a partire da uno scambio di un paio di messaggi su SSC in cui, chi è dotato di buon senso, può leggere una critica verso istituzioni e esecutori delle opere, non certo verso MP. L’”occhiolino” era aspetto dichiaratamente marginale, mera questione di stile. Qui me ne sono servito solo per rievocare l’argomento. Non parliamo poi di polemiche gratuite o prese in giro. Anzi nei messaggi su SSC, si possono semmai scorgere ironie sul sottoscritto (vero antony977?) a cui, però non ho dato peso. I messaggi del vostro sodale si commentano da soli, spiace solo che, seppur nel palese imbarazzo, sembriate avallarli. Non posso che apprezzare, comunque, il vostro tentativo di recuperare la situazione. Mi scuso per quanto di off topic ci sia nei miei ultimi commenti.

  • antony977 165953
    09 apr 2010 alle 9:46

    Non vorrei ripeterlo ma siamo completamente off topic.E’ così difficile capirlo?
    Fastspin, non ti deve sembrare male, ma puoi anche scrivermi in pvt ;)


Lascia un Commento