20 mar 2010

Ma le luci?!


Ok, che il comune abbia seri problemi economici è assodato. Moltissime strade sono al buio, languiamo nell’immondizia e mancano i soldi per tutte quelle cose basilari che in una città civile non ci azzarderemmo neanche a mettere in discussione (poi però il consiglio comunale trova sempre il modo di spendere migliaia di euro per buffet e aperitivi…). Quello che però mi fa veramente arrabbiare, per non dire altro, è l’inerzia più totale nel valorizzare lo splendido patrimonio architettonico della nostra città. Basterebbe così poco per presentare ai cittadini e ai turisti una città in apparenza diversa…ma non si fa neanche quello. Esempio ne è l’illuminazione notturna dei monumenti. In tutte le città d’arte italiane e d’Europa, i monumenti offrono scorci mozzafiato anche grazie alle splendide, quanto artistiche, illuminazioni notturne. Una soluzione talmente banale, che ti ripaga cento volte; vedi Roma, Firenze, Venezia. E’ così difficile restituire un po’ di dignità al nostro centro storico martoriato dal traffico e dai rifiuti? Per capire come potrebbero essere piazza Pretoria, i quattro canti, il teatro massimo, piazza Bellini ecc. adeguatamente illuminate, vi riporto qualche esempio…

Piazza della Repubblica, Roma


Piazza del Colosseo, Roma

Palazzo Metropolis, Madrid

Palacio de Los Comunicaciones, Madrid

Duomo e ponte ferroviario, Colonia

Buckingham Palace, Londra

Duomo, Berlino

Sony Center, Berlino

Canali, Amsterdam

Wall Street, New York


comune di palermoilluminazionemobilita palermomonumentiSegnalati

19 commenti per “Ma le luci?!
  • black 37
    20 mar 2010 alle 10:48

    Bellissimi esempi, davvero, ma qui stiamo parlando di metropoli e soprattutto CAPITALI europee che purtroppo non possono paragonarsi a Palermo. Mi accontenterei che si affrontassero prima altri problemi più seri, i turisti quando non vengono, lo fanno perchè hanno paura di essere derubati camminando per il centro, le luci sarebbero una bella idea ma mi sembra davvero poco. Prima di illuminare puliamo tutto dai rifiuti, anche quelli umani.

  • blackmorpheus 54519
    20 mar 2010 alle 10:52

    @black

    beh, ho scelto le capitali europee perché sono gli esempi più eclatanti, ma in realtà tutte le città che abbiano un minimo di patrimonio artistico, lo valorizzano al 100 per cento, soprattutto fuori dall’Italia. Non è che città come Roma ad esempio non abbiano di questi problemi. Eppure anche a Roma, nonostante sia una città molto più pericolosa di Palermo dal punto di vista della micro-criminalità, il turismo va a gonfie vele e il centro storico è curatissimo. Non pensare che lì i turisti non vengano derubati di continuo, soprattutto in metropolitana. Sono problemi diversi e vanno affrontati entrambi, solo che per valorizzare i nostri splendidi monumenti, basterebbe veramente un niente…

  • turi77 110
    20 mar 2010 alle 11:45

    Qualche anno fà, se mi capitava di conoscere persone straniere, li portavo a fare un giro “by night” per Palermo, così da poter godere della vista dei pur pochi monumenti illuminati. Adesso è quasi tutto spento!
    Ancora una volta il problema di questa città è la MANUTENZIONE ORDINARIA. E sottolineo “ordinaria”! Perchè se si fulmina una lampadina non c’è bisogno di una variante sul bilancio comunale per finanziare l’opera, ma basta che uno dei tantissimi dipendenti del comune addetti alla manutenzione, alzi il c..o dalla sedia e faccia quello per cui è pagato.
    Vi ricordate ad esempio le lucine al politeama? Quelle “stelline” sulla pavimentazione appena rifatta? Erano meravigliose! Che fine hanno fatto? Quanto sono durate? A cosa è servito spendere non so quanti soldi per valorizzare la piazza più importante della città, se poi tutto questo deve avere una “Scadenza”?

  • Daniele 444
    20 mar 2010 alle 11:59

    Hai ragione Andrea .. Tutto questo è dovuto all’IGNORANZA e all’inadeguatezza culturale di chi amministra questa città .. non hanno la cultura per fare o soltanto per pensare a queste cose .. qui non c’è la cultura del decoro urbano, dell’ordine pubblico .. figuriamoci l’illuminazione …

  • Orazio 714
    20 mar 2010 alle 13:15

    Certo l’illuminazione adeguata valorizza siti e monumenti.

    Per non parlare di installazioni luminose che potrebbero essere impiantate in posti adeguati creando una sorta di esposizione artistica contemporanea, anche permanente. Non sono grossi costi, occorre però molta immaginazione, ed al potere a Palermo ci sono lapardei la cui immaginazione si ferma non oltre il proprio tornaconto.

    Comunque, a parte la polemica, a Torino lo fecero un paio d’anni fà, prima delle Olimpiadi invernali, l’effetto era davvero stupefacente.

    Penso pure che non sempre le luci forti e sparate valorizzino, illuminazioni mirate alternate a zone d’ombra restituiscono appieno il fascino dell’antico, senza patinarlo di un mare di luce che non gli appartiene.

    E inoltre, perchè non installare lampioni, i vecchi cari lampioni, a muro o a terra, che ad esempio nobilitano la notte del centro storico catanese?

    Le stelline al Politema? Torniamo al discorso dell’immaginazione al potere, Tury… penso ci voglia poco a riattivarle, ma proprio non hanno il senso del bello.

  • Portacarbone 70662
    20 mar 2010 alle 13:47

    Teoricamente sorge immediata la riflessione:

    ma se il Comune non illumina da mesi i nodi stradali (tipo la rotatoria di via Belgio) o intere strade, spegnendo di fatto intere torri faro….cosa possiamo pretendere, che illumini i monumenti?

    Non c’è programmazione e sensibilità a monte, perchè in pochissimi palazzi storici coinvolti dai recenti restauri, è stata prevista l’illuminazione del prospetto principale, per esempio con punti luce posti sotto il livello del marciapiede.

  • samir 229
    20 mar 2010 alle 14:00

    la meravigliosa piazza San Domenica totalmente al buio la notte…che desolazione…

    la cattedrale idem (escluso il campanile del Palazzo arcivescovile..)…

    mi fermo qui…perchè sono centinaia i siti…dove un tempo c’era la luce…

  • monte_Pellegrino 597
    20 mar 2010 alle 14:05

    Turi77 concordo con te nel fatto che è questione di MANUTENZIONE ORDINARIA! La differenza tra paesi sviluppati e quelli del terzo mondo si vede proprio nella manutenzione delle cose!

  • MAQVEDA 17489
    20 mar 2010 alle 14:09

    Balck, sono perfettamente daccordo con quanto riportato nell’articolo, tranne che per una cosa. Il teatro Massimo ha secondo me un illuminazione serale artistica stupenda, e non necessita di ulteriore valorizzazione. La troppa luce appiattisce le cose, invece sono belli i giochi di luci e vaghe ombre come appunto al teatro, che rendono più “movimentato” e tridimensionale il monumento. per il resto, daccordo.

  • Franz in Panormus 1
    20 mar 2010 alle 17:05

    Che la pubblica amminstrazione non abbia i soldi per pagare sempre le bollette è un dato di fatto però credo che di base se avessimo assessori davvero interessati a valorizzare al meglio la nostra città, si potrebbero trovare soluzioni più economiche e utili per l’illuminazione.

    Oggi si parla tanto di fonti alternative e so di comuni che hanno adeguato i propri impianti di illuminazione con speciali lampade a led che risparmia energia e ottiene la stessa illuminazione, unico inconveniente l’acquisto iniziale che costa ma è ammortizzabile nel giro di pochi anni.

    Ancora esistono i pannelli solari, anche di piccole dimensioni come quelli che si vedono già in autostrada che con un accumulatore riesce a far lampeggiare i segnali posti a deliniare la curva che se ci pensiamo potrebbero esser installati per esempio giusto per cominciare in tutta via libertà, via maqueda fino alla stazione e in via roma.

    Poi per quanto riguarda l’illuminazione dei monumenti mi ricordo che hanni fa l’illuminazione del tribunale a giorno fu fatta grazie a fondi europei però non so se poi l’utilizzo e dunque il costo energetico sia sovvenzionato anche dai fondi europei (ho i miei dubbi)

    Un pò di invidia ci viene a guardare le foto che hai postato e scherzando mi viene da immaginare a come sarebbe vedere il ponte di via oreto o quello di viale regione (altezza baby luna) illuminati a giorno con le volte addobbate tipo albero di Natale e le luci che si rispecchiano sul fiume :D

  • alex72 122
    20 mar 2010 alle 17:49

    Anch’io sono d’accordo che le luci valorizzerebbero la città nel suo splendore. Una cosa che dovrebbe essere fatta è quella di illuminare tutti i monumenti e i palazzi più significativi in maniera più opportuna, facendo risaltare le loro forme artistiche. Sarebbe davvero bello vedere la città con il suo patrimonio storico-artistico totalmente illuminato! Ma purtroppo non sarà così chissà per quanto tempo ancora…..

  • RinoT 3
    21 mar 2010 alle 18:16

    Io e tutti gli abitanti della via Portella della ginestra, saremmo già felici, se funzionasse la normale illuminazione pubblica. Ormai spenta da mesi abbiamo perse le speranze, non fosse per i negozi della strada, saremmo al buio completo.
    Che vergogna………

  • roby1670 7
    22 mar 2010 alle 8:14

    Credo che si dovrebbe cominciare a intervenire sulla mentalità e sulla mancanza di cultura urbana e civile di questa città.
    Questo dell’illuminazione ,dei rifiuti, delle rapine della mafia ecc……… sono uno dei tanti motivi per il quale voglio andarmene al piu presto siete mai stati a Pisa,Parma,Udine,Treviso,Bolzano ……………….

    In conclusione credo che si dovrebbe illuminare il cervello di molta gente in questa città , in fondo e’ la nostra Palermo ,non valorizziamo solo allo stadio ma anche quando siamo fuori .
    Ciao Roberto

  • Daniele 444
    02 apr 2010 alle 12:02

    Ieri ero in giro e sono rimasto basito nel vedere la splendida fontana Pretoria (uno dei simboli di Palermo) al buio e senza acqua .. è vergognoso .. facciamoli smuovere!!


Lascia un Commento