27 feb 2010

Targhe alterne: da metà Marzo nuovo provvedimento


Nei giorni scorsi, ci siamo volutamente tirati fuori dal gran balletto di annunci e smentite, proprio per evitare di offrire solo confusione.
Sembra che adesso le idee siano chiare (o quasi):
I mezzi euro 0-1-2-3 saranno sottoposti al vincolo della circolazione a targhe alterne.Escluse le auto euro 4-4, ciclomotori e scooter e sicuramente tutta la carovana in possesso del mortificante e inglorioso “PASS”.
Stavolta però, il provvedimento non sarà esteso a tutta la città ma ad un perimetro molto ristretto compreso fra viale Regione Siciliana e la parte costiera.Escluse le borgate marinare.
Non ci resta che attendere la pubblicazione dell’ordinanza.

E ancora attendiamo: spostamento dei Pullman da via Brasa, i lavori per adeguare l’ingresso del parcheggio Basile ai bus, il PUT e la nuova Ztl che da esso nascerà, la nuova rete Amat, l’acquisto di nuovi Bus, il bike sharing, nuove corsie protette da cordoli (corso Tukory, viale Strasburgo, viale Michelangelo, via Roma, via Papireto, via L. Da Vinci e se fosse necessario pure la circonvallazione coi new jersey).Sembrerà assurdo ma dove vige anarchia e regna la legge del più indisciplinato, si rendono necessarie queste misure come i cordoli. C’è altro nell’elenco delle attese, tante altre cose da noi chieste e proposte.
Attendiamo i prossimi giorni, ma la nostra pazienza ha un limite…


amat palermoautobus palermoblocco auto palermobus palermocordoli palermofranscesco scomainfo targhe alterneinfo traffico palermomario parlavecchionuova rete amattarghe alternetarghe alterne palermoZTLztl palermo

Articolo precedente

15 commenti per “Targhe alterne: da metà Marzo nuovo provvedimento
  • marcozs 361
    27 feb 2010 alle 10:07

    Il put è pronto: che “ci” aspettano ad approvarlo?
    A che punto della discussione siamo?

  • mediomen 1140
    27 feb 2010 alle 10:30

    Provvedimento perfettamente inutile. La dimostrazione che i nostri amministratori sanno solo spendere inutilmente i nostri soldi.
    PS Io da mesi non utilizzo più l’auto per andare in centro.

  • monte_Pellegrino 597
    27 feb 2010 alle 10:39

    speriamo che il comune non faccia mai i cordoli in tutte quelle vie, dopo i risultati disastrosi avuti in via Ernesto Basile!

  • antony977 166000
    27 feb 2010 alle 14:17

    Speriamo che mettano altri cordoli in strade che ho citato, visto che in viale Strasburgo e in via Roma non ci sono pullman in sosta selvaggia.
    Anzi, in parte di via Roma ci sono già i cordoli, ma chissà dove sta tutto questo disastro :D
    Non è una questione di dare priorità al mezzo pubblico, ma dare precedenza alla gente che viaggia all’interno dei bus.
    Ricordo lo scorso anno, quando alla prima posa dei cordoli, molti (qualche politico incluso) cominciarono ad annunciare morti e disastri.Oggi ci si rende più conto dell’efficacia di essi.
    Anche il Comandante Di Peri ha affermato che “non bisogna utilizzare i cordoli come alibi per nascondere le proprie responsabilità in tema incidenti”.http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2010/01/24/sempre-ferma-la-nostra-posizione-sui-cordoli/
    Fra l’altro, anche il Put prevede soluzioni quali l’utilizzo di cordoli e new jersey

  • antony977 166000
    27 feb 2010 alle 14:18

    @marcozs, spero solo che il Put non affondi in Consiglio Comunale.Giusto sottoporlo ed eventuali accorgimenti migliorativi.
    Ma che la burocrazia non lo faccia bloccare.Sarebbe un grave danno.
    Sulle targhe alterne, personalmente non penso che sia la soluzione per combattere l’inquinamento

  • Portacarbone 70747
    27 feb 2010 alle 15:02

    *** L’utente Marco85 è stato bannato per comportamento provocatorio all’interno di questo post, e non solo. ***

  • monte_Pellegrino 597
    27 feb 2010 alle 19:03

    Ma vi rendete conto che in via Roma già ci sono due corsie riservate ai mezzi pubblici (una in un senso e l’altra in senso contrario)? Cosa resta al traffico privato? Uno stretto budello in mezzo! Così non può andare!

  • Paco 7942
    27 feb 2010 alle 20:22

    @ monte_pellegrino, il traffico privato in centro va abolito e nel resto della città quello pubblico DEVE avere sempre la precedenza su quello privato. Vogliamo diventare una città civile non restare una del terzo mondo.

  • monte_Pellegrino 597
    28 feb 2010 alle 9:24

    Paco, e dove la vedi sta civiltà, nell’abolire il traffico privato? Questa è una fissazione senza fondamenti e contro il buon senso!

  • blackmorpheus 54519
    28 feb 2010 alle 9:30

    @monte_Pellegrino

    Spiegami dove sta la mancanza di buon senso. Nel volerci guadagnare la salute? Nel voler risparmiare nei tempi di percorrenza? Nel potersi godere spazi pedonali a Palermo? Nel non perdere un’ora al giorno in mezzo al traffico? Nell’evitarsi lo stress di dover trovare parcheggio? Se questa è mancanza di buon senso, allora io mi autodefinisco un folle

  • monte_Pellegrino 597
    28 feb 2010 alle 10:12

    Allora blackmorpheus rispondo nel merito “democraticamente e senza preconcetti” alle tue argomentazioni, consapevole che sarebbe necessario discutere in merito per anni e non in poche righe quì e sperando che non ci si limiti a sterili botta e risposta che a nulla giova! Dicevi:
    1) Nel volerci guadagnare la salute?
    2) Nel voler risparmiare nei tempi di percorrenza?
    3) Nel potersi godere spazi pedonali a Palermo?
    4) Nel non perdere un’ora al giorno in mezzo al traffico?
    5) Nell’evitarsi lo stress di dover trovare parcheggio?

    per la n. 1) credo che tu intenda riferirti alle polveri sottili. A questo proposito leggiti quanto scrive l’ordine degli ingegneri in una eclatante relazione in cui si afferma che tali polveri siano dovute ai riscaldamenti e alle navi del porto. A questo proposito, riferisco un episodio riguardante un noto albergo che si affaccia sulla zona del porto e dove mi hanno detto che non possono tenere le tende che anneriscono immediatamente non appena arrivano i fumi delle ciminiere delle navi e che, per lo stesso motivo, in terrazza non si riesce a stare quando ci sono le navi in porto. Sarebbe interessantissimo se Qualcuno di questo sito facesse degli studi che mettessero in collegamento i tempi e i giorni dell’inquinamento con la presenza di navi nel porto! Inoltre tieni conto che già ci sono in commercio auto elettriche o ibride ad inquinameto Zero (dicasi Zero) e nel giro di pochissimi anni sostituiranno le auto a combustione: la gran varietà di proposte per produrre auto elettriche a Termini Imerese (ed a Carini) è di esempio!
    L’affermazione n. 2 e 4 sono la stessa cosa: Il vero risparmio nei tempi di percorrenza si avrà con la metropolitana sotterranea che non ostacola il traffico di superficie: questa è la vera conquista di civiltà! Inoltre deve stare nella scelta dei singoli decidere se usare la comodità dell’automobile con il suo bel portabagagli dove mettere gli acquisti, o prendere il sevizio pubblico dove, magari si quadagna un poco di tempo, ma non si possono portare cose pesanti! Come ho sempre affermato devono essere possibili ambedue le scelte!
    3) Per gli spazi pedonali non ho pregiudizi, come dicevo in altra occasione: che si facciano i posteggi sotterranei sotto le piazze e poi sarà bello per tutti pedonalizzare in superficie!
    5) Con la soluzione n. 3 (parcheggi sotterranei) si risolve anche lo stress per trovare un parcheggio!

  • blackmorpheus 54519
    28 feb 2010 alle 10:29

    Allora che le navi del porto costituiscano la totalità dell’inquinamento di Palermo è veramente assurdo. La zona porto non è neanche un decimo della città di Palermo e il traffico navale di Palermo non è sicuramente quello di Napoli o Genova. Ti ricordo anche che Palermo non è una città industriale, a differenza di città come Torino o Milano, ma nonostante ciò, da un rapporto risulta che Palermo inquina come una città industriale. E non ti parlo solo di inquinamento atmosferico, ma anche di inquinamento acustico. Tieni conto che per come è strutturata la città, con le sue strade strette, Palermo non è adatta a un traffico veicolare di tali proporzioni. E questo lo dimostrano le ore di traffico che ogni giorno dobbiamo affrontare in mezzo alle strade, tra smog, stress e delirio generale. Se poi aggiungi che il palermitano è un emerito porco al volante, allora la situazione peggiora notevolmente. Aggiungi pure che a Palermo la cultura dell’auto è diffusa, e diciamocelo chiaramente…l’auto ai palermitani piace, soprattutto perché sono lagnusi. Non si tratta qui di andare a fare la spesa, si tratta di prendere la macchina per comprarsi le sigarette dal tabaccaio o per andare a comprare il pane. Ogni famiglia ha di solito 2-3 auto, senza aggiungere motocicli ecc. Se consideri che le moto inquinano pure più delle auto, perché hanno meccanismi di combustione molto grezzi, allora il dato è davvero allarmante. In tutto ciò non riesco a comprendere dove stia la comodità nel dover affrontare questo inferno ogni giorno. Nessuno dice che non devi portarti la macchina per fare la spesa, quello che bisogna fare è abolire l’abuso dell’auto…che a Palermo costituisce il 90% degli automobilisti mi sa. I parcheggi sotterranei non potranno mai sopperire alla domanda di parcheggio che c’è in città, quindi possono essere una piccolissima valvola di sfogo, ma non risolveranno MAI il problema. I parcheggi vanno fatti in periferia, in modo da fare da interscambio con i mezzi pubblici. Ti ricordo anche che i tram saranno in corsia protetta, quindi sarà una vera e propria metropolitana di superficie, così come potranno esserlo gli autobus col nuovo piano AMAT e, se Dio vorrà, con tonnellate di cordoli. Quindi io ti ribadisco il mio sì all’auto, ma solo se VERAMENTE necessaria. Per tutto il resto ci saranno i mezzi pubblici. E comunque non puoi dirmi che la vera rivoluzione sarà la metropolitana quando in un tuo post tempo fa, criticasti Milano se non erro, per il fatto che consideravi stressante prendere la metro, aspettare (?), salire e scendere…è una questione culturale. Sei libero di pensarla come vuoi, ma non farmi intendere che sia un problema di alternative, se poi tu stesso hai ammesso di fregartene dell’alternativa perché ti piace l’auto. Tutte le principali città europee ormai investono solo sul trasporto pubblico, vedi Londra dove per entrare in centro con la macchina ti dissanguano. E’ normale che sia così, perché gli studi dimostrano che si risparmia nei tempi, nell’efficienza, e va tutto a vantaggio dell’ambiente e dell’economia. Perché non dimentichiamo che il traffico è soprattutto un enorme danno economico per la città

  • monte_Pellegrino 597
    28 feb 2010 alle 15:49

    blackmorpheus, mi fa molto piacere che dialoghiamo senza prevenzioni e magari troviamo più punti in comune di quanto si pensi! Non ricordo di avere detto in passato che a Milano era stressante la metropolitana, per la quale sono favorevolissimo, in qualunque cità e specialmente a Palermo!
    Invece ritengo settaria la risposta di freddie80.


Lascia un Commento