14 feb 2010

Blocco auto, un primo bilancio


Com’era prevedibile, la giornata senza traffico nel complesso non ha funzionato. Dai vostri commenti sembra che le cause siano imputabili a diversi fattori: mancanza di vigili, scarsi controlli ove fossero presenti, mancanza di comunicazione adeguata da parte del Comune e l’immancabile menefreghismo palermitano. Riceviamo anche notizia da diverse fonti che gli autobus sono rimasti praticamente vuoti, nonostante il biglietto oggi valesse per l’intera giornata e nonostante le alte frequenze. Un utente ha lamentato la difficoltà di reperire biglietti per il mezzo pubblico, senza possibilità di acquistarlo neanche dall’autista stesso. Sotto un certo aspetto, è normale che una città che non sia abituata all’utilizzo dei mezzi pubblici non possa cambiare dall’oggi al domani, l’importante è continuare ad insistere e diffondere questa cultura. Di pari passo però, altrettanto forte dovrebbe essere lo sforzo di comunicazione per eventi come questo che, se non organizzati a dovere, o non funzionano, o mettono a disagio un’intera città. Intanto ecco i nostri vigili all’opera, beccati stavolta all’incrocio tra via Oreto e via Fazello, e alcuni scatti di Corso Tukory, via Leonardo Da Vinci e viale Regione…
Edit: il video è stato girato alle 11:53 del 14/02/2010
httpv://www.youtube.com/watch?v=lMOsLkbTL0g

Numerose sono le contestazioni da parte di cittadini che hanno visto i vigili chiudere due occhi, anche se in certe zone le contravvenzioni sono state rilasciate. Certo è che, come al solito, se i tutori dell’ordine non dimostrano autorità e fermezza nel rispetto delle regole, da chi dovrebbero essere controllati i cittadini? E’ normale che una città senza controlli finisca nell’anarchia più totale. Quand’è che finirà questa presa in giro? I palermitani onesti oggi sono rimasti a casa senza prendere l’auto o hanno provato ad arrangiarsi in altri modi, è forse corretto che i furbi la facciano franca?

Poca gente al Nodo di Piazza Giotto

Un’insolita via Roma vuota…

Altra anomalia: i vigili urbani presso l’incrocio via Roma-Via V.Emanuele, anzichè multare le tante auto che confluivano, le dirottavano in direzione Piazza Marina…


blocco autoblocco auto 14 febbraioblocco auto 14 febbraio palermoblocco trafficoblocco traffico san valentinoinfrazionimobilita palermomultepolizia mucipale palermopolizia municipaleSegnalativigilivigili palermovigili urbani

59 commenti per “Blocco auto, un primo bilancio

Comment navigation

  • Phobos 24
    15 feb 2010 alle 17:52

    Non voglio trasformare questo dibattito in una sfida Catania/Palermo. Ma permettimi una replica.
    La tangenziale di Catania non è affatto in pianura ma ha numerosi tunnel e viadotti, infatti è quasi tutta in salita. Ci hanno solo pensato prima a farla.
    Le piazze di fronte al teatro Bellini e di fronte al duomo sono state di recente chiuse definitivamente al traffico.
    Per la trasformazione urbana cito il complesso residenziale dhome (in costruzione).
    I grandi uffici non sono permessi per quanto riguarda i privati nelle zone centrali. Vi è la zona industriale per contenerle e o fuori dal complesso centrale. Hanno avuto 2 anni di tempo per spostarsi e l’hanno fatto. Per esempio la sede call-center Vodafone.
    Infine metropolitana e anello sono in costruzione così come da noi e anche lì hanno in progetto la metropolitana leggera pedemontana.
    Non volevo fare queste ipotesi per lodare un altra città o dire che fa schifo la mia, ma l’idea di copiare è venuta prima al sindaco e al suo assessorato alla viabilità COPIANDO MILANO e TORINO. Il mio appunto è che ALTRI queste cose, NON LE FANNO, anche se sono messi peggio di noi come traffico. PRIMA LAVORANO PER RENDERE MIGLIORE IL TERRITORIO e Catania ci ha pensato per fortuna sua per tempo su molte cose (non su tutte) e poi si blocca il traffico e (sarà mia convinzione) UN POCO ALLA VOLTA.
    Un sindacalista mi ha detto: un buon accordo è quando le due parti sono entrambe insoddisfatte. Nel caso di ieri una parte (la municipalità) ha sommerso e vessato l’altra (il cittadino). Una via di mezzo sarebbe stata equa. E ripeto fino allo sfinimento: OK traffico e blocchi, ma non tutta la città e non tutte 9 ore.

  • Paco 7942
    15 feb 2010 alle 19:46

    La tangenziale è imparagonabile ti ripeto, una pianura contro una zona aspramente montuosa, costi sproporzionalmente opposti.

    2 piazze, non il centro storico, c’è una bella differenza.

    Seguo il thread di Catania su SSC e non ho mai sentito parlare del dhome e neanche su internet c’è traccia.

    Ti faccio un altro esempio, la sede del callcenter fastweb di Catania è in pieno centro tanto che i lavori della metro sono bloccati da tanto tempo perchè si trova nel percorso della metropolitana e c’è un aggravio di costi per cambiare un po’ la linea.

    L’anello ferroviario non è in costruzione a Catania, non esiste alcun progetto simile. Sai come nasce la metropolitana di catania? La vecchia ferrovia circumetnea fino agli anni 80 passava in mezzo al traffico della città, quasi fosse un tram, molto pericoloso. Decisero di interrarlo e il tratto finale venne trasformato in una pseudo metropolitana con 4 fermate. Adesso con i lavori la stanno rendendo migliore ma quella che c’è attualmente in esercizio non può realmente definirsi tale.

    Inoltre ti invito a dare un’occhiata al passante ferroviario in costruzione a CT ed il nostro. Sono due sistemi molto differenti. Il nostro, come le s-bahn tedesche, sarà una vera metropolitana. E non sottovalutare l’impatto che avranno i tram in sede protetta.

    Migliorie stradali anche da noi si sono fatte (per gli ultimi 20 anni ti posso citare: raccordo autostradale belgio/tommaso natale, via croce rossa, sottopasso belgio, sottopasso lazio, sottopasso leonardo da vinci, sottopasso pitrè, svincolo brancaccio, svincolo tommaso natale, ridefinizione stradale quartiere brancaccio, via bernini, via dell’olimpo, via lanza di scalea) e altre sono in vista. I cantieri per ponte corleone e sottopasso perpignano vennero appaltati a suo tempo, i problemi nacquero a causa della ditta inadempiente. Altrimenti adesso avremmo una circonvallazione molto più utile, mancherebbero all’appello sono il sottopasso oreto e lo svincolo francia. Naturalmente molto altro serve per arrivare a livelli più che decenti ma non si è stati con le mani in mano.

    Il blocco del traffico fatto di DOMENICA, non un giorno settimanale, e in orari lontani dalle aperture degli uffici (10/19) non vessa nessuno, è solo un piccolo sacrificio per la salute di tutti. Ma a Palermo ogni cambiamento è visto come un affronto (anche se funziona bene, vedi senso unico in via Ugo La Malfa che aveva azzerato il traffico).

  • Phobos 24
    15 feb 2010 alle 20:14

    Ecco lo sapevo. E’ finita dove non volevo che finisse.
    Vai a vederti il forum di skyscrapercity sulle discussioni di Catania e poi parliamo se quello che scrivo non esiste. E non paragoniamo cose che ci sono reali con cose che FORSE verranno.
    E poi … proprio il senso unico su via Ugo la Malfa dovevi scrivere … ti dovrebbero rispondere tutta la gente che impazzisce per fare la tratta da via Belgio verso Auchan …
    E concludo definitivamente senza più altro aggiungere che la DOMENICA c’è GENTE che lavora! Io e altre 30 persone dovevamo entrare alle 14:30 e concluedere alle 22:30 …

  • Viajero Solitario 2
    15 feb 2010 alle 21:23

    Phobos, gli autobus c’erano anche a quell’ora, anzi ci sono pure due linee notturne che girano quasi tutta la città. E i tassisti, per la giornata, avevano concordato una tariffa di 7€ per i spostamenti nell’ambito cittadino. Io non dovevo lavorare, potevo starmene a casa per i cazzi miei, eppure non ho voluto sentirmi recluso. Quando posso, sia per università, che per altri motivi, lascio la macchina dove posso e prendo i mezzi. Perché a conti fatti, tra il traffico, parcheggio che non si trova mai e, quando lo trovi, è a pagamento (come in tutto il policlinico, ad esempio, e se osi parcheggiare fuori te la devastano), benzina, il guadagno di tempo e denaro è minimo. Ci dobbiamo solo adattare, ne guadagneremmo tutti. E accettare che non si può avere tutto sottomano e creare il caos per la città.

  • jackcaribe 2
    15 feb 2010 alle 23:26

    ciao a tutti, scusate, ma che senso ha bloccare una città intera, queste cose solo a palermo possono succedere, specialmente in questi giorni che ha piovuto così tanto (bisognerebbe spiegare ai signori del comune che l’acqua solubilizza l’anidride carbonica e che piove da 1 settimana).
    QUINDI, che senso ha bloccare il traffico, quando c’è inquinamento ZERO!!!!

  • samir 230
    16 feb 2010 alle 11:54

    @Francy1000:
    il lavoro del vigile urbano è questo…basta giustificazioni!…
    è una vergogna questo video! le auto non fermate! e la povera gente onesta a vagabondare alla ricerca di un misero biglietto del Bus che non si trovava!!!
    meglio lasciare perdere…
    BASTA GIUSTIFICAZIONI! QUESTI VIGILI SE IL CODICE PENALE DICE CHE DEVONO FARSI 2 ANNI SE LI DEVONO FARE..!!! HANNO OMESSO UNA COSA CHE DEVONO FARE! FARE RISPETTARE LA LEGGE.
    anche da qua si vede che i vigili sono palemritani!!!..nella media nela norma…..nella loro mediocrità!

  • Paco 7942
    16 feb 2010 alle 12:37

    @ Phobos,
    quando dico SSC intendo proprio Scyscrapercity

    su questo forum ci sono tantissime opere che stano costruendo, non del mondo dei sogni, se devi criticare solo per partito preso non mi sembra il luogo adatto

    per via ugo la malfa, io ci lavoro ed ho dovuto cambiare percorso prendevo la via tranchina e scendevo fino al mio ufficio. Allungavo un po’ la strada ma FINALMENTE non rimanevo bloccato la mattina perchè c’erano camion, pullman, autobus e centinaia di macchine. La strada era scorrevole. Via ugo la malfa NON è fatta per un simile traffico a doppio senso, è troppo stretta.

  • marco85 15
    16 feb 2010 alle 14:11

    Al contrario di come dice Morfeo c’è più di una persona che la pensa come me (anzi su 600mila abitanti che ha Palermo 500mila sicuramente la pensano come me) però è giusto rispettare le minoranze come vostre (sto facendo una tesi in antropologia culturale quindi mi viene proprio facile)….stimo davvero Phobos, che a parte l’esempio illuminante di Catania, ha detto una cosa: ve ne rendete conto che le migliorie su infrastrutture e mezzi pubblici non vanno pari passo con i piani ambientali?..è razionale che le due cose non devono andare di passo..però intanto vi date una zappa sui piedi portando avanti, in maniera oggettivamente sbagliatissima, in contemporanea le due situazioni..e io non credo che voi siate delle persone irrazionali. Quindi cercate di assumere il pensiero maggioritario su sta cosa o dobbiamo pensare c’è qualcosa sotto il vostro comportamento?e se poi metteranno la centrale nucleare (su cui sn d’accordissimo dal momento che non dovremo dipendere più in materia di energia dagli altri paesi) sotto casa vostra?immagino che tutti gli articoli siano solo su quello?
    p.s. come ben sapete io non mi nascondo dietro un nick…io non sono come una di quelle tante m…e dei black block che stanno devastando Vancouver..dovrebbero essere imprigionati a vita!! (e scusate l’off-topic del post scriptum)

  • huge 2192
    16 feb 2010 alle 14:49

    E perche’ mai migliorie delle infrastrutture e dei mezzi pubblici non andrebbero d’accordo con una politica ambientale equilibrata?

    Migliori mezzi pubblici significa meno auto in giro, quindi meno inquinamento.

  • blackmorpheus 54519
    16 feb 2010 alle 14:54

    @marco85

    io intanto non ho detto che nessuno la pensa come te, ho detto che altri non la pensano come te, che è una cosa diversa. Era per sottolineare che la tua opinione non è univoca, ma che c’è gente che ha comunque apprezzato la domenica a piedi. E in ogni caso non è questione di tutelare una minoranza o meno. Ma se ci vieni a tacciare di ipocrisia, permetti che una risposta te la devo dare non credi? Anche perché come ti ho già spiegato, per me è ipocrita venirsi a lamentare quando si impedisce alle auto di circolare, e poi far finta di niente invece quando nel traffico ci si marcisce. Con questo non voglio dire che deve essere o bianco o nero, anche io sono convinto che questa domenica a piedi non serva assolutamente a nulla, se non per godersi un po’ la città. Le infrastrutture si stanno costruendo, per quanti problemi ci possano essere. Noi in ogni caso monitoriamo costantemente i lavori per vedere se ci sono intoppi o meno. Noi assumiamo il pensiero che riteniamo più giusto assumere, e in questo caso abbiamo incentrato il problema sui mancati controlli e la mancata organizzazione da parte del comune che ha causato enormi disagi. Questo non vuol dire che non dobbiamo rispettare anche opinioni altrui, tanto è vero che la tua la rispetto, basta che non vieni a dire che chi non la pensa come te è un ipocrita. C’è qualcosa sotto il nostro comportamento? Cos’è? Stai cercando di fare cabaret? Noi non prendiamo un solo euro per quello che facciamo, e tutti quelli che ci seguono lo sanno…dedichiamo un sacco di tempo a questa attività solo per passione, e per cercare di diffondere una mentalità diversa nella gente. Il minimo che ci aspettiamo è di non essere insultati in questo modo. Sulle centrali nucleari ti posso dire che anche tra di noi non abbiamo pareri concordi, ma questo non ci impedisce di portare avanti serenamente il nostro lavoro, è normale non pensarla allo stesso modo su tutti gli argomenti. Quindi la conclusione del tuo discorso in linea sommaria non l’ho capita

  • antony977 166000
    16 feb 2010 alle 16:14

    @marco85, affermi “…ve ne rendete conto che le migliorie su infrastrutture e mezzi pubblici non vanno pari passo con i piani ambientali?”

    E perchè mai?Migliorare il servizio pubblico significa incentivare la gente a fare a meno della propria auto.Ergo, meno auto significa migliorare la qualità dell’aria e ottimizzare la circolazione dei mezzi pubblici.
    Il car-sharing è anche un autorevole esempio di mobilità collettiva, e smentisce categoricamente quanto affermi.
    Ti avevo invitato a leggerti quanto trascritto nei mesi passati in questo sito, ma evidentemente non l’hai fatto e continui a parlare per partito preso….

  • marco85 15
    16 feb 2010 alle 20:40

    “…ve ne rendete conto che le migliorie su infrastrutture e mezzi pubblici non vanno pari passo con i piani ambientali?”

    Perdonatemi se mi sn espresso male…rettifico il mio pensiero:”io sono convinto che prima debbano venire le infrastutture e le migliorie dei servizi pubblici e poi tutte quelle decisione per ridurre l’inquinamento ambientale”…ora è tutto chiaro??

    Io sono altrettanto convinto che il sito è fatto bene e che il vostro lavoro è utilissimo (questo è pure chiaro?) però l’unica cirtica è relativa a questa frase di chi ha scritto questo articolo:
    “Sotto un certo aspetto, è normale che una città che non sia abituata all’utilizzo dei mezzi pubblici non possa cambiare dall’oggi al domani, l’importante è continuare ad insistere e diffondere questa cultura”

    Si vede lontano un miglio che il vostro intento è colpire il povero cittadino palermitano invece che colpire l’unico colpevole: il comune di Palermo. E la cosa che mi colpisce di più è che voi siete di sinistra e difendete un’amministrazione di destra (a questo mi riferivo al c’è qualcosa sotto)

    Io non so se qualcuno di voi sia laureato o scriva nei giornali ma sappiate che chi scrivi articoli come i vostri deve essere assolutamente IMPARZIALE!!Ecco perchè dà fastidio agli utenti vedere un opinione nell’articolo.
    Se l’autore vuole scrivere una propria opinione che lo faccia nei commenti come un normale utente.

    Chiaramente il mio è solo un consiglio da spettatore!Spero che lo seguiate! E SAPPIATE CHE IO NON VOGLIO SCREDITARVI…IO VI AMMIRO!!

    p.s. Paco l’indifferenza è la miglior arma ahahah

  • blackmorpheus 54519
    16 feb 2010 alle 20:59

    @marco85

    le nostre idee politiche non hanno alcuna importanza, il sito è totalmente imparziale, e uno dei principi sui quali siamo fondati è proprio l’essere APARTITICI. Non ci interessa difendere nessuno, né tantomeno lo stiamo facendo in questa occasione, tanto è vero che ho criticato il comune per l’organizzazione. Il punto è che hai dato una tua interpretazione personale a quella frase, perché quello che volevo dire è che anche ipotizzando che ci fossero tutti i mezzi pubblici che desideriamo, stai tranquillo che la giornata sarebbe stata comunque un fallimento, perché non puoi cambiare le abitudini di una città che è abituata a muoversi in macchina così di punto in bianco. Per diffondere la cultura della mobilità alternativa non servono solo le infrastrutture, serve anche un cambiamento di mentalità. L’obiettivo del mio articolo veramente era quello di dimostrare come la giornata blocco traffico sia stata un fallimento, non avevo certo intenzione di aprire un dibattito sul genere “è giusto o meno”, perché personalmente mi trovo contrario. Ma il punto su cui mi volevo focalizzare è l’estrema mancanza dei vigili urbani nel far rispettare le ordinanze, per quanto giuste o sbagliate siano, la totale disorganizzazione del comune di Palermo che ha preteso di chiudere un’intera città senza sapere se ci fossero le condizioni per farlo, se si sarebbe guadagnato qualcosa da tutto questo e COME avrebbero potuto metterlo in pratica. E infine ho voluto anche criticare i palermitani, che tanto poveri non sono, ma che anzi approfittano spesso di una città allo sbando, per abusarne a proprio piacimento, in barba al rispetto per qualsiasi regola. In altre città civili, la gente non si chiede se un provvedimento sia giusto o sbagliato, INNANZITUTTO lo rispetta, perché così deve fare il cittadino che si adegua alla legge, e poi si mette in discussione. Se non cominciamo a ragionare da persone civili, è ovvio che il cambiamento non avverrà mai. Il problema è che molti sono convinti che questa città debba essere salvata da qualche politico illuminato che un giorno riporterà questa città alla luce…un politico che probabilmente non verrà mai. E’ il solito gioco dello scarica-barile, dove tutti si aspettano che siano gli altri a fare qualcosa, senza scendere in campo personalmente. Io non ti sto attaccando, ti sto spiegando il mio punto di vista perché trovo che le tue considerazioni verso di noi siano sbagliate e di conseguenza ingiuste. Detto ciò, per me la faccenda è chiusa, non era mia intenzione alzare questo polverone, ma è importante chiarire certe cose perché gli altri che leggono non vengano tratti in inganno

  • antony977 166000
    17 feb 2010 alle 1:06

    “Si vede lontano un miglio che il vostro intento è colpire il povero cittadino palermitano invece che colpire l’unico colpevole: il comune di Palermo. E la cosa che mi colpisce di più è che voi siete di sinistra e difendete un’amministrazione di destra (a questo mi riferivo al c’è qualcosa sotto)”

    Ti ho inviato a rileggere tutto il sito, ma ancora continui a sentenziare cose fuori dal comune.
    E ad ogni modo: sostenere la legalità in una città dove vige la più assoluta anarchia, la cittadinanza attiva, politiche a favore del trasporto pubblico, pubblicizzare le costruende infrastrutture, saper interloquire con la pubblica amministrazione, mettere a risalto le criticità di provvedimenti quali il blocco auto, saper essere costruttivi e propositivi……..non mi sembra che tutto ciò vada a colpire il povero cittadino.
    La frase (che tu citi),riportata nell’articolo è abbastanza chiara, e non vedo quali dubbi possa sollevare.Anche nei giorni precedenti al blocco, si mostravano molte perplessità su questo provvedimento.
    Devo considerare le tue affermazioni come una provocazione gratuita?mi auguro di no.

  • mediomen 1140
    17 feb 2010 alle 23:10

    Come promesso nel post precedente, ho prelevato i dati di rilevamento delle centraline, dal sito AMIA, per il mese di Febbraio, ed ho realizzato il grafico seguente.
    http://i671.photobucket.com/albums/vv77/mediomen/FEB.jpg
    Si tenga presente che i dati forniti non sono “certificati”, come indicato nel sito, potrebbero variare ??
    Ho analizzato solo i dati delle polveri respirabili, in quanto sono quelli che sforano il limite.
    Ciascuno può valutare come crede, ma alcuni dati saltano all’occhio.
    Il giorno 14, giorno del blocco della circolazione c’è stato un picco verso il basso, ma anche il giorno 12 e 10, peraltro giorni lavorativi e con piena circolazione dei mezzi.
    I giorni 4 e 5 sono stati giorni critici, ma anche ieri giorno 16 c’è stato un picco in alto, anche dopo 2 giorni che non si vi è stato traffico.
    le centraline che sforano sono sempre le stesse, anche se ciò potrebbe essere falsato dalla mancanza di dati in alcune centraline, scarsa manutenzione ??
    Il blocco della circolazione risolve il problema ? Oppure dobbiamo trovare anche altre cause.

  • marco85 15
    18 feb 2010 alle 22:44

    NIENTE….MI ARRENDO!
    NON RISPONDO NEMMENO PERCHE’ NON SONO STATO CAPITO FIN DALL’INIZIO…SARA’ PER VIA DEL MIO SCORRETTO MODO DI ESPRIMERMI!
    MA POI PURE TU ANTONIO..SONO RIMASTO DELUSO E ATTONITO..E VABBE
    ALLA PROSSIMA DISCUSSIONE

  • jinksy 5
    21 feb 2010 alle 15:52

    Ecco. vedete che la pensate come me? I vigili o non ci sono o se ci sono multe non ne fanno!!


Lascia un Commento