08 feb 2010

Oggi parte la differenziata in alcune zone della città


Come preannunciato, oggi inizia in alcuni quartieri della città la sperimentazione della raccolta differenziata porta a porta.

Cercheremo di capire se e come funziona, e quali possibili miglioramenti possono essere apportati al sistema. In merito, riportiamo una segnalazione di un utente che si è interessato alla vicenda:

L’altro giorno ho letto sul Giornale di Sicilia un articolo interessante sulla prossima sperimentazione della raccolta differenziata porta a porta a Palermo. L’articolo riportava principalmente le opinioni (lamentele ma anche critiche costruttive) di alcuni cittadini residenti nelle zone interessate dalla sperimentazione.

In pratica la differenziata sarà realizzata utilizzando piccoli cassonetti di plastica (come quelli già utilizzati in passato) da sistemare all’interno dei palazzi/residence/condomini (e non per la strada come qualcuno aveva ipotizzato). I netturbini effettueranno la raccolta secondo il calendario che abbiamo visto nel post precedente in materia, cioè a giorni alterni a seconda del tipo di rifiuto ma comunque sempre dalle 20,00 alle 22,00.

Le problematiche sollevate dai cittadini intervistati sono principalmente 2:

Problema n.1: molti condomini non hanno spazi esterni dove mettere i cassonetti (molti condomini sono semplici palazzi che si affacciano direttamente sulla strada) quindi sono stati costretti a sistemarli nei sottoscala con il problema di salire ogni giorno i cassonetti dal sottoscala per permettere ai netturbini di svuotarli. E se si saltasse un turno di raccolta per un motivo X (sciopero dei netturbini, guasto al camion, ecc.ecc.) i cassonetti dovrebbero stare pieni nel sottoscala fino al turno successivo con l’evidente problema dei cattivi odori (quantomeno per i rifiuti organici).

Problema n.2: all’orario in cui si effettua la raccolta i portieri dei vari stabili hanno già finito il loro orario di lavoro, per cui dovranno essere gli stessi residenti, magari a turno, a salire i cassonetti dal sottoscala e ad aprire il portone ai netturbini (e questa è la cosa che preoccupa di più i cittadini palermitani, per natura un po’ indolenti).

Aspettiamo dunque che questo servizio entri a regime per vedere come verranno affrontati queste prime problematiche.


palermo differenziaporta a portaraccolta rifiutirifiuti

29 commenti per “Oggi parte la differenziata in alcune zone della città

Comment navigation

  • Roberto1 520
    09 feb 2010 alle 9:21

    @Daniele: purtroppo nell’altra parte della città c’è ancora il problema di educare la gente a buttare la spazzatura nei cassonetti e non dove capita! Non oso pensare cosa potrebbe succedere nel mio quartiere (via dei Cantieri) con una iniziativa del genere. Già si formano discariche ogni giorno solo perchè a certa gente (porci) scoccia il fatto di fare un po’ di strada per arrivare ai cassonetti. Intorno ai cassonetti poi c’è sempre uno schifo anche se questi sono vuoti.
    E lo stesso discorso vale per tante altre zone di Palermo dove a volte è anche peggio.

  • huge 2211
    09 feb 2010 alle 13:18

    Dove portano la differenziata? Qualcuno s’era posto la domanda.
    Da un articolo di Repubblica.it l’umido viene portato all’impianto di compostaggio di Alcamo, la carta alla Comieco in viale Regione Siciliana.

    A quanto pare i primi risultati sono stati così così.
    Molti hanno disertato il nuovo sistema. Alcuni preferendo continuare a gettare i rifiuti nei cassenetti normali, se ancora presenti, altri li hanno abbandonati vicino alle campane per il vetro o semplicemente dov’era posti i contenitori prima che li togliessero.

    Chiaramente è troppo presto per dare qualsiasi tipo di giudizio. Vedremo dopo qualche settimana.

  • Antony82 140
    09 feb 2010 alle 14:49

    Il sistema proposto da caudino in base all’esperienza già in atto da almeno un decennio a Benevento e Salerno si potrà attuare qui solo dopo che andrà a regime, e in tutta la città, la raccolta differenziata. è un’ottima soluzione ma intraprendiamo il percorso passo dopo passo.

  • peppe.pa 0
    09 feb 2010 alle 15:18

    Un sistema del genere è partito in provincia di Trapani, il 1 Settembre, dove villeggio tutte le estati… Il tutto è partito tra mille lamentele, ma credetemi, è una cosa facilissima.

    Ci hanno consegnato il calendario dal 2009 al 2011 con tutte le date previste per la raccolta di carta, plastica, umido, indifferenziato vetro e alluminio. Dopo un po’ di rodaggio, il tutto diventa automatico.

    Basta mille lamentele, ERA ORA!

  • huge 2211
    09 feb 2010 alle 22:11

    Sì, avevo visto l’articolo riportato da Calò su skyscrapercity.
    Meglio così. :)
    Quanto avevo scritto l’avevo letto stamane su repubblica.it.

  • Roberto1 520
    10 feb 2010 alle 11:14

    @Paco: è vero che c’è stato un boom di raccolta di carta e cartone ma è anche vero quello che raccontava huge. Per ammissione della stessa AMIA sono stati abbandonati sacchetti di rifiuti un po’ dovunque, specialmente in prossimità delle campane per la raccolta del vetro. L’AMIA afferma che si aspettava questa cosa e che adesso sta chiedendo il supporto dei Vigili Urbani. Vedremo fra qualche settimana. Comunque spero che NON SI TORNI INDIETRO PER NESSUN MOTIVO e si colpiscano gli incivili!!!

  • Luigi61 1
    14 feb 2010 alle 11:29

    Non avendo servizio di portierato, il mio condominio si è rivolto ad una ditta esterna che si occupa di uscire i contenitori la sera alle 20.00 e rientrarli la mattina. Il risultato è che, dovendo pagare questo servizio, praticamente ciò che ogni famiglia annualmente deve pagare per la tarsu è aumentato. Condivido in pieno la raccolta differenziata. Credo però che si debbano migliorare le modalità- Inoltre ci vorrebbero più controlli per i furbetti che continuano a lasciare cartoni e sacchetti di spazzatura per la strada.

  • freddie80 1052
    14 feb 2010 alle 12:44

    @Luigi
    scusa mi pare un peccato “iccari picciuli” così…non potete fare un calendario? il lunedì il contenitore lo esce tizio, il martedì caio…se uno per una volta non può affida il turno al vicino di casa etc…rivolgersi addirittura ad una ditta per farsi uscire il bidone dal portone mi sembra uno spreco pazzesco! A meno che non è un palazzo di via Principe di Belmonte e siete tutti ricchi ;-)


Lascia un Commento