05 feb 2010

Palermo abusiva…


Da qualche settimana è attivo il servizio Street View di Google Maps anche a Palermo. Nonostante gli sforzi della casa di Seattle per cercare di nascondere l’onnipresente immondizia, c’è un’altra piaga che purtroppo non sono riusciti a celare…



Trattasi dei parcheggiatori abusivi: mafiosi, estortori e spesso pregiudicati che ci costringono ogni giorno a pagare questo pizzo sotto minacce, insulti, ricatti e, a volte, anche attraverso l’uso della violenza.

Si è parlato in questi giorni della questione rom e del fatto che questa gente si appropri di spazi che dovrebbero essere nostri, ma come al solito è sempre più facile prendersela con gli stranieri piuttosto che guardare all’immondizia dentro casa nostra. Si perché a Palermo c’è il malcostume, purtroppo anche dalla parte delle istituzioni, di etichettare questa gente come “poveri patri i famigghia ca s’hannu a buscari u panuzzu”.

La cosa più scandalosa è che un atto così grave e illecito venga ignorato fin troppo spesso dalla nostra amministrazione, lasciando per lo più il compito di occuparsene alle forze dell’ordine già decimate dai tagli alla sicurezza dell’ultima finanziaria, che più di qualche intervento sporadico non riescono a compiere (quando hanno l’intenzione di farlo, visto che molti fanno finta di nulla). E’ questa la cultura della legalità che ci ritroviamo? E’ così che le istituzioni tutelano i cittadini?

Tanto si è fatto negli ultimi anni per combattere il pizzo, grazie specialmente a bellissime realtà quali “Addio Pizzo”, e grazie al coraggio di numerosi imprenditori che rifiutano di violentare la propria dignità in questo modo. Ma non è forse anche questo un pizzo? Non ci priva anche questo della nostra libertà? Allora, visto che come al solito chi dovrebbe tutelarci fa veramente poco, cominciamo noi con l’opporci a tutto questo.

Combattiamo i parcheggiatori abusivi colpendoli nell’unico punto debole: il portafogli. Ogni giorno centinaia di euro finiscono nelle tasche di questi criminali, e migliaia nelle tasche dei mafiosi che li hanno messi al loro posto. Pagare un parcheggiatore equivale a finanziare direttamente la mafia. Cominciamo a capirlo e cambiamo tutto questo


comuneestorsionemafiamobilita palermoparcheggiatoriparcheggiatori abusiviparcheggioSegnalati

19 commenti per “Palermo abusiva…
  • marce982 216
    05 feb 2010 alle 14:19

    Io mi rifiuto sempre di pagare e ne pago le conseguenze sulla mia automobile.
    Ci vuole fermezza e dire no agli abusivi!

  • Virus 11
    05 feb 2010 alle 14:30

    Quello che dici è vero e sono pienamente d’accordo con te.
    Però vorrei fare notare che il parcheggiatore abusivo non è un problema esclusivo della città di Palermo, ma bensì di tutta l’Italia, come si può leggere in queste pagine:

    http://www.lastampa.it/_web/CMSTP/tmplRubriche/base/grubrica.asp?ID_blog=99&ID_articolo=2&ID_sezione=181&sezione=

    http://iltempo.ilsole24ore.com/roma/2009/03/03/996359-parcheggiatori_abusivi_tribunale.shtml

    http://corrieredelveneto.corriere.it/veneto/notizie/cronaca/2010/15-gennaio-2010/parcheggiatori-abusivi-pieno-centro-1602293732041.shtml

    etc. etc.

    Ora con questo non voglio dire che “mal comune mezzo gaudio”, ma che di questo problema probabilmente dovrebbe occuparsene il governo ed il ministero dell’interno, visto che è un problema che coinvolge tutto il territorio nazionale.
    Tuttavia noi possiamo fare la nostra parte.

  • blackmorpheus 54519
    05 feb 2010 alle 14:31

    più che coraggio ci vuole unione…se tutti insieme decidessimo di non pagare più, allora non avrebbero più neanche senso le intimidazioni. Ma le intimidazioni vengono compiute proprio perché sanno che spesso così ottengono l’effetto sperato. Bisogna essere categorici, e mostrarsi più sfacciati di loro.

  • civispanormitanus 164
    05 feb 2010 alle 15:15

    Si ma le intimidazioni possono diventare atti di violenza ed è in questo che serve la polizia; senza l’appoggio delle forze dell’ordine possiamo fare ben poco..

  • griffild 327
    05 feb 2010 alle 16:13

    per fortuna non lavoro in centro, ma molti mie amici si, e PURTROPPO, devono scendere a patti con questa gente dandogli un tot al mese e magari dirgli pure grazie…. io proprio non lo sopporto nn li pago e nn li pagherò mai.
    tanto per la cronaca la seconda foto è il posteggiatore di piazza bellini vicino la famosa pizzeria, non appena finisce di “lavorare” va dritto dritto al bingo a giocarsi tutto…. altro che ” buscarisi u pani pi campari a famigghia”…

  • ciko 85
    05 feb 2010 alle 17:20

    Personalmente non li pago quasi mai a questi “parassiti”…
    io farei una bella legge: una bella multa a chi paga questa gentaglia, in modo tale da poter rispondere tranquillamente “non prendertela, ma non voglio farmi multare per un caffè”….

  • dreamboy 137
    05 feb 2010 alle 18:28

    Vogliamo parlare invece dei posteggiatori abusivi delle discoteche? Quelli sono i peggiori in assoluto e propongono una tariffa fissa che spesso è di 2 euro. Parlo di quelli davanti delle discoteche Goà, Scalea, Rise Up, Bier Garten. Loro esistono perchè ci siamo noi (anzi ci siete VOI, perchè io non li pago più) che li paghiamo. Se tutti si decidessero a non pagarli più questi scomparirebbero perchè perderebbero soltanto tempo inutile. Inoltre loro sanno che noi abbiamo paura di loro, pensiamo che possano fare chissà che cosa alla macchina. Io non li pago, nonostante il loro attegiamento di ricatto, e non ho mai trovato un graffio alla macchina. Ricordate che “can che abbaia non morde”. A loro non conviene fare danni alle macchine degli automobilisti “ribelli” perchè altrimenti dovrebbero scomparire dalla loro zona di appartenenza. E anche se mi graffiassero la macchina, che cosa otterrebbero? D’accordo che è un pizzo, però io posso decidere di non posteggiare più la macchina in quella strada. Invece il negozio non si può spostare, in un certo senso sei obbligato a pagare il pizzo che ti chiedono.
    Una soluzione per combattere i posteggiatori abusivi sarebbe quella di istituire dei vigilantes che guardano le macchine. Il pagamento dovrebbe essere di un euro con tanto di ricevuta fiscale.
    Invece di mettere delle inutili guardie giurate nella segreteria universitaria che hanno il compito di impedire l’accesso agli studenti fuori dall’orario di apertura per non fare stancare ulteriormente i poveri segretati ben pagati ma che non fanno un cazzo perchè queste guardie giurate non le mettono dove ci sono i posteggiatori abusivi?

  • blackmorpheus 54519
    05 feb 2010 alle 18:44

    @dreamboy

    2 euro??? l’unica volta che mi hanno convinto ad andare al Gorky, questa feccia aveva il coraggio di chiedere 4 euro a persona. Ovviamente ho preso e me ne sono andato

  • vicio83 7
    05 feb 2010 alle 19:49

    e basta con ste cose…. dobbiamo unirci per NON pagare.. vi è solo un modo.. repressione allo stato puro.. io vorrei sapere se tra di noi c’è un giornalista iscritto all albo che posso fare una bella intervista al comandante della polizia municipale, e capire xke ancora oggi non faccia rispettare questa norma.. articolo 7, comma 15 bis CDS, e metterli in ridicolo alla grande… appena si attiva la stampa all’istante le cose si sistemano. il bello è che se tu li kiami.. in piena notte xke uno di estorce 2 euro.. lo sai che ti rispondono… anzi.. lo sapete..

  • thericcio 87
    05 feb 2010 alle 22:14

    nn lo fanno perchè li rischiano la vita… ricordiamoci che sta gente nn ha nulla da perdere e che hanno le spalle coperte… io già vedo la scena, la petix che cerca di intervistarli, urla, spintoni, arrivano le forze dell’ordine, chiedono i documenti alla petix mentre gli abusivi spariscono… bel servizio…

  • Metropolitano 3347
    05 feb 2010 alle 23:04

    Fate bene a rifiutare di pagarli, specialmente se sono italiani e non extracomunitari immigrati. Coloro che vessano sono degli abusivi di questa atroce città. Se devo uscire per andare in un pub o una disco nel mio stesso quartiere ormai mi muovo a piedi. Di giorno idem quando vado per prendermi un caffè o cerco delle persone e vado nei negozi.

  • dreamboy 137
    06 feb 2010 alle 0:05

    Poi quando esci dalla macchina è loro abitudine dire “buonaseeeeeraaa”. Salutate, ma non gli date i soldi.

  • Niki 41
    06 feb 2010 alle 0:30

    Questa piaga mi ha fatto da sempre molto pensare.
    Io ho uno studio in centro. 4 saracinesche dove tutta la strada è un parcheggio in doppia fila gestito dal parcheggiatore.

    Quasi tutti i giorni ho un motivo per arrabbiarmi con lui, allo stesso modo ogni tanto mi viene quasi in mente di regalargli qualcosa per fare in modo che renda la vita facile ai miei clienti.

    Ma poi mi rinsavisco subito, parlo con i miei clienti e li convinco a non dargli nulla. Io ero la prima che arrivasse lui. Per cui è lui che si deve adattare a me e non il contrario.

    Dico proprio questo ai miei clienti: “se si avvicina e saluta, salutate anche voi e andatevene”.

    Questo è in casa, invece quando vado in giro, se li incontro faccia di culo e gli dico:”Non ho monete” Poi voglio vedere se ha la faccia di legnarmi.

  • Antony82 140
    06 feb 2010 alle 0:46

    Salve a tutti! Sono pienamente d’accordo con la campagna da voi intrapresa e spero che ogni cittadino degno di questo nome ponga in essere una volta e per tutte un atteggiamneto di chiara opposizione nei confronti di questi “bravi e onesti lavoratori”. A proposito di Street View, qualche settimana fà, dando un’occhiata con questo strumento alle strade dello z.e.n.2, riflettevo su due aspetti: 1) gli immancabili cumuli d’immondizia che traboccavano dai cassonetti (vero a.m.i.a?); 2) questa invece è un’esclamazione: sono troppo osceni quei scatoloni di cemento color sabbia! Su quest’ultimo punto non posso che esprimere il mio desiderio che possano esser un giorno rasi al suolo gradualmente come è giusto che sia!! Ovviamente dopo che si sia data una sistemazione decente ai residenti di quelle oscenità archietettoniche. Già oscenità….(vero Gregotti & co.?)

  • vicio83 7
    06 feb 2010 alle 13:00

    io ripeto facciamo una bella intervista UMILIANTE al comandante dei vigili urbani e capire xke non sanno svolgere il loro lavoro: se vi è una norma questa la si deve fare applicare. le multe non devono essere irrogate solo a chi passa col rosso… capite cosa intendo. umiliare e fare capire che solo svolgendo il loro lavoro diligentemente si può arrivare a qualche esito sperato. mi rivolgo agli autori di questo blog e spero tra di voi ci sia un giornalista che scrive su qualche testata locale .. ciaoooo :)


Lascia un Commento