29 dic 2009

Sperimentazione sui passaggi pedonali in via Maqueda


Da qualche giorno in via Maqueda alcuni passaggi pedonali sono stati dipinti di rosso.
Tutto ciò dovrebbe rientrare all’interno della sperimentazione tra AMAT e l’Università di Enna, così come annunciano alcuni cartelli.

(foto esempio)

Chissà se questa sperimentazione porterà a qualche provvedimento definitivo.
Chiederemo agli enti ulteriori ragguagli.

Intanto potrebbe essere questa l’occasione  per testare voi tutti sul gradimento di questa tipologia di passaggio pedonale. Dite la vostra.


amatstrisce pedonalistrisce pedonali rosseuniversità di enna

24 commenti per “Sperimentazione sui passaggi pedonali in via Maqueda

Comment navigation

  • Lele 6797
    30 dic 2009 alle 16:15

    vi ricordate che prima la segnaletica orizzontale era talmente scivolosa che è stata bandita anche in autostrada. una pasta cementizia ed altri componenti che le rendevano + luminose e con maggiore durata. tranne la sicurezza. adesso ci ritroviamo segnaletica sempre assente per la poca durata e maggior sicurezza. viene usata una semplice idropittura. due anni fa sul tratto della A19 vicino tremonzelli, fu applicata una segnaletica vecchio stile, ma non scivolosa, frutto di un ricerca anas. nn si hanno + notizie. ha chiesto all’anas info, ma invano. (“s” top secret)

  • capricorno 60
    30 dic 2009 alle 19:47

    #21 Lele Says:
    dicembre 30th, 2009 at 16:15
    …viene usata una semplice idropittura…

    come fai a sapere che è una “semplice idropittura”? Da informazioni che ho dalla mia fonte AMAT è invece una complicatissima vernice a base acrilica, con specifiche di qualità così restrittive che in commercio non c’è di meglio, se non, per l’appunto, un materiale diverso e innovativo per l’individuazione del quale stanno facendo la ricerca. La segnaletica dove non si vede più è coperta da una patina di bitume che rilascia il tappetino asfaltico perchè ne è troppo ricco. Secondo me è un problema di AMIA non di AMAT quello della segnaletica che scompare

  • r302 188
    31 dic 2009 alle 0:03

    Devo confermare ciò che ha scritto capricorno, sotto casa mia c’è un incrocio e la striscia dello stop si era cancellata (con conseguenti incidenti) dopo pochi giorni da quando era stata dipinta, quando a settembre ci sono state quelle fortissime piogge miracolosamente la striscia è ricomparsa, però gli incidenti continuano ad avvenire…

  • marce982 216
    02 gen 2010 alle 11:56

    Mi fa molto piacere che le municipalizzate si prendano la briga di dare un po’ di colore al grigiore della città. Peccato per la “munnizza” accumulata a pile in ogni luogo, altrimenti mi sembrerebbe di girare per Parigi o Londra.
    (nota: questo 2010 mi ha portato in dono una buona tonnellata di sarcasmo, in qualche modo la devo pure smaltire!).


Lascia un Commento