16 dic 2009

E le altre aree pedonali promesse?


Diversi di voi ci hanno inviato segnalazioni in merito a Piazza Bologni e Piazza S.Domenico, aree che dovevano essere rese pedonali parallelamente alla chiusura dell’asse Libertà-Maqueda.

Scusate, ma piazza San Domenico e Piazza Bologni non si era deciso che dovevano essere chiuse al traffico ed essere trasformate in isole pedonali !!!!

L’altro giorno passando da Piazza San Domenico ho visto che avevano sistemato delle fioriere per evitare il passaggio delle macchine. Sono ripassato l’indomani e tutto come prima peggio di prima, fioriere sparite e caos totale. Anche stavolta hanno vinto le solite lobby dei commercianti e della miriade di abusivi “made in Palermo” ??????

—–

che fine ha fatto la tanta sbandierata decisione di trasformare in isole pedonali Piazza San Domenico e Piazza Bologni ????

Ho notato che su piazza San Domenico avevano inizialmente messo delle fioriere come dissuassori, poi dopo qualche giorno sono sparite e tutto è tornato nel caos come prima.

Intanto apprendiamo quanto segue:

(adnkronos) Fasci di luce sulla statua di Carlo V in piazza Bologni a Palermo. E’ stato acceso stasera (ieri per chi legge, ndr) il nuovo impianto di illuminazione che ridisegna la scenografia di uno degli spazi architettonici piu’ suggestivi del centro storico. Il progetto, promosso dall’International Inner Wheel Club Palermo Centro, porta la firma di Amg Energia, che lo ha realizzato a proprie spese, in collaborazione con la Soprintendenza ai beni culturali e con il Comune di Palermo. All’inaugurazione del nuovo impianto c’erano, tra gli altri, il presidente di Amg Energia Spa, Francesco Greco assieme a Luciana Vincenti Pitini, presidente dell’Inner Wheel Club Palermo Centro.

Nuova luce ma anche un importante restyling per la statua che raffigura il sovrano spagnolo della dinastia degli Asburgo, opera del 1630 di Scipione Li Volsi: a cura dell’Inner Wheel, infatti, e’ stato pulito pure il basamento, intervento eseguito da due restauratrici del consorzio Pragma[...]

notizia completa QUI


aree pedonali palermoassessorato centro storico palermopedonalizzazionepiazza san domenicovia roma

8 commenti per “E le altre aree pedonali promesse?
  • freddie80 1052
    16 dic 2009 alle 10:21

    Non so se le fioriere siano scomparse da piazza San Domenico, ma quell’isola pedonale era comunque fittizia. Sono andato a vedere il giorno stesso in cui è stata istituita e c’erano queste fioriere a delimitare un piccolo spazietto, niente di più. Le auto continuavano a circolare e posteggiare all’interno della piazza, esattamente come prima. Nulla era cambiato. Ecco una foto di quel giorno http://item.slide.com/r/1/184/i/6F_HXs2J2D9v0ib0iP8LjEgJibLJUtsT/
    Forse è meglio ripensarla completamente questa isola pedonale, alzare i marciapiedi e chiuderla veramente alle auto.

  • Antonio Beccadelli 0
    16 dic 2009 alle 10:54

    La pedonalizzazione permanente di Piazza Bologni (il tardo cinquecentesco “piano dei Bologna”) sarebbe veramente “cosa buona e giusta”.

    Dopo il recupero di Palazzo Belmonte-Riso (gravemente danneggiato dai bombardamenti aerei del 16 aprile e del 30 giugno 1943 e “sopravvissuto” all’ancor peggior primo dopoguerra in cui si ipotizzò – chiaramente a fini speculativi – un suo totale abbattimento), occorre vigilare sulle sorti di Palazzo Villafranca (in origine – 1566 – Bologna di Montefranco), a quanto parrebbe, di proprietà curiale e in procinto di essere “riadattato” (come saranno “violentati” i suoi volumi interni?) a residence o albergo di lusso.

    Resta, in ultimo, da capire perché Palazzo Camerata-Scovazzo (più noto come Ugo delle Favare), anch’esso proprietà privata, che fa da cortina di fondo della piazza, mostri ancora i segni dell’incursione aerea del 16 aprile 1943; peraltro la ricostruzione filologica della parte destra del suo prospetto – la più colpita dagli eventi bellici – non dovrebbe costituire una grande difficoltà tecnica: essa, infatti, è assolutamente simmetrica e speculare rispetto alla parte sinistra in discreto stato di conservazione (naturalmente va “ferocemente” evitata – alla fine degli eventuali lavori – ogni omogeinizzazione dei cromatismi della facciata, così da rendere inopinatamente indistinguibili le parti ricostruite da quelel originali).

  • giosafat 306
    16 dic 2009 alle 12:09

    e ma intanto sta gente mischinazza che non può far altro che prendere la macchina, in una città dove per fare stazione centrale-stadio il 101 ci mette un’ora, che deve fare???

  • FedePA.87 0
    16 dic 2009 alle 13:10

    Sarei d’accordo con l’innalzamento della pavimentazione con occorrente recinzione onde evitare parcheggi selvaggi..però si dovrebbe eliminare o comunque spostare e quindi alterare la pavimentazione storica della piazza…essendo bene culturale anch’essa in teoria non si potrebbe toccare…però se un modo per salvare la piazza è quella di modificarla (infine lievemente) ben venga..tra l’altro ne gioverebbe tantissimo dopo l’apertura della nuova rinascente…credo che diventerebbe un spazio molto bello che risolleverebbe l’aspetto totale della piazza..da esercizi commerciali a palazzi. (ultima cosa ma lo spazio infinitamente recintato e adibito a immondezzaio davanti la rinascente perchè è combinato così?? è osceno!!!)

  • mao879 67
    16 dic 2009 alle 21:08

    caro ANTONIO BECCADELLI Concordo pienamente con te! abbiamo pochissime piazze di grande ampiezza, tutte quelle che abbiamo essendo storicamente notevoli dovrebbero essere valorizzate per farle divenire dei “salotti ” a cielo aperto. Quindi inevitabilmente pedonalizzarle interamente e PERMANENTEMENTE . DI OTTIMO AUSPICIO realizzazione dell’illuminazione su carlo V, ma per evitare che venga rivandalizzata bisogna adeguare lo spazio circostante a Napoli piazza bellini era un volgare parcheggio da qualche anno e’ diventata meta di giovani che frequentano caffe’ letterari si fa a Napoli perche a Palermo sembra impossibile riconvertire gli spazi seguendo la strada di altre citta’ di pari importanza? Si fa tanto a parlare nei giornali di Palermo Metropoli, Palermo oggi capitale dell’Euromediterraneo, Capitale dell’isola e blablabla…ad oggi di tutto cio’ solo chiacchiere. Diamo un seguito alle chiacchiere dei politici con fatti concreti. Scusate se mi sono dilungato.

  • samir 230
    16 dic 2009 alle 22:33

    ECCO….questi sono i momenti in cui desidererei che PAlermo fosse amministrata da politici svedesi!!!!…..ma dico io….che modo è questo di creare una pseudo-isola pedonale??? ma che serietà è questo comune???
    e sopratutto che modo è nel 2010…..di non farla rispettare??? fioriere sparite il giorno dopo!!! è vergognoso!!! appena il giorno dopo….tutto sparito….tutti per i fatti propri!!!…esiste o no….qualcuno che faccia rispettare le cose???
    e siamo sempre una città occidentale….una metropoli….il capoluogo…..e bla bla bla……
    2 piazze così uniche al mondo….così ricche di storia…in balia un tappeto vergognoso di auto….e di posteggiatori…
    io direi a questi politici….”provate a immaginare san pietro con le auto dentro il colonnato….o firenze con le auto a pontevecchio……o milano con la macchina davanti il Duomo!!!
    Dovremmo indignarci!!!…sollevarci…..!!!
    intanto la proprosta per Palermo in balia dei barbari e dei vandali…..allo sbando servono misure adatte…ossia….muro di cemento armato ancorato saldamente al terreno… alto mezzo metro con chiodi e vetri alla sommità per delimitare le isole pedonali!!!!!…..credetemi è l’unico modo…
    sono troppo troppo sfiduciato…ragazzi….perchè nessuno si indigna..??? e ci assuppiamo tutto??…è davvero come diceva Tomasi di Lampedusa nel “Gattopardo”…?…che in Sicilia non camiberà mai nulla realmente…perchè noi nel sangue siamo passivi assuppatori???
    un saluto…

  • freddie80 1052
    17 dic 2009 alle 10:24

    Abbiamo la fortuna di avere un interlocutore che si è dimostrato molto sensibile a proposito alle aree pedonali, l’assessore Carta. Secondo me studierà un’altra soluzione per piazza San Domenico, sono molto fiducioso.

  • quantos 8
    17 dic 2009 alle 16:28

    Ma vogliamo parlare di Piazza Verdi e di quello che succede ogni venerdì\sabato sera??? Il posteggiatore abusivo sposta le piante che nei giorni normali servono per delimitare l’area pedonale e fa diventare quella che secondo me è la piazza più bella di Palermo in un posteggio senza che nessuno faccia qualcosa; abbiamo un teatro a dir poco stupendo (avete mai visto la Scala di Milano?? esteticamente è un palazzo come ce ne sono tanti a Palermo) e viene permesso che una persona qualunque deturpi in questa maniera quel meraviglioso scenario… Quando con i miei amici vediamo questa “violenza” nei confronti di quello che è PUBBLICO = della collettività vorremmo bloccarci davanti all’ingresso delle auto per non permettere che tutto ciò avvenga (a volte mi piacerebbe avere una striscia chiodata come quelle che si vedono della polizia che si vedono nei film americani per metterle davanti ad aree pedonali\corsie preferenziali\corsie d’emergenza…)…
    scusate lo sfogo ma…questo spazio web è molto letto e, ormai, le notizie riportate qui hanno anche una certa risonanza rispetto a una voce isolata…


Lascia un Commento