11 dic 2009

Piazza della Fonderia apre alla cittadinanza


Ci eravamo lasciati in un precedente articolo con tanti dubbi su quest’area. Dubbi inerenti soprattutto all’affidamento che tardava ad arrivare e alla gestione di questo spazio, pronto già da diversi mesi. Dopo mesi di buio, finalmente arriva la notizia ufficiale dell’apertura al pubblico di questo spicchio di centro storico.

Vorremmo cantare vittoria, ma aspettiamo prudentemente l’affidamento e la gestione di questo luogo per farlo. Fin troppe volte le inaugurazioni non sono state seguite dalla cura e dal buon uso di un’area.

Si legge nel comunicato dell’Assessorato:

Sono stati completati i lavori di restauro della Fonderia ed è stata rimossa oggi (l’altro ieri per chi legge, ndr) la palizzata del Giardino della Fonderia alla Cala, restituendo così alla fruizione dei cittadini un nuovo giardino e riqualificando lo spazio pubblico di un’area importante dle centro storico.

“Il nuovo giardino della Fonderia – dichiara l’Assessore Maurizio Carta – insieme ad altri già realizzati ed ai successivi previsti, rappresenta un importante passo della riqualificazione del tessuto connettivo della città antica, immaginando un recupero fatto anche di percorsi pedonali alberati e piazze che permettano di percorrere tutto il centro storico secondo direttrici separate dal traffico veicolare, agevolando l’accelerazione del recupero di ampi comparti in cui si è concentrata l’attività di recupero edilizio, sia pubblica che privata, ma in cui manca ancora il progetto dello spazio pubblico, oggi uno degli obiettivi maggiormente condivisi”.

Il giardino di piazza Fonderia, aperto oggi alla fruizione pubblica, è uno dei capisaldi di un rinnovato interesse ed una più incisiva azione di rigenerazione architettonica, sociale ed economica dell’Amministrazione nei confronti del Centro Storico, parte importante del futuro della Città.

Nei prossimi giorni per ufficializzare l’apertura al pubblico verrà organizzato un evento che annuncerà il programma culturale che si svolgerà nello spazio restaurato della Fonderia, nuovo luogo della rete culturale del centro storico.

Di seguito alcune foto di questa estate, quando già si aspettava il giorno dell’apertura.

[photoxhibit=81]


affidamento comunalecaffè letterariogiardino delle pomeliekalesapiazza fonderia

22 commenti per “Piazza della Fonderia apre alla cittadinanza

Comment navigation

  • panormocritico 12
    14 dic 2009 alle 12:00

    a piazza fonderia è stato realizato un progetto architettonico scadente.
    innanzitutto un restauro falso, è stato trattato un pezzo di uno spazio che era interno, come se fosse la facciata di un palazzo nobiliare.
    orribili infissi in alluminio anodizzato nero, dal disegno che devasta la forma dell’arco in cui sono inseriti. stranamente la sovrintendenza proibisce l’alluminio in centro storico a tutti, e poi cambia quando il progetto è delle amministrazioni.
    per non parlare del giardinetto, un parziale finto antico, vagamente ispirato al modernismo catalano senza averne l’eleganza e la perizia tecnica.
    progetto affidato ad un architetto di tale fama al quale non risulta attribuita alcuna realizzazione prima di questo…

    ma prima o poi in questa città chiederemo qualità?

  • panormocritico 12
    14 dic 2009 alle 12:16

    si prega di notare, in fotografia nove, un poderoso stratagemma architettonico anche noto col nome di “cesso del gommista”. trattasi di piccolo volume ad angolo che ospita servizi igienici che, nella disperazione del progettista, va ad occupare un angolo del volume interno, finendo per risultare come elemento più notevole di tutto il congegno architettonico.
    detto “del gommista” (o del meccanico, dell’elettrauto…) in quanto inventato in prima mano per fornire di adeguati servizi igienici officine precedentemente prive degli stessi.
    un pregiato esempio di colta citazione dalla storia dell’architettura.
    i complimenti di panormocritico all’architetto piraino…


Lascia un Commento