25 ott 2009

Piazza V.E. Orlando: restyling banale?


Per la rubrica “Diventa articolista per un giorno“:

Poiché Palermo non è Barcelona e poiché qui è raro vedere sorgere nuove piazze ancor meno se pedonali, la pedonalizzazione di Piazza Orlando era una rarissima occasione di rigenerazione estetica ed urbana del Centro Storico. Invece la nuova piazza risulta essere un banale coperchio di un parcheggio sotterraneo.

La piazza avrebbe dovuto includere panchine e lampioni artistici, non quelli venduti dagli ipermercati, una scultura moderna o una monumentale fontana per rendere questo ampio spazio un attraente luogo dove potersi incontrare o sedere, e più abbondante verde per equilibrare l’eccesso di cemento e di caos automobilistico dei dintorni.

Nel complesso avrebbe dovuto avere un forte carattere architettonico capace di riflettere sia l’imponenza della facciata del Palazzo di Giustizia sia l’ampiezza della piazza stessa che è stata invece divisa in due livelli per richiamare il cinquecentesco bastione d’Aragona col risultato finale di due banali piazzette al prezzo di una. Oltre al carente aspetto estetico, la piazza è imperfetta anche nella sua funzione di parcheggio: malgrado il diffuso uso delle moto che i Palermitani fanno, nessuno dei burocrati coinvolti ha voluto includere in superficie un’area per il loro parcheggio; il risultato è che il porticato, uno dei pochi esistenti in città e che poteva venire rivalorizzato con la pedonalizzazione della piazza, viene ora usato come parcheggio moto; il dito non va puntato verso i motociclisti ma verso chi ha voluto mancare di lungimiranza. Non è stato incluso neanche il parcheggio per le biciclette e nel 2009 questo è un pessimo segnale che l’amministrazione di una città dell’Unione Europea può dare.

Le decisioni dell’Assessorato all’Urbanistica del Comune di Palermo e degli architetti da loro selezionati hanno dato alla Palermo del 21° secolo una nuova piazza che evoca le banalità, gli errori e gli orrori dell’architettura e dell’ urbanistica degli anni 60.

Benedetto Bruno


parcheggio tribunalepiazze palermospazi pubblicivecchie mura palermo

49 commenti per “Piazza V.E. Orlando: restyling banale?

Comment navigation

  • MAQVEDA 17489
    25 ott 2009 alle 15:15

    Ma da quello che ho potuto vedere ogni qual volta che ci sono passato, mi sento tranquillamente di smentire questa tesi, la gente ci passa, si ferma, si siede, chiacchiera, legge, svolge altre attività. Black io quando sono per strada mi fermo in un punto e osservo quello che mi circonda, il via vai, e ti assicuro, che da quello ce ho visto le caratteristiche sono quelle di una normalissima piazza, luogo di aggregazione per antonomasia. Ma poi scusa, a parte per chi un minimo ci tiene e ci fa caso all’estetica dei luoghi, mi suona un poco esagerato pensare che siccome la piazza è “brutta” allora nessuno ci va, suvvia. Poi possiamo stare qui anche ore a dire io che è così e tu che non è così;-)

  • MAQVEDA 17489
    25 ott 2009 alle 15:17

    Poi sul fatto che avrebbe indubbiamente potuto essere meglio di com’è, non ci piove, ma non per questo la trovo brutta, anzi, nemmeno la divisione in terrazze mi infastidice, anzi la trovo caratterizzante ripetto ad una normo-piazza come tante in città. Sono sempre punti di vista.

  • blackmorpheus 54519
    25 ott 2009 alle 15:23

    si infatti, alla fine il dibattito mostra due linee di pensiero, entrambe valide e totalmente opposte :) A me personalmente, il risultato non disgusta, ma nemmeno mi esalta. Si poteva fare di meglio, e quel meglio non sarebbe costato molto di più di quanto è costato questo progetto. Si tratta di tanti piccoli accorgimenti che, probabilmente, per negligenza, non sono stati nemmeno presi in considerazione. Frutto dell’incapacità di chi ha gestito questa cosa, più che di problemi economici

  • marcone83 94
    25 ott 2009 alle 15:28

    a me la piazza non dispiace! certo pensandoci una bella fontana o qualcosa di moderno artistico si poteva fare. per concerti manifestazioni e company non penso ne faranno mai trattandosi della piazza davanti al tribunale… ma perch il parcheggio è ancora chiuso? che aspettano ad aprirlo? non era finito? mah!

  • freddie80 1052
    25 ott 2009 alle 15:30

    Invece ha ragione qualcuno quando dice che non c’è nemmeno una rastrelliera per le bici, ma lo fanno apposta a non metterne mai neanche una? Le uniche due che conosco sono davanti feltrinelli di via Cavour.

  • pikacciu 182
    25 ott 2009 alle 17:26

    Non so’ oltre ad una bella fontana lasciata alle attenti cure dei non lavoratori Gesip magari ci facevamo anche una pista da pattinaggio ed un campo di bocce ed un centro ricreativo per anziani? Ragazzi non si e’ mai fatto niente di nulla in questa citta’ per decenni ed ora che in questi anni si sono viste opere realizzate sufficientemente, penso solo a come era degradata la parte antistante la Zisa, c’e’ sempre qualcuno che dall’altra parte e’ pronto a criticare, criticare, criticare e crticare…tutto questo e’ assolutamente RIDICOLO !!!!!! Andiamo avanti costruiamone un altro a Piazza Croci invece…ne servono altri 3 o 4 in questa citta’ dove le autovetture sono di piu’ degli automobilisti che le guidano!!!!!

  • monte_Pellegrino 597
    25 ott 2009 alle 17:52

    Ritego che la piazza è squallida: a molti miei amici fa venire la depressione con quel tipo di rivestimento simile al palazzo di giustizia. Ma la cosa che fa rabbia a tutti quelli con cui ne ho parlato è il soppruso di avere abolito la via di passaggio verso via volturno. La sentiamo come un esproprio e ne pretendiamo la restituzione ai cittadini.

  • Calò 80
    25 ott 2009 alle 19:01

    Monte pellegrino, veramente la sceta di chiudere totalmente la piazza senza farci passare auto è stata la scelta più azzeccata. Capisco però che per chi ama il proprio calesse è difficile saperla apprezzare.

  • tasman sea 20
    25 ott 2009 alle 19:01

    un prato al posto dell’ammattonato ci sarebbe stato meglio. avrebbe dato piu’ ossigeno al quartiere. con le tecniche di oggi, un prato attecchisce sopra un terrazzo o un tunnel, e non per questo provoca infiltrazioni.

  • alessandro maria 1
    25 ott 2009 alle 20:17

    D’accordissimo con l’articolo. Duole constatare lo spirito accomodante di alcuni commentatori per i quali bisogna accontentarsi anche del poco che viene elargito. Atteggiamento diffuso tra gli abitanti di questa infelice città e causa del suo abbandono.

  • pikacciu 182
    25 ott 2009 alle 21:50

    Il poco elargito e’ legato ai fondi non infiniti. Questo atteggiamento da snobbettini con la puzza sotto il naso invece produce solo ostruzionismo per coloro che in questa citta’ hanno fatto qualche cosa invece di elargire solo promesse confuse che non hanno mai saputo mantenere. La citta’ per decenni e’ stata lasciata a se stessa nel disordine piu’ totale con zingari che bivaccavono con le loro baraccopoli sul lungo mare o i giostrai che si erano stanziati abusivamente sul suolo pubblico al Foro Italico. Alcuni palermitani sembra che non vogliano essere oggettivi ma soffrano di volontarie perdite di memoria. A lavorare invece di parlare….piu’ attivi palermitani…questa e’ la nostra disgrazia, la pigrizia e le chiacchiere facili….proponete cose nuove invece di stare a sentenziare sulle cose gia’ fatte e che nessuno avrebbe mai fatto.

  • blackmorpheus 54519
    25 ott 2009 alle 22:05

    @pikacciu

    io credo che ergersi a moralizzatori sia ancora più deleterio sinceramente. Anche io spesso ho l’impressione che ci si accontenti di qualcosa purché sia fatta e basta. Di certo quest’opera è utile, ma poteva essere fatta decisamente meglio, senza spendere un soldo di più. Qui il problema è l’incompetenza di chi gestisce queste cose. Di contro al tuo ragionamento, dico quindi che è più deleterio “accontentarsi” di qualcosa, solo perché ci si rassegna a non poter avere di meglio. La rabbia sta proprio nel fatto che la piazza è costata parecchio, e bastavano quei due o tre accorgimenti in più per stravolgere totalmente il risultato in positivo. Questa non è una critica fine a se stessa mi sembra, è una critica propositiva, non è che si parla tanto per parlare.

  • huge 2211
    25 ott 2009 alle 22:10

    Io invece di discutere della piazza, vorrei partire da essa per pensare a come inserirla in una più generale e ampia riqualificazione della zona. Perché per esempio non pensare alla completa pedonalizzazione dell’intera via Volturno fino al teatro Massimo? Si verrebbe a creare un’isola pedonale in pieno centro che avrebbe nel nuovo parcheggio il suo punto d’inizio e terminerebbe con il fantastico scenario del teatro. Di fatto, si pavimentando via Volturno e rendendola a misura di pedone, si avrebbe un’unica grande piazza dal Tribunale al Massimo.
    Ci si chiederà, e le auto che usano attualmente la via per raggiungere via Cavour e il mare? Basterebbe una semplice rimodulazione dei sensi di marcia in zona. Via Mariano Stabile a senso unico direzione mare (inverso all’attuale). Chi usava via Volturno per raggiungere via Crspi, userebbe via Mariano Stabile. Per bilanciare il maggior afflusso di auto, basterebbe vietare (e far rispettare il divieto) su tutta via M. Stabile.

  • MAQVEDA 17489
    25 ott 2009 alle 22:19

    Così da dare a chi lamenta la chiusura della sola piazza al traffico la possibilità di lamentare la chiusura addirittura di un intero asse;-). Intendiamoci, io sarei felicissimo se si facesse.

  • pikacciu 182
    25 ott 2009 alle 22:36

    @ blackmorpheus

    Io mi indigno di piu’ quando le cose vengono fatte e poi dopo brevissimo i palermitani si divertono a distruggerle come dei vandali. Vedi prato del Foro Italico. Dai ai Palermitani un prato e lo scambiano per un calpo di calcio….
    Ripeto, passiamo ad altro…la citta’ ha bisogno di altrettante opere perche’ latitano da decenni lavori di questo tipo e non c’e’ piu’ tempo per perdersi in chiacchiere. A me piace così ma non mi basta, e non mi soffermerei a contemplare sulle cose gia’ fatte. Le proposte di chi critica dovrebbero essere propositive per nuove opere e non per quello che e’ stato fatto. Non si tratta di accontentarsi qui il problema e’ non fermarsi piu’ altrimenti in questa vita non avro’ il tempo ne’ io ne’ voi di veder funzionare questa citta’ se ci si perde in chiacchiere inutili. Cominciamo a dire ai nostri figli che le panchine non vanno imbrattate con i pennarelli così come gli stessi pennarelli non si usano a casa sui divani di pelle….

  • Calò 80
    25 ott 2009 alle 23:31

    @Huge, sono d’accordo. Ma vai a dire questo ai palermitani. La verità è che neanche con la metropolitana, il passante, il tram, l’anello ferroviario e tutti i parcheggi previsti realizzati, il palermitano medio saprà accettare l’idea di una strada chiusa al traffico. Ho fatto una proposta simile alla tua sul thread del centro storico di SSC ed è stata vista come una pazzia.

  • Paco 7942
    26 ott 2009 alle 1:09

    @ montepellegrino, la pedonalizzazione è una delle cose più belle viste negli ultimi anni, se vuoi asfalto NON devi trovarlo in centro.

    @ tutti gli altri
    a me la piazza piace parecchio, SOPRATTUTTO il doppio livello che richiama un bastione, tra le altre cose vedo parecchia gente che di giorno la usa. A chi parlava dei sensi di marcia, lato via Volturno è presente una entrata/uscita, quindi non ci sono molti problemi, solo lato via finocchiaro aprile la rampa è a senso unico.

  • ing.giacomo 4
    26 ott 2009 alle 1:31

    Non capisco le critiche alla piazza,è spoglia, è lineare ma era l’unico modo per raccordare degli stili architettonici molto diversi che si affacciano sulla piazza, abbiamo il tribunale in stile fascista-classico, un edificio in cemento armato degli anni 50-60 con porticato, un contesto storico che si manifesta negli edifici sul mercato del capo e in lontananza il Massimo.
    Anzi bisogna sottolineare come si è voluto ricordare le mura della città con il piano a 2 livelli che segue il vecchio tracciato delle mura.
    Poi le fontane sono belle se funzionano e vengono manutenzionate, non trovo niente di belle nel vedere la fontana in via Magliocco piena di spazzatura e acqua putrefatta o nel vedere le fontane di villa Giulia drammaticamente sempre vuote e spente…

  • Ciccio 174
    26 ott 2009 alle 13:27

    Fermi tutti! Ma ho letto bene?
    Palermo è una città dell’Unione Europea?
    E da quando?
    Ma nessuno di voi ha visto ieri Report, in merito al problema del wind shear a Punta Raisi e delle problematiche connesse?
    Ma si, candidiamoci per le Olimpiadi, Mondiali e Munnizziadi!


Lascia un Commento