22 set 2009

La pioggia fa affondare Palermo, e non solo quella…


Come ben sapete, Mobilita Palermo per scelta non assume schieramenti partitici di alcun genere. E’ un elemento essenziale per garantire l’obiettività della nostra informazione e, allo stesso tempo, proteggere noi stessi da facili strumentalizzazioni. Tuttavia, ritengo, per dovere di informazione, che sia necessario prendere in esame ciò che si è visto ieri nel servizio di Stefania Petyx. Ecco qui la vergogna, per chi non l’avesse visto

httpv://www.youtube.com/watch?v=w6ywvMS6VFY

Il nostro sindaco fa stipendiare dal comune un lavoratore che non c’è, ma che in compenso si occupa di affittare in nero la sua barca. Come se non bastasse, tale pseudo-lavoratore, riceve due promozioni che gli permettono di raggiungere il IV livello. E’ palese l’enorme gravità della situazione. Qui non è più questione di schieramento politico signori, qui è questione di legalità, democrazia e giustizia. Infatti, lasciando perdere le infinite pecche amministrative degli ultimi anni, mi vorrei concentrare sull’uomo: Diego Cammarata. Il fondo lo aveva già toccato quando si è rifiutato di denunciare gli ex vertici AMIA, con delle scuse che non reggevano in piedi neanche impalate, condannando tutti noi a marcire nell’immondizia, senza avere neanche la possibilità di giustizia. Ma qui, qui abbiamo cominciato a scavare. Non fraintendetemi: sono scandalizzato, ma non sorpreso. Il concetto di legalità e giustizia a Palermo purtroppo è una cosa che non conosciamo. L’ignoranza diffusa, il clientelismo, il senso di impotenza e rassegnazione; sono tutte piaghe che affossano questa città e permettono a questa gente di arrivare a (?)governarci(?). In un paese normale, questa persona sarebbe già dovuta andare via da tempo. Mi auguro che stamattina stesso arrivino notizie delle sue dimissioni, forzate o volontarie che siano. Mi auguro che partano le indagini e sia fatta, per una volta tanto, giustizia. Mi auguro che sia l’ultima volta che questa città veda persone del genere a rappresentarla. Un senso di vergogna mi assale, di enorme ingiustizia. Tuttavia, penso che forse questo male sia necessario per il riscatto di questa città. I palermitani forse stanno cominciando a capire l’importanza e la necessità di un buon governo, e questa è la rampa di lancio per un cambiamento serio. Mai come adesso dobbiamo fare leva su questo senso di rabbia e impotenza, per diffondere la nostra cultura della legalità e invertire la tendenza. Complimenti a Stefania Petyx, ha dato una prova di grande giornalismo, cosa che in Italia dovrebbero fare più spesso.


barcacammaratacomunedimissionigesipmobilta palermoSegnalatistefania petyx

28 commenti per “La pioggia fa affondare Palermo, e non solo quella…

Comment navigation

  • MARCO7677 15
    23 set 2009 alle 22:17

    Palermo, 22-09-2009

    La procura di Palermo ha aperto un’inchiesta sul sindaco del capoluogo siciliano, Diego Cammarata, e sulla Gesip, la società del Comune. L’inchiesta riguarda i fatti denunciati ieri da Striscia la notizia: un dipendente della Gesip non si sarebbe mai presentato al lavoro, prestando invece servizio come marinaio sulla barca del sindaco……. a casa pezzo di merda di sindaco….dvrebbero radiarlo a vita dalla politica come briatore..togliere la pensione e la liquidazione pezzo di merda

  • MARCO7677 15
    23 set 2009 alle 22:19

    “Il servizio andato in onda ieri sera su Striscia la Notizia ha devastato l’immagine della città agli occhi di tutta Italia”, denuncia in una nota il capogruppo del Pd al Comune di Palermo, Davide Faraone, sollecitando le dimissioni del sindaco Diego Cammarata.

    “Abbiamo scoperto fra l’altro – aggiunge – che il figlio del mozzo di Cammarata, risulta fra gli assunti senza concorso nelle Spa comunali e precisamente in Sispi. Siamo passati dallo scandalo Ztl a quello Amia, da quello sulla vicenda Irpef a quello visto negli ultimi giorni di una città sott’acqua per sette centimetri di pioggia: la città e sotto scacco e il suo scandalo più grande è il suo sindaco”. “Il sindaco Cammarata – afferma Faraone – aveva portato in Consiglio comunale la delibera sull’aumento della Tarsu con la motivazione che serviva ad adeguare il contratto di servizio di Amia e poi di fatto abbiamo scoperto che chi era stato posto dal sindaco al governo dell’azienda sprecava i soldi dei contribuenti facendo su e giù da Dubai per operazioni ancora tutte da chiarire. Il sindaco ci dica allora a cosa serve il raddoppio dell’addizionale Irpef, se a salvare la Gesip o a pagargli il mozzo della barca?”.

    La procura già da tempo ha avviato indagini su presunti abusi d’ufficio che riguardano la Gesip; adesso il procuratore aggiunto, Leonardo Agueci, ha disposto una delega di indagine su questa vicenda.

  • MARCO7677 15
    23 set 2009 alle 22:22

    Pronta la risposta del sindaco: “La barca è di proprietà dei miei figli”
    La barca oggetto del servizio di “Striscia La Notizia” di ieri “e’ di proprietà dei miei figli che l’hanno acquistata anni fa. Come e’ ovvio ne ho piena disponibilità. Purtroppo questo avviene solo raramente”. Lo afferma in una nota il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, che aggiunge: “Questa estate ne ho usufruito solo per un paio di fine settimana. Dall’estate scorsa la barca e’ in vendita, perché neanche i miei figli hanno il tempo di usarla e quest’estate la barca e’ rimasta praticamente ferma”. Cammarata dice poi di conoscosce il dipendente della società comunale Gesip, Franco Alioto, accusato da ‘Stricia di assentarsi dal lavoro per fare il marinaio sulla barca, “da molto tempo e si e’ occupato occasionalmente e fino a ieri, di verificare che la barca sia in ordine. Lo faceva –sostiene Cammarata- in piena autonomia e fuori dall’orario di lavoro, come e’ naturale che avvenga. Al riguardo ho già disposto che la Gesip proceda ad una indagine interna sulla presenza nel posto di lavoro del signor Alioto”……che pezzo di merda ora a cacare la panella sara’ quel disgraziato…com’eraprevedibile..povera italia…..la terra dei cachi
    .

  • freddie80 1052
    23 set 2009 alle 23:02

    Il disgraziato si ammucca almeno 1000 euro al mese dalla gesip (senza mai recarsi al lavoro) più il compenso da skipper. Diciamo che perlomeno 1500 al mese pulite non gli mancano, vorrei essere disgraziato come lui :-)

  • freddie80 1052
    24 set 2009 alle 9:01

    Senza dimenticare che quando una barca viene noleggiata, lo skipper va in barca con i clienti che l’hanno affittata, dal tariffario 2009 il compenso di uno skipper è 150 euro al giorno, che disgraziatoooooo stu’ cristiano!!! :-)

  • Lorenzo Ajello 0
    25 set 2009 alle 19:37

    Questo sindaco va cacciato immediatamente. E’ la vergogna della nostra città, come lo sono tutti coloro che si sono fatti comprare da questo ciarlatano incapace nel governare una città. Il sempre sorridente idiota non ha fatto nulla, e dico nulla, di utile.
    Cosa si aspetta a buttarlo fuori a calci nel culo?
    Ha convocato per oggi l’assemblea per l’aumento del 100% dell’ IRPEF. Lo buttiamo fuori prima o dopo di prendercela per l’ennesima volta nel culo?

  • annie 1
    27 set 2009 alle 23:01

    Sin dalla sua elezione Cammarata, mettendosi in competizione con il sindaco precedente, ha voluto dimostrare quanto sia stato in grado di fare x la nostra città che, affonda sempre più e non solo, purtroppo, a causa dei nubifragi e degli allagamenti. Ha sborsato milioni di euro per il progetto inerente al festino di Santa Rosalia il 1° anno del suo mandato ….. da allora, visti gli sprechi dell’attuale amministrazione, egli ha dovuto aumentare più volte la TARSU e non di bassa percentuale ma del 70% l’anno……adesso si parla pure di aumento IRPEF…….
    Insomma, caro sindaco, quando pensi di smetterla? pensi che noi onesti cittadini e contribuenti percepiamo uno stipendio unicamente per pagare le tasse? vendi la tua barca piuttosto e trova altri modi per risollevare questo comune in deficit che non gravino però sulla tasca dei palermitani onesti perchè molti di noi, invece, in vacanza non ci sono potuti andare….nemmeno a Ustica !


Lascia un Commento