25 lug 2009

Ospedale Cervello. Padiglione Franco e Piera Cutino per le Talassemie


Nell’area dell’Ospedale Cervello si sta costruendo un polo di eccellenza per i pazienti talassemici che sia di riferimento per il bacino del Mediterraneo.  E’ stato affidato il primo lotto di lavori alla ditta Cosedil per 1.100.000 euro (oltre iva). Lo scorso febbraio le ruspe e gli operai hanno iniziato gli scavi che condurranno alla conclusione di questa prima parte di lavori che si stima in 10 mesi. Questa prima fase servirà per costruire lo “scheletro” della struttura, la sua parte esterna.

OBIETTIVI DEL PROGETTO

 

  • Sarà potenziata la ricerca scientifica nel settore della Terapia genica e del Trapianto in utero con nuove apparecchiature di laboratorio, introducendo nuovi ricercatori e sviluppando gli attuali contatti con Università e laboratori internazionali;
  •  
  • Si migliorerà l’assistenza ai pazienti introducendo dei posti letto per la degenza e nuovo personale medico specializzato. 
  • L’ultimo piano del padiglione ospiterà una “casa albergo” per accogliere i familiari dei degenti dell’intero Ospedale. Un modo per fare sentire meno soli i pazienti, facendo in modo che i loro cari possano stargli vicino in un momento difficile come il ricovero in Ospedale.

 

AVANZAMENTO LAVORI

 

   

 
 


OPERE

6 commenti per “Ospedale Cervello. Padiglione Franco e Piera Cutino per le Talassemie
  • marcozs 361
    25 lug 2009 alle 8:07

    Ah, i miei occhi, è troppo brutto!
    Visto ce si fà un lungo edificio unico, non si potrebbero almeno colorare i padiglioni di tanti colori diversi e sgargianti?

  • IoGomesio 273
    25 lug 2009 alle 10:27

    personalmente, ad essere sincero, non lo trovo per niente brutto.. cerchiamo di lamentarci di cose serie, e non dei colori o delle forme di utili futuri edifici.

  • david.majorca 0
    25 lug 2009 alle 17:21

    Ho fatto una donazione per l’avvio dei lavori di questo primo lotto. Sarà una struttura fondamentale e verrà quasi intereamente costruita con fondi provenientida donazioni di privati e società.
    Rigurado l’estetica a me il progetto piace.

  • marcozs 361
    25 lug 2009 alle 19:00

    Certo, certo, l’importante è che si faccia.
    Però visto che farlo bello costa quanto farlo brutto…

  • Lele 6797
    26 lug 2009 alle 11:30

    non è brutto…marcozs. vedrai che non appena finito sarà molto più bello rispetto ai rendering.


Lascia un Commento