23 lug 2009

Il traffico palermitano? E’ colpa dei palermitani


Dopo quasi 1100 voti complessivi, chiudiamo il sondaggio che indagava tra le coscienze di noi cittadini per dare una priorità alle varie cause del "nostro" traffico.

Ebbene, granparte di Voi ha recitato il "mea culpa", in quanto è "L’inciviltà diffusa dei cittadini (auto in doppia fila, corsie di emergenze occupate ecc.)" ad aver ricevuto più voti.

Un dato che fa riflettere. Sembrerebbe allora facile debellare il problema: cambiare le nostre abitudini.

Ma forse è proprio questo il fulcro del problema: quanti di noi sono disposti a cambiare le proprie "usanze incivili" come

  • parcheggiare in doppia e terza fila,
  • prendere l’auto anche per spostamenti di pochi metri,
  • pretendere di lasciare il proprio mezzo in qualunque spazio lo consenta

Di certo, un problema del genere è complementare alla seconda variabile del sondaggio, ovvero la "mancanza di infrastrutture", che vede in questi anni quantomeno una prova di risoluzione.

E allora, per concludere, salta fuori una considerazione finale: la gente in giro sa di essere la principale causa dei suoi mali, ma nella giungla generale preferisce rimanere in branco e rifugiarsi nell’onore di un’affermazione popolare ricorrente che recita "se lo fanno tutti, lo faccio anche io, tanto che cambia?".

Cogliamo dunque l’occasione per inaugurare un nuovo sondaggio, che troverete sempre nell’apposita sezione a sinistra. questa volta parliamo di grandi opere future…


cause trafficodoppia filaparcheggio selvaggiosondaggiotraffico a palermo

5 commenti per “Il traffico palermitano? E’ colpa dei palermitani
  • marcozs 361
    23 lug 2009 alle 17:47

    Voto per un grosso intervento mirato all’ambiente.
    Sarebbe bello introdurre a Palermo un ecopass come quello di Milano.

  • Federico II 80
    23 lug 2009 alle 19:11

    Io a Palermo darei prioirtà ad ogni intervento che in qualche modo fa diminuire l’inquinamento. Da nuovi spazi verdi a nuove infrastrutture per il trasporto pubblico(tram, metropolitana, anello ferroviario e passante ferroviario rientrano in questa logica); da nuovi bus meno inquinanti a interventi drastici come la chiusura di vie e strade molti importanti del nostro centro storico.

    Certo anche un pò di architettura moderna non farebbe male in città(ponti di Perrault).

  • Portacarbone 70788
    23 lug 2009 alle 19:48

    @ federico II : di tutto di più è fin troppo facile, perchè le cose da fare sono tante, forse troppe.
    In questo periodo di crisi e buchi finanziari, capire le priorità è importante.

    Io personalmente individuerei subito nuove aree verdi, perchè con la difficoltà sempre crescente ad acquistare casa, ho il timore che le nostre care amministrazioni costruiscano nuovi alloggi popolari per non scontentare nessuno (sarebbe la cosa più facile da fare) e per accaparrarsi maggiore consenso.

  • Daniele 444
    24 lug 2009 alle 10:15

    Io ho votato per un evento socio- economico riconosciuto .. serve una vetrina importante, che attiri investitori e finanziatori .. perchè in questo momento Palermo sta attraversando, secondo me, uno dei periodi più bui .. per non parlare dal punto di visto lavorativo e occupazionale!!

  • Federico II 80
    24 lug 2009 alle 21:12

    Portacarbone, quello di cui ho parlato io rientra nell’opzione “Un grosso intervento per l’ambiente”.


Lascia un Commento