10 lug 2009

Il Tribunal Parking di PALERMO


Ormai prossimi all’ inaugurazione, desideriamo ringraziare il geom. Maurizio Papa della SAFAB Spa di Roma, responsabile del cantiere, che ci ha permesso di aggiornarVi in questi mesi, sullo stato dell’opera, sui dettagli e la cura con cui è stato realizzato. Da sottolineare come i lavori siano stati eseguiti nel rispetto dei tempi previsti, cosa oramai rara.

Gli ultimi dettagli da elencare, vanno dai sensori che indicano il posto libero/occupato ai PMV posti sulle strade limitrofe per informare chi si trova in zona sulla disponibilità dei posti. L’enorme piazza che con le sue piante, i vetri che delimitano l’area del Tribunale con quella destinata al pubblico, il materiale scelto per la pavimentazione ed infine, i proiettori particolari trasformeranno la piazza in un bel salotto in centro. La quarta foto si riferisce alle porte tagliafuoco mentre la foto n.8 si riferisce all’ulivo piantato all’ingresso riservato alle auto delle scorte. Nella seconda foto gli altoparlanti a diffusione sicuramente renderanno il parcheggio dell’auto molto più rilassante.  DATA FOTO 04/07/09


OPEREParcheggiparcheggio sotterraneopiazza vittorio emanuele orlando.

39 commenti per “Il Tribunal Parking di PALERMO

Comment navigation

  • Paco 7942
    11 lug 2009 alle 13:59

    @ Fabrivit, la zona del bastione non è completata, in ogni caso dov’era il bastione prima dei lavori? Preferisci che le macchine vengano parcheggiate ovunque ed in doppia fila? A me fa tristezza il tuo discorso.

  • Fabrivit 256
    11 lug 2009 alle 14:17

    No scusa, paco, io non preferisco le macchine in seconda fila. Ma l’alternativa a un maxiparcheggio come quello non è la doppiafila che è solo ed esclusivamente un segno di inciviltà che non eliminerai con l’apertura del parcheggio, se pensi realmente che succederà ti illudi di grosso. Chi andrà da Jolly elettronica secondo te andrà a posteggiare nel parcheggio??? Ma scherzi?
    E comunque io ho sempre e sottolineo sempre, che i parcheggi così nel centro città sono DELETERI al traffico in maniera assoluta. L’unico modo per risolvere il problema è chiudere il centro come fanno nel resto del mondo e potenziare i numerosissimi parcheggi periferici che si sono costruiti e colegarli con servizi continui al centro.
    Questo parcheggio servirà solo ed esclusivamente a fare posteggiare chi lavora al tribunale. E’ una tristezza ma sarà così.
    E comunque per me il patrimonio artistico culturale vale sicuramente di più di qualsiasi parcheggio.
    La zona del bastione a me sembra completa e il bastione è stato ricoperto d auna bella colata. Del rendering in quello che è stato realizzato non c’è nulla ceh riguarda il bastione, se vai a vedere la c’è forse un ingresso pedonale…

  • Paco 7942
    11 lug 2009 alle 14:26

    Se guardi bene nel rendering c’è uno spazio dedicato al bastione, lo stesso spazio che in queste foto vedi delimitato con la rete rossa dei lavori in corso.

    In ogni caso il bastione è rimasto sotto decine di metri di terra per decenni e nessuno ha detto nulla.

    Io sono contrario ai parcheggi in centro storico, ma al limitare del centro storico metterei tantissimi parcheggi per eliminare le auto dalle strade. Così come è stato fatto per decenni nelle nazioni più progredite della nostra.

  • Fabrivit 256
    11 lug 2009 alle 14:34

    Lo spazio c’è, altro giorno sono andato in tribunale, ma dei bastioni non c’è l’ombra, il fatto che siano stati comperti per decenni non è un buon motivo per farli riscomparire, anzi!!L’opera che li doveva coprire non mi sembra allo stato attuale sia fattibile perchè mi sembra che rispetto al rendering siano state fatte diverse modifiche progettuali.

    Scusa se ti contraddico, ma non mi sembra proprio che il tribunale sia limite di centro storico, ma è PIENO centro storico, è questa l’assurdità. Il limite del centro storico, per nostra fortuna visto che abbiamo uno dei centri storici più estesi d’europa, si estende fino a dopo la zisa. E’ un patrimonio che l’incuria e il traffico si stanno mangiando. Bisogna fermare il traffico prima del limite.

  • Federico II 80
    11 lug 2009 alle 15:06

    Il tribunale si trova sul perimetro del centro storico, che corrisponde alla prima circoscrizione. La Zisa ara fuori dalle mura.

  • antony977 166208
    11 lug 2009 alle 15:14

    Basta guardare i bastioni lungo corso Alberto Amedeo per capire che quella è zona perimetrale e non pieno centro storico.
    Adesso per chi vorrà andare a fare shopping su corso Finocchiaro Aprile e dintorni, non avrà più scuse per posteggiare in doppia fila.
    I commercianti, prima che apra il parcheggio, dovrebbero già sensibilizzare i propri clienti all’utilizzo di questo parcheggio!
    Fare informazione.
    E guai se ci fosse qualcuno che venga a dire “ma è troppo distante”.
    GUAI!!

  • Fabrivit 256
    11 lug 2009 alle 15:38

    Scusate, ma vi sbagliate di grosso, non voglio far eil presuntuoso, ma il centro storico si estende oltre i bastioni di corso alberto amedeo. I bastioni sono il limite della città fortificata, ma ciò non delimita assolutamente il “centro storico”. Vi sbagliate di grosso. Il centro storico arriva fino alla Zisa. Centro storico non equivale alle mura della vera città. Andate a guardare le vecchie cartine arabe. Via colonna rotta, via lascaris e tutta la parte zona zisa sono centro storico, è innegabile visti anche i vari ritrovamenti che sono stati fatti. Ogni tentativo di restringere il centro storico è a mio avviso ingiustificato e inaccettabile.

  • Paco 7942
    11 lug 2009 alle 16:59

    Fabrivit ti sbagli tu, puoi scaricare dal sito del comune il piano regolatore e trovi tutto. Il centro storico e in vecchio centro fortificato, infatti per quell’area vi è un piano particolareggiato. La zisa è bene culturale oltre le mura ed oltre il centro storico. Le zone fuori dalle mura, benchè storiche, non sono incluse dal comune e dall’assessorato ai beni culuturali nel centro storico.

    Se vuoi dire che ci sono zone storicamente importanti anche fuori è un discorso, ma il centro storico “legalmente” palrando arriva fino alle mura, all’interno delle mura la gestione di tutto è differente, ci sono vincoli decisi dalla sovrintendenza regionale e dall’assessorato regionale che valogono solo per il centro fortificato e non valgono per ciò che resta fuori.

  • Paco 7942
    11 lug 2009 alle 17:00

    Anche se ti sembra inaccettabile è la realtà legale delle cose, se non ti sta bene c’è poco da fare. Questi vincoli e questi limiti vengono decisi dalle sovrintendenze non dai comuni cittadini in base a quello che preferiscono.

  • Fabrivit 256
    12 lug 2009 alle 1:23

    Paco, un piano regolatore usato da sempre dai politici per i loro porci comodi non cambia quello che la storia ha scritto in millenni di storia palermitana. Il prg vale meno di zero. La sovraintendenza considera centrostorico quello che è stato il centro reale della città nel passato e la zisa non è assolutamente fuori dal centro, essendovi nelle cartine storiche una continuità “di zona” fra il cassaro e la zona di via colonna rotta e la zisa (ho la riproduzione delle cartine storiche arabe nella mia stanza, so di cosa parlo). Gli scavi in via colonna rotta hanno confermato questi insediamenti e ce ne sono altre decine gia controllati. E’ noto che lo svolgimento della vita cittadina originaria non fosse assolutamente limitata al cassaro e che gli insediamenti del popolo fossero fuori. I vincoli per una città d’arte come palermo dovrebbero essere molto più estesi e rigidi, abbiamo pagato un prezzo enorme per i giochi di potere dei politici locali, ricordo il primo sacco di palermo. Limitare il centro storico così come è descritto dal Prg è una assurdità e come palermitani sarebbe più giusto batterci per la valorizzazione di alcuni monumenti e zone della città che per la costruzione di un parcheggio che non risolverà, a mio avviso, alcun problema.
    Ma chi ci andrà a posteggiare quando il costo orario è fissato a 1,50€ (un furto!!) e fuori varia da 70cent a un euro???

  • Paco 7942
    12 lug 2009 alle 2:09

    Guarda bene le mappe, evidentemente non le sai interpretare. La Zisa era nel mezzo del Jannat al-ar?, cioè di un giardino paradisiaco, zona di caccia per sua stessa definizione in aperta campagna.

    Secondo me dovresti studiare meglio la storia di Palermo, è un dato di fatto che fino al 1700 l’espansione extra moenia (fuori dalle mura) era di quasi nulla entità. Conventi e poco altro. Non vi è alcuna urbanizzazione esterna anche perchè fino alla fine del XVII secolo le porte della città venivano chiuse la notte.

    La definizione del centro storico di Palermo è data dalla sovrintendenza ed accettata da tutti gli studiosi della città, compreso il più grande di tutti, recentemente scomparso, Rosario La Duca. Se vuoi conoscere la storia dell’evoluzione urbanistica ti consiglio il suo libro, uno degli ultimi “da Panormos a Palermo”. Che raccoglie molti suoi lavori.

    Cmq di mappe storiche di Palermo ne ho decine, di qualunque periodo, e non mi obbligare a scannerizzare il materiale. La città Punica si estendeva da villa bonanno (paleopoli) a via roma (neapoli). Anche la città araba non superava piazza indipendenza ma oltre alle dimensioni della città punica includeva parte del quartiere della Kalsa e altri due quartieri minori ai fianchi della città antica. Facendo un po’ di salti in avanti alla fine del XVI secolo la città è quella entro le mura più un piccolissimo braccio di terra che attualmente è la via crispi dove risiedeva il villaggio dei pescatori e degli addetti al porto. Andiamo ancora più avanti all’inizio del XIX secolo la citta ha cominciato una lenta espansione oltre le mura, principalmente nella zona di via rugero settimo e attorno a piazza indipendenza. All’inizio del XX secolo non ha ancora raggiunto la zona della zisa…

    La zona di piazza indipendenza l’ho studiata, sono archeologo queste cose le conosco abbastanza bene, lì c’erano ampie necropoli ESTERNE alla città.

    Cmq se credi di conoscere l’evoluzione urbanistica meglio di tutti gli storici palermitani che hanno scritto interi libri…beh ognuno è libero di pensarala come vuole, ma difficilmente avrai argomenti, e fonti, più convincenti di loro…

    Monumenti e luoghi di interesse fuori le mura esistono, ma non hanno nulla a che vedere con il centro storico: le catacombe dei cappuccini (famoso monastero agreste), la zisa (parco di caccia dei monarchi normanni), la palazzina cinese (casina all’interno del vasto parco da caccia reale), le fortificazioni borboniche a nord della città, il liberty di fine ottocento primi del novecento, e così via.

    Ma in tutte le città esistono cose del genere ma continuano a non far parte del centro storico. I centri storici sono sempre delimitati da antiche fondazioni murarie (esistenti o non più esistenti), avviene così anche a roma, napoli, milano, etc.

  • Otto Mohr 47
    12 lug 2009 alle 16:38

    Questo parcheggio è di fondamentale importanza…adesso però tocca all’amministrazione obbligare i cittadini ad utilizzarlo reprimendo in zona ogni possibile doppia fila o sosta vietata, soprattutto perchè ora non ci sono più scusanti di alcun tipo. Evidentemente se non fosse così non rivestirebbe più quella grande importamza per cui è stato pensato.

  • Paco 7942
    12 lug 2009 alle 19:21

    esatto Otto, l’amministrazione adesso deve metterci del suo, anche perchè in questo modo spingerà altri a voler investire nei parcheggi multipiani

  • marcozs 361
    12 lug 2009 alle 21:14

    La zisa non è centro storico, il parcheggio del tribunale secondo me è un errore ma ormai ce lo teniamo.

    Detto questo credo che un ragionamento serio sul piano dei parcheggi vada fatto, e non solo considerando il centro storico ma anche il centro.

    Piazzale Ungheria e Piazza sturzo non sono nel centro storico, ma sicuramente sono centro.

    è lecito chiedersi se è ragionevole fare un parcheggio tra il teatro politeama ed il teatro massimo, piuttosto che lungo viale regione o nelle VERE periferie di Palermo, ed aspettarsi che il traffico diminuirà.

    L’unica speranza è che nel put vengano reinserite le ztl, un pedaggio, un aumento del prezzo delle zone blu o qualsiasi meccanismo di disincentivo.

    Altrimenti ci schianteremo, a bordo di un’auto che ha gli airbags ma non le cinture di sicurezza, e l’impatto sarà devastante.

  • marco 212
    22 ago 2009 alle 21:08

    oggi sono andato per posteggiare! è trovo una transella all’ingresso !

    2 guardie mi dicono non si può è inagibile ( forse volevano dire che non si poteva per adesso) infatti poi dicono forse da 1 settembre apre!

    BHooo manco innaugurato gia casini?

  • marco 212
    05 set 2009 alle 22:50

    ok tornato :

    il resoconto;
    da ridere! scendo e chiedo è aperto? la guardia mi dice NO, perche mancano i biglietti … pensate che a chiedere di entrare erano tantissimi vista la “notte bianca” in compenso vado in via cavour ex ricordi , e devo dire che è davvero bello ambiente bello , rilassate, bar interno mi è molto piaciuto ma ho visto che stanno facendo altri lavori..


Lascia un Commento