30 giu 2009

PFP Palermo: finalmente lavori a Malaspina


Finalmente la tratta Malaspina vede impegnate le grandi ruspe e trivelle della SIS Spa.  Nel deposito si vedono le prime consegne dei travettini in cemento e nel lato Notarbartolo la trivella comincia i preparativi per la palificazione e di conseguenza lo scavo per la prima trincea, che più avanti diventerà galleria. Particolare la foto da via Notarbartolo, dove sullo sfondo si vede la trivellatrice e rende più vicino tutto. L’ex parcheggio Migliore è stato adibito a deposito materiali, dove anche qui i travettini fanno da padrone. DATA FOTO 24/06/2009

  

 

  


malaspinaOPEREpassante ferroviario

Articolo successivo

19 commenti per “PFP Palermo: finalmente lavori a Malaspina
  • Portacarbone 70662
    30 giu 2009 alle 12:04

    Peccato, se non fosse per il tratto in variante, ci sarebbero lavori sull’intera linea.
    Mi chiedevo se, in quel caso, sarebbero stati reclutati più operai oppure spostati da qualche altro cantiere del pfp.

  • Federico II 80
    30 giu 2009 alle 12:10

    Ma adesso con la variante per quando se nè parla per la fine dei lavori?
    E le tratte su cui adesso stanno lavorando saranno inaugurate nel 2012 come previsto o si aspetterà la fine di tutti i cantieri?

  • FS74 35
    30 giu 2009 alle 13:54

    I lavori delle tratte non in variante dovrebbero completarsi per il 2012, mentre per i tratti in variante, soprattutto per il tratto da Notarbartolo all’ex ente minerario il completamento dovrebbe avvenire (stando a quanto riferito nel corso della conferenza dei servizi) nel 2014.

    Per quanto riguarda le attivazioni la cosa è più complicata, in quanto per attivare una tratta devono essere completate non solo le opere strutturali, ma anche tutti gli apparati tecnologici ed i collegamenti con le “cabine di regia” della circolazione.

  • Metropolitano 3205
    30 giu 2009 alle 14:13

    Quindi a questa linea mancherà solo il tratto Notarbartolo – La Malfa nel 2012. Per il resto io che abito vicino a Notarbartolo spero di poter usufruire al più presto il servizio metropolitana a doppio binario, anche prima del 2012.
    Grazie, comitato di viale delle Alpi !

  • Metropolitano 3205
    30 giu 2009 alle 14:16

    Spero che ti sbagli FS74, perchè era previsto entro il 2012 la fine di tutti i lavori. E tieni presente che i cantieri della tratta A e C sono in essecuzione contemporaneamente. Può significare che non appena la variante di progetto entra in fase decisoria potrebbero partire i lavori anche l’anno prossimo per tentare di rispettare i tempi.
    Per quanto riguarda le cabine ed i FV nelle nuove stazioni quelli sono la meno cosa.

  • FS74 35
    30 giu 2009 alle 17:48

    Lo spero anch’io, ma ho fatto questo ragionamento:
    La fine dei lavori era prevista nel 2012 senza varianti. Dalla consegna ufficiale dei lavori del 22 febbraio 2008 ad oggi non è stato fatto nulla nella tratta in questione. Se a questo anno e 4 mesi si aggiungono i tempi tecnici (sviluppo del progetto definitivo e dell’esecutivo) penso che i due anni di ritardo ci stanno tutti. Ulteriore aggravio di tempi rispetto al progetto originario è che prima da Balgio in poi la linea era tutta a piano campagna, mentre ora il progetto prevede tutto in galleria e/o trincea profonda, quindi con tempi di realizzaizone più lunghi.

  • SalvatoreB 136
    30 giu 2009 alle 19:50

    Ieri accanto alla stazione di cardillo hanno cominciato a scavare a lato della ferrovia, potrebbe essere quindi la futura trincea?

  • Andrea Bernasconi 12
    30 giu 2009 alle 21:46

    beh, non sarei così pessimista. in primis non sappiamo lo stato di avanzamento del progetto, poi è anche probabile che, pur avendo l’esecutivo già firmato e approvato i lavori non potrebbero iniziare in quanto i fronti aperti sono davvero tanti. Non è del tutto inversomile ipotizzare che, quando una delle squadre finirà uno dei fronti, il progetto sarà pronto

  • Paco 7942
    30 giu 2009 alle 22:17

    Per la tratta in cantiere probabilmente si riusciranno a completare i lavori prima dei 4 anni previsti, i tecnici della SIS ci hanno detto che stavano lavorando a pieno ritmo per cercare di recuperare il tempo perso. L’unico cantiere che non parte è quello in via Imera, hanno ripulito l’area ma è finito tutto lì…boh

    Cmq visto che la variante è+ pronta i lav ori sulla variante potrebbero anche cominciare dopo l’estate.

  • FS74 35
    01 lug 2009 alle 8:54

    @ Andrea Bernasconi:
    la data del 2014 non l’ho detta io, ma i tecnici di Italferr durante la prima seduta della conferenza dei servizi della variante tra Notarbartolo e La Malfa, ed hanno addotto come motivazioni proprio la maggiore complessità delle lavorazioni.
    Per quanto riguarda invece LA zona di via Imera, sempre durante quella seduta hanno parlato di un’altra variante che dovrebbe interesare proprio il tratto tra Orleans e Lolli, ma di questa non hanno detto nulla.

  • Paco 7942
    01 lug 2009 alle 12:34

    La variante Orleans Lolli riguarda la tecnica di scavo utilizzata, si doveva utilizzare la talpa ma la SIS ha pensato fosse più rapida la tecnica di scavo classica.

  • piepa93 6
    04 feb 2010 alle 15:09

    ragazzi io sono uno studento del liceo scientifico einstein e la mia classe affaccia sul lato dove stanno facendo i lavori per cui vi potrei fornire le foto dei lavori…


Lascia un Commento