16 giu 2009

PTOP 2009-11 in consiglio provinciale: c’è la tangenziale di Palermo


(Adnkronos) – Approda in Consiglio provinciale a Palermo il piano triennale  delle opere pubbliche 2009-2011. Il documento di programmazione varato dalla giunta e’ stato presentato oggi in aula dall’assessore alla programmazione infrastrutturale Gigi Tomasino. Il piano prevede 407 opere (contro le 296 del precedente triennale) cosi’ suddivise: 146 per il 2009, 131 per il 2010, 130 per il 2011, per un fabbisogno finanziario totale di oltre 2 miliardi 658 milioni.

 La parte del leone la fa la viabilita’ con 194 opere, pari al 47% dell’intero parco progettuale e con un investimento finanziario pari invece al 52% dell’importo complessivo del piano. Seguono poi l’edilizia scolastica con 94 opere e l’ambiente ed energia con 69 interventi.

Fra le opere di viabilita’ anche la tangenziale esterna di Palermo, la Corleone-Mare, lo svincolo di Bagheria ovest e l’asse viario dell’himerese.
(….)

L’esame del piano triennale da parte del Consiglio entrera’ adesso nel vivo nel corso della seduta convocata per lunedi’ prossimo 22 giugno.


provincia palermoptop palermosvincolo bagheriatangenziale di palermourbanistica

11 commenti per “PTOP 2009-11 in consiglio provinciale: c’è la tangenziale di Palermo
  • fatamorgana 255
    16 giu 2009 alle 14:17

    I piani triennali delle opere pubbliche sono un elenco di interventi da realizzare con determinati e specifici fondi.
    Ma la stragrande maggior parte dei lavori inseriti in un piano triennale non si realizzano, vuoi per l’incertezza della fonte di finanziamento, vuoi per scelte politiche che col tempo modificano le attuali e passate volontà di governo.
    Quindi non è interessante mettere 1000 opere in un piano triennale (cosa abbastanza semplice), bensì è importante il numero di quelle realizzate o quanto meno già avviate. E su questo che si misura la capacità operativa di una giunta di governo (nazionale regionale provinciale e comunale). Tutto il resto sono chiacchiere. Ma ci sono tanti uomini politici che ci campano con i proclami (bla bla bla), in questa terra. Verifichiamo quanto realizzato dei contenuti dei programmi elettorali ad anni dalle elezioni e scopriamo tante sorprese. Amare naturalmente.

  • giovannimi76 84
    16 giu 2009 alle 14:46

    Si e’ innagabile..che quello che viene inserito nei piani triennali a volte rimane lettera morta…Pero’ e’ innegabile che negli ultimi tempi il progetto della tangenziale di Palermo ha fatto un grosso passo avanti..passando da semplice studio di fattibilita’ buono solo per far fare propaganga politica..a progetto serio e concreto..finanziabile e cantierabile..Insomma non sono sicuro che entro i tre anni l’opera verra’ avviata..pero’ il fatto che sia stata inserita in un piano triennale..dimostra secondo me il fatto che prima o poi quest’opera si fara’ realmente..Fino a poco tempo fa’ neppure questo era sicuro..

  • marcozs 361
    16 giu 2009 alle 15:11

    Io farei un piano triennale per chiudere le provincie e passare le poche competenze che hanno (qualcuno le conosce?) alla regione.
    Con i soldi risparmiati ci facciamo la tangenziale, la metro e pure il ponte sullo stretto.

  • eddy 71
    16 giu 2009 alle 17:05

    Sono d’accordissimo con marcozs ma anche con Federico II. Le province sono di un’utilità estrema. Si parla di spreco di danaro pubblico… E non parlano mai delle Province. Presidente, consiglio e giunta provinciale… spreco contro spreco, dove le stesse “mansioni” potrebbero essere svolte dalle Regioni.
    Nella scorsa campagna elettorale si parlò dell’abolizioni delle province, dicendo che erano inutili e comportavano immense spese. Non mi sembrava vero, non ci volevo credere, mi stava venendo un colpo al cuore… ma poi ovviamente hanno tirato indietro la gamba… ed ecco il mio sospiro di sollievo :D

  • Paco 7942
    17 giu 2009 alle 15:24

    Beh per le grosse città come palermo la provincia dovrebbe essere sostitutita dall’area metropolitana, in modo da creare progetti che siano complementare gli uni con gli altri e senza le beghe possibili tra un comune ad un altro.

  • Metropolitano 3236
    17 giu 2009 alle 15:37

    Con quali fondi realizzeranno tutte queste opere ?
    Ho letto che nel CIPE del prossimo 26 Giugno (data non ufficiale) sono incluse altre opere tra cui i sistemi metropolitani di Napoli, Messina e Palermo il ponte la Salerno-Reggio, ma di queste opere in provincia di PA e della tangenziale non ne citano neppure una.

  • PeppePa 35
    17 giu 2009 alle 20:37

    @ Paco
    Io, come tutti voi, so che la Costituzione prevede già le nove città che possono sostituire la Provincia con l’ente “Città Metropolitana”, e la nostra Palermo (quinta città d’Italia) non c’è.
    Sinceramente non mi spiego il perché. Tu pensi sia fattibile che la nostra città possa fare questo passo prima delle città che potrebbero farlo (e non lo fanno)?

  • Federico II 80
    17 giu 2009 alle 21:01

    Peppe, in realtà Palermo e Catania già da qualche decennio possono istituire le città metropolitane. Ricordati che siamo una regione a statuto speciale e in questo settore è competenza della Regione Siciliana. Lo stesso discorso si può fare in Sardegna o in altre regioni a statuto speciale.
    Per questo quando leggevi nei giornali o sentivi nei telegiornali non c’era Palermo tra le città metropolitane, perchè già teoricamente lo può diventare. Manca la volontà politica.

  • Metropolitano 3236
    18 giu 2009 alle 10:55

    Ragazzi, forse vi son sembrato disfattista, ma con quali fondi realizzeranno tutte queste arterie ?

    Per il discorso della città metropolitana purtroppo la competenza è di Lombardo che non si sa se abbia in programma questo evento politico, stessa cosa in Friuli Venezia Giulia, dove Trieste chiede l’istituzione della città Metropolitana ma la regione non lo fa. E poi comunque prima di istituirle ci vorranno anni anche per quelle regioni a statuto ordinario.


Lascia un Commento