12 giu 2009

Passante Ferroviario Cardillo: cantiere ex E.M.S. in evoluzione


Prende forma la maxi strada di collegamento a Cardillo, quella che migliorerà la viabilità stradale della zona.

Ricordiamo che tale strada collegherà via Ugo la Malfa (zona Moka Termini), via San Lorenzo/Cardillo e via Lanza di Scalea tagliando per il parcheggio del supermercato Colle Verde.

vista del cantiere dal binario lato monte

E’ il futuro sottopasso pedonale della fermata E.m.s.-La Malfa?Sembra proprio così

Particolare del sottopasso pedonale della fermata…

Sembra essere proprio il sottopasso, vista la forma

 

 

Ed ecco la maxi strada di collegamento che prende forma! Le palificazioni laterali lato mare, sono già piantate.

Un particolare delle palificazioni del sottopasso stradale

Percorso della maxi strada

Anche qui, binario di deviata.Da qui in avanti la linea comincerà a scendere di livello.Un’operazione simile al cantiere di Isola

 

Che saranno?Molti di questi sono stati posizionati anche dopo la stazione di Tommaso Natale, direzione Isola


cardilloEMSgiovanni paternagiuseppe oliveriisola delle femminelibero comitato cardillopassante ferroviario palermopierpaolo orlandoSIStommaso natalevia ugo la malfa

7 commenti per “Passante Ferroviario Cardillo: cantiere ex E.M.S. in evoluzione
  • FS74 35
    12 giu 2009 alle 9:48

    Credo che la strada sia completamente autonoma rispetto alle fasi di lavorazione della ferrovia. Una volta che completano la parte su cui dovranno essere collocati i binari possono continuare a realizzare l’opera.
    Anzi, forse con l’apertura di questa strada potrebbero anche chiudere temporaneamente qualche passaggio a livello vicino per effettuare qualche lavorazione.

    Per quanto riguarda quel pezzo di rotaia dipinto di blu posizionato in verticale, se non sbaglio dovrebbe trattarsi di un elemento utilizzato per “picchettare” le curve, ovvero una specie di caposaldo utilizzato per poi andare a posizionare correttamente il binario (e che viene utilizzato anche in fase di successiva manutenzione per verificare che le rotaie non si siano “spostate”). Spero che i miei ricordi non abbiano fatto cilecca!

  • david.majorca 0
    12 giu 2009 alle 15:12

    Complimenti per questo splendido e chiarissimo servizio. Non avevo mai visto la ricostruzione grafica della strada. E’ davvero un’opera imponente. Io abito accanto Villa Adriana (Largo Strasburgo per l’esattezza) quindi conosco la zona come le mie tasche e non ho davvero esitazioni a dire che quella strada sarà un’opera epocale per il quartiere.
    Come lo sarà anche la fuitura stazione San Lorenzo. A riguardo proporrei di finanziare un sottopassaggio che coleghi la futura fermata San Lorenzo con Viale Strasburgo. Costerebbe davvero pochissimo e sarebbe di un’utilità inimmaginabile. Grazie Grazie ancora all’autore dell’articolo.

  • saandur 16
    12 giu 2009 alle 15:47

    Buonasera a tutti.
    Vorrei se possibile qualche chiarimento:
    1) La strada passa per il posteggio del Colle Verde, nel senso che tale
    ipermercato dovrà rinunciare ai suoi (leggittimi) posti auto?
    2) Accanto l’apertura dei lavori (lato via San Lorenzo) vi è guardando frontalmente a sx un grosso negozio di edilizia per la casa e a dx una bellissima villa, quale sarà la loro sorte?
    3) In aggiunta alla domanda posta precedentemente, l’apertura del cantiere è in piena curva, come si risolverà il tutto.
    4) Ho fatto queste domande perché dalla foto satellitare non si capisce nulla. E’ possibile avere pubblicata un’immagine ingrandita?
    Grazie di tutto.

  • antony977 165953
    12 giu 2009 alle 19:44

    @saandur, ti rispondo qui di seguito:
    1) la strada passa dal parcheggio del Colle Verde.Nessuno mette in dubbio che il parcheggio sia legittimo, ma trattasi di un esproprio (e comunque pagato) e da nostre fonti Colle Verde era già d’accordo.E’ poi è solo una fetta dei parcheggi che viene espropriata.E’ in ogni caso abbastanza ampio;
    2)ottima osservazione, anche perchè se noti l’ingresso del cantiere è proprio fra i 2 edifici.Sinceramente andrei a togliere qualcosa al negozio di edilizia;
    3) non vedo quale sia il problema, considerando che la futura strada sarà a doppio senso di marcia, e che avrai possibilità di raggiungere la zona di via Ugo La Malfa senza passare dalla stazione San Lorenzo.Oppure ancora raggiungere immediatamente l’autostrada senza andare (come si fa oggi) verso lo svincolo di Tommaso Natale

  • Lele 6797
    12 giu 2009 alle 21:23

    Antony ottimo articolo, complimenti davvero, molto dettagliato. Un opera che smaltirà il traffico nella zona e sarà un collegamento veloce tra il vicino svincolo autostradale.

  • FS74 35
    15 giu 2009 alle 11:22

    @saandur:alcune integrazioni provenienti da “Voci di cantiere”:

    1)verrà espropriata una parte dei parcheggi, ma verrà risistemata anche la parte più lontana dall’ingresso con creazione di nuovi stralli ed aiuole;

    2) non sono previste demolizioni, l’incrocio con via S. Lorenzo sarà a raso (penso con semaforo);

    3) La questione penso si risolve con il semaforo;

    4)magari!


Lascia un Commento