16 mag 2009

Car-sharing e Tram: tra presente e futuro


Dopo il workshop tenutosi all’università il 6 Maggio presso Ingegneria a cura del CIFI sul trasporto pubblico su rotaia a Palermo, il 9 Maggio abbiamo assistito alla presentazione del car sharing Amat nei dettagli e di una breve presentazione di quelli che saranno i futuri convogli Tram palermitani.

Già attivo da circa un mese, il car-sharing sta cominciando pian piano a farsi conoscere in città: altre  nuove vetture in fase di consegna ed entro l’estate verranno realizzati nuovi posti auto/siti stazionamento  dove poter prelevare l’auto.

Ricordiamo il vantaggio del car-sharing: possibilità di camminare lungo le corsie preferenziali (se incontrate i consiglieri Tantillo e Campagna annacatevi quanto più possibile!), libero accesso alle zone a trafficol limitato, parcheggio gratuito nelle zone blu, tariffe convenienti che comprendono anche il costo del carburante e le polizze assicurative, si può viaggiare anche fuori città, e soprattutto per chi non possiede auto propria niente più pensieri per il  bollo auto, manutenzione, tagliandi e bollino blu.Info più dettagliate su http://www.carsharingpalermo.it/

Maggiori info e specifiche tecniche sul tram di Palermo potrete visionarle nel sito della Bombardier al seguente link:

http://www.bombardier.com/en/transportation/products-services/rail-vehicles/light-rail-vehicles/flexity-trams/palermo–italy?docID=0901260d8000bed8#

Speriamo di  mostrarvi  presto  le foto del convoglio  reale direttamente dalla fabbrica; foto che abbiamo avuto il pregio di visionare presso il prezioso workshop organizzato dal CIFI

Alcuni particolari del modello:

 

 

 

Il presidente dell’Amat Mario Bellavista assieme al responsabile del car-sharing Ing. Caminiti, illustrano le novità in ambito car-sharing e  trasporto di massa-Tramvia Palermo

Una delle nuove vetture del car-sharing

Car-sharing: in blu i punti già attivi, in rosso i nuovi siti/posti auto che verranno realizzati

MobilitaPalermo insieme al presidente dell’Amat avv.  Mario Bellavista

  

MobilitaPalermo con un occhio verso il futuro

 

 

 

 

 


amatbombardierborgo nuovocar sharingcar sharing palermomario bellavistaroccellaTram

39 commenti per “Car-sharing e Tram: tra presente e futuro

Comment navigation

  • Federico II 80
    17 mag 2009 alle 9:36

    Passerà da lunghi rettilinei, ma ricordiamoci che ci saranno pure diversi incroci, semafori e fermate lungo questi incroci.

  • IoGomesio 273
    17 mag 2009 alle 13:37

    ma che ve ne frega del colore? a parte il fatto che i vagoni verranno (ovviamente) ricoperti da cartelloni pubblicitari, c’è da dire che l’estetica non conta, se la funzionalità è già perfetta. Certo, se li facessero rosa-nero farebbero effettivamente schifo, ma pazienza.

    @ Otto Mohr: è impossibile che le corsie vengano invase dalle auto come hai supposto tu, perchè non saranno solo protette, ma per giunta infossate rispetto al manto stradale.. insomma, bisognerebbe essere folli per fare una cosa del genere

  • piero82 503
    17 mag 2009 alle 21:11

    Iogomesio@ si stava solo parlando..niente di piu,lo so benissimo che non ha poi tanta importanza il colore…ma comunque lo ripeto anche a te(sono gusti)a te non farebbe schifo…a me piacerebbero.

  • Metropolitano 3285
    17 mag 2009 alle 21:36

    Dal modellino si capisce che il risultato è scontato. Sono impaziente di vederli circolare in città. Alcuni che ho incontrato erano stupiti quando glie ne ho parlato, e non credevano alle loro orecchie del fatto che ritornasse il tram a Palermo. Ora lo sanno ed io ho indicato a loro il sito di Mobilità Palermo per trovare tutti i dettagli.

  • sicilio 110
    18 mag 2009 alle 12:37

    e un bellissimo modello di tram!! immagino quando i palermitani vedono con i proprio occhi questo mezzo sicuramente nn ci crederanno, anzi dicono c’e una astronave che circola nelle nostre strade di palermo!! ahahahah possiamo dire con il nome di Ufotram stando preparando all’invasione.. ahahahah

  • fabdel 989
    18 mag 2009 alle 15:35

    carino, speriamo in una coppia di colori migliori. quando si verdanno in giro sarà un po’ come vedere dei tgv nuovi fiammanti che attraversano beirut .poi, quando saranno vandalizzati dall’inciviltà dei palermitani, quanto diventeranno un monte di sudicio, quando solo a toccare le maniglie si correrà il rischio leptospitosi, quando i graffiti non risparmieranno neppure i tergicristalli, tutto rientrerà nella normalità.

  • fabdel 989
    18 mag 2009 alle 15:44

    VERSIONE CORRETTA_carino, speriamo in una coppia di colori migliori. quando si vedranno in giro sarà un po’ come vedere dei tgv nuovi fiammanti che attraversano beirut .poi, quando saranno vandalizzati dall’inciviltà dei palermitani, quando diventeranno un monte di sudicio, quando solo a toccare le maniglie si correrà il rischio leptospirosi, quando i graffiti non risparmieranno neppure i tergicristalli, quando le zecche si mangeranno pure la manopola del cambio, tutto rientrerà nella normalità.

    off topic: perchè non date la possibilità di “editare ” i messaggi?

  • Panormus 200
    18 mag 2009 alle 15:56

    scusate la domanda forse un pò banale: ma si sa niente di come saranno le fermate (cioè pensiline, panchine etc.)?

  • Andrea 0
    20 mag 2009 alle 11:05

    ragazzi sono di ritorno da Milano, città che ha sposato lo stesso bike sharing di Barcellona. un progetto semplice, sicuro, economico e stupefacente. i turisti erano impazziti, le piste ciclabili piene di gente. le stazioni di nolo sono ovunque e a basso costo, ma dico io perchè non contattare questa società e farla venire a Palermo?? a maggior ragione che adesso abbiamo le piste ciclabili! è un’occasione da non perdere! che ne dite??? proviamoci! anche tramite Mobilitapalermo, insomma, diamine, avete contatti con chiunque!

  • Andrea 0
    20 mag 2009 alle 14:22

    antony per carità! dico solo di contattare QUELLA società! seria, veloce e onesta. sono dei seri professionisti. sarebbe una manna per la città e per il turismo! le bici costano pochissimo!

  • antony977 166000
    20 mag 2009 alle 14:51

    Andrea, ma sempre per appalto bisogna andarci.Il Comune di Milano o l’Atm avranno affidato il servizio a questa ditta tramite asta pubblica.
    Into lo abbiamo proposto all’Amat e vediamo cosa ne pensano

  • Andrea 0
    20 mag 2009 alle 16:14

    certo, chiaro. era un suggerimento. a volte non serve inventare niente di nuovo o geniale. basta copiare! la città fa il resto. e la nostra è splendida

  • iamthefuture 10
    25 mag 2009 alle 19:39

    Ragà io pensavo che le “A” riguardassero il Palermo in serie A :)) mi sembrava un po’ strano infatti…poi ho letto che è il tram di Alicantes, comunque bello davvero, sono curioso di vedere le foto dalla fabbrica!


Lascia un Commento