07 mag 2009

Il nuovo giardino in piazza Fonderia


Da mesi ormai questo cantiere, con la sua alta recinzione in lamiera, nascondeva alla vista i resti di quella che è stata una delle fonderie più grandi della città, pesantemente bombardata durante l’ultimo conflitto mondiale. Proprio oggi, munito della mia macchina fotografica, mi sono recato li per verificare lo stato dei lavori e, dopo essermi guadagnato la simpatia di uno dei giardinieri e in via del tutto eccezionale, ho avuto accesso a quello che definirei un angolo di paradiso ritrovato in un terribile contesto altrimenti degradato, in uno degli angoli più suggestivi della nostra amatissima città. Eccovi quindi, in anteprima, le foto di questa splendida opera che tra qualche settimana verrà ufficialmente consegnata ai cittadini.

Visione d’insieme:

Marciapiede frontale (dove verranno piantumati alcuni arbusti):

Vista del mare dal giardino:

Particolari della fontana e dei resti della fonderia (dove nascerà un caffè letterario):

Visuale d’insieme:

Il giardino delle pomelie (che fioriranno con la stagione calda):

Una visuale del prospiciente vicolo della Fonderia:  

Ed eccovi la suggestiva visuale notturna, da questa foto di evincono le dimensioni del caffè letterario:


giardino piazza Fonderia

27 commenti per “Il nuovo giardino in piazza Fonderia

Comment navigation

  • huge 2221
    08 mag 2009 alle 18:46

    Se non ricordo male da qualche parte è previsto l’interramento di via Crispi nel tratto porto-foto Italico, eliminando così sia il sottopasso di piazza XIII vittime, sia il curvone della Cala. Ma mi sa che è una di quelle opere che non vedremo mai.
    Certo che l’intero lungo mare pedonalizzato sarebbe un sogno.

    Per quanto riguarda il palazzo Brancagel, ho già preso accordi con l’aeronautica militare. Verrà utilizzate le famose bombe intelligenti impiegate dagli americani in Iraq e Afganistan. Forse per la prima volta si dimostreranno davvero intelligenti.
    Volendo essere un po’ più seri, secondo voi quanto potrebbe costare sgomberare il palazzo offrendo agli inquilini una sistemazione alternativa o del denaro? Il palazzo è grosso, quindi ci saranno un bel po’ di appartamenti. Anche considerando offerte per appartamento a prezzi equi, mi sa che viene fuori una cifra non indifferente.

  • Paco 7942
    08 mag 2009 alle 19:42

    Per l’interramento della cala penso fosse stato possibile prima che facessero passare i tubi de collettore fognario proprio li sotto, al PSP ne parlammo e convenemmo ome fosse utile quanto tardiva come proposta.

  • samir 230
    09 mag 2009 alle 0:43

    che bella Palerm ragazzi….io penso sempre ai tempi della Palermo capitalen Felicissima..sono angoli di autentico splendore…..amiamo la nostra città!!…grazie…mobilitapalermo!!!

  • Daniele 444
    10 mag 2009 alle 12:09

    Certo Samir .. Palermo è bella .. purtroppo è il 50% dei cittadini che non va bene e andrebbe educato .. se poi, anche chi dovrebbe imporre le regole e farle rispettare ci mette del suo, siamo fritti ..

    Io comunque credo, che, vista la vicinanza del futuro caffè letterario, un guardiano o comunque qualcuno addetto alla manutenzione ci sarà .. che ne pensate?

  • tasman sea 0
    12 mag 2009 alle 6:46

    buongiorno,
    condivido il progetto del tunntl cala. penso che eliminare il foro italico dal novero delle strade-killer debba essere uno degli obiettivi di mobilitapalermo. attraversare quell’arteria per andare sul prato e’ una lotteria. la gente corre all’impazzata, come sulla circonvallazione. i bambini per andare a giocare devono rischiare la vita. i semafori non sono una soluzione. rallentano il traffico e danno fastidio agli automobilisti. piu’ di una volta sono stato guardato come un alieno per avere schiacciato il pulsante. immagino che il tunnel possa passare sotto il collettore fognario. che problemi ci sono?

  • gatto 1
    24 giu 2009 alle 15:22

    Ho la fortuna/sfortuna di abitare proprio accanto al nuovo e bel giardinetto di piazza fonderia.Ad oggi è ancora chiuso (stamattina l’ho visto aperto ma forse per la manutenzione delle aree verdi).Non penso proprio che potrà essere mantenuto così come nelle belle foto, infatti, quasi ogni sera quella parte di piazza è invasa da persone che non si curano di nulla, facendo ogni tipo di baccano con musica ad altissimo volume, buttando bottiglie e bicchieri ovunque per terra. Il tutto nell’indifferenza di molti. Più volte abbiamo chiamato le forze dell’ordine e più volte non si sono neanche presentati….Purtroppo, non penso che questa bella oasi si salverà dal vandalismo annoiato dei molti che non hanno mai sentito parlare di “bene pubblico”.
    Forse il problema è che non riusciamo più ad indignarci in modo costruttivo ed efficace del degrado che ci circonda.


Lascia un Commento