02 mag 2009

Il primo incontro di Palermo con il bikesharing


Da lunedì 4 maggio partirà un ambizioso progetto dell’università di Palermo, quello che potrebbe essere il primo passo nella nostra città per il bikesharing. Infatti, l’università di Palermo e la Federazione Italiana Mobilità Sostenibile (FIMS) hanno siglato un accordo che permetterà di sfruttare questa risorsa importante per la mobilità. Il progetto prevede inizialmente 40 biciclette (ma presto diventeranno 100) a disposizione degli studenti, dei docenti e di tutti i dipendenti dell’università. Si avrà al possibilità di usufruire del mezzo gratuitamente per i primi 75 minuti, superati i quali si pagherà 1 euro per l’intera giornata (dalle 7.30 alle 19.00), con la possibilità di abbonamenti settimanali (5 euro) e mensili (10 euro) con i quali sarà possibile trattenere il mezzo anche nelle ore notturne. La convenienza è quindi i costi bassissimi. Varie rastrelliere saranno installate all’interno del campus universitario, ogni bici sarà contraddistinta da numero di matricola e da antifurto. Lo smarrimento o il furto della bici comporteranno un’ammenda di 100 euro. L’inscrizione all’iniziativa avverrà nelle prossime 2 settimane presso una bancarella dentro il campus stesso.


affitto bici palermobiciclette palermobike sharing palermoSegnalati

25 commenti per “Il primo incontro di Palermo con il bikesharing

Comment navigation


Lascia un Commento