08 apr 2009

Passante Ferroviario a Cardillo: ecco come sarà la nuova viabilità.


Cari amici, oggi  facciamo un pò di chiarezza  sulla nuova viabilità che verrà realizzata in zona Cardillo, illustrando e dimostrandone i vantaggi che si avrebbero rispetto l’attuale viabilità esistente.

Quella indicata nella foto  rappresenta la maxi strada di collegamento tutt’ora in costruzione, e che congiungerà direttamente  via U. La Malfa (altezza stabilimenti Moka Termini) intersecando via San Lorenzo/Cardillo e sfociare su via Lanza di Scalea (fianco rifornimento gpl) con relativa rotonda.

Compito della strada sarà quello di sopperire alla chiusura della via Minutilla (strada obsoleta e fra l’altro con divieto di transito in entrambi gli accessi) e di via Costantino (strada a senso unico verso viale Regione Siciliana con direttrice Cine Aurora).

Proviamo adesso a fare alcune PRINCIPALI possibili prove di viabilità e percorso con la nuova maxi strada in costruzione e vi accorgerete che Cardillo è più isolata adesso.
Percorso 1 Cardillo-Auchan sito in via Ugo La Malfa:  da Cardillo per dirigermi verso Auchan devo percorrere necessariamente tutta la via San Lorenzo fino a Villa Adriana per poi svoltare a destra verso la stazione S.Lorenzo Colli e la strettissima e trafficata via Tranchina.Persino un semplice navigatore gps vi indicherà questa strada.
Con la nuova smaxi strada si accorcia: si taglierà attraverso  l’ex ems/Colle Verde per sbucare direttamente in via Ugo La Malfa di fronte gli stabilimenti Moka Termini!
Percorso 2 Cardillo-Austrada/Aeroporto:  attualmente da Cardillo c’è la possibilità di dirigerci verso lo svincolo autostradale di Tommaso Natale, quindi fare la maxi rotonda all’altezza dello stabilimento ex coca-cola e imboccare lo svincolo oppure proseguire da Cardillo attraversando Piazza Tommaso Natale, scendere verso Sferracavallo, svoltare sulla via Nicoletti e imboccare poi lo svincolo.
Con la nuova maxi strada, taglio per l’ex ems/Colle Verde e sbuco direttamente in via Ugo La Malfa di fronte gli stabilimenti Moka Termini imboccando quel sottopassaggio che mi immette subito in autostrada.

Percorso 3 Cardillo-Zen-Mondello: al momento da Cardillo è possibile dirigersi verso il quartiere Zen attraverso via Fabio Besta, percorrere un tratto di via Lanza di Scalea, e fare tutta la maxi rotonda di fronte il velodromo. Con la nuova maxi strada, basterà tagliare attraverso Colle Verde e sbucare direttamente nella nuova rotonda in via Lanza di Scalea che ci permetterà di immetterci o nel quartiere Zen oppure di proseguire in direzione Mondello.
 

Il tutto senza tenere conto di una nuova strada di cui ci è giunta voce (verificheremo riscontro) e che congiungerebbe Via Monreale con via Minutilla.

Il problema principale è che si continua ad affermare che la zona diventerà isolata o addirittura una riserva indiana come afferma un noto "saggio".
Senza dimostrare quali flussi di traffico veicolare verranno interrotti e senza illustrare i vantaggi della futura viabilità in zona, e senza nemmeno ammettere le carenze dell’attuale viabilità (da riasfaltar gran parte delle strade o addirittura senza fognatura, e l’assenza di collegamenti stradali interconnessi,  rapidi.
Nessuno finora ha spiegato il perchè quella zona diverrà un ghetto.NESSUNO.
Malafede?
Fate tutte le prove possibili sulla nuova viabilità, considerando  che la nuova strada sarà a doppio senso di marcia.Vi renderete conto che : Cardillo risulta più isolata adesso che  domani con la nuova viabilità.
Noi, al contrario di altri, abbiamo illustrato come diverrà la futura viabilità di zona.
E soprattutto senza dare ascolto a politici, e senza manovratori.A dispetto di chi ci apostrofava "amici del sindaco".
Avete capito bene: dall’altra sponda ci apostrofavano come amici del sindaco!?!?

Perchè la gente deve sempre fare come Tafazzi???


cardillocomitato cardilloisola delle femminePASSANTE FERROVIARIO DI PALERMOpierpaolo orlandoPIETRO GOTTUSOSFERRACAVALLOtommaso nataleVII CIRCOSCRIZIONE

Articolo precedente

13 commenti per “Passante Ferroviario a Cardillo: ecco come sarà la nuova viabilità.
  • blackmorpheus 54519
    08 apr 2009 alle 11:01

    Sante parole…purtroppo il giornalismo italiano è questo! Dar credito alle parole strumentalizzate senza presentare un contraddittorio o informarsi su come stanno realmente le cose. Ci pensiamo noi a fare informazione! Semplici cittadini che hanno veramente a cuore le opere importanti per lo sviluppo della città, e non gente pagata o “manovrata” politicamente. E’ veramente stressante dover fare fronte ogni giorno all’infinita ignoranza di certa gente…ma ora basta. Questa mentalità gretta ha avuto fin troppo spazio nella nostra città, i cittadini si sono rotti i co*****i e vogliono vedere risultati e non le solite chiacchiere mirate a fare gli interessi di partito, o comunque gli interessi di terzi. La collettività deve vincere e siamo anche pronti a fare guerra per difendere il nostro diritto ad una città più civile

  • blackmorpheus 54519
    08 apr 2009 alle 11:32

    e intanto anche oggi su Epolis un articolo di una pagina intera che da spazio a queste proteste insensate da parte del comitato di Cardillo…complimenti!

  • huge 2147
    08 apr 2009 alle 11:58

    Lasciamo perdere, sono semplicemente ridicoli.
    Gli ho pure inviato due email, una all’autore degli articoli, chiedendogli di spiegarmi quali fossero i reali motivi d’isolamento, l’altra indirizzata al direttore, lamentandomi degli articoli a senso unico e di pura propaganda.
    Ovviamente, come qualunque giornale che si rispetti, nessuna risposta, né a l’una né a l’altra email, ma non mi aspettavo nulla di diverso.

    PS: avete usato la mappa che avevo creato con Google Earth. Vi devo chiedere di pagarmi i diritti d’autore! :D :D

  • ultimo82 113
    08 apr 2009 alle 15:53

    Oggi l’ argomento è trattato anche su il GIORNALE DI SICILIA (8 APRILE 2009 pag. 24). LA SICILIA (8 APRILE 2009 pag. 30)

  • Roberto1 517
    08 apr 2009 alle 16:03

    Su Epolis ho notato anche una certa velata propaganda contro lo stadio allo Zen e contro i cordoli. Sotto sotto mi sembra che anche questo giornale, che all’inizio sembrava veramente serio e indipendente, nasconde influenze politiche.

  • Ciccio 174
    08 apr 2009 alle 16:48

    Cosa, cosa?
    Ci sarebbe un giornale che nasconde influenze politiche?
    Oh! Ma dove ti credi di essere? In Italia?

    Meno male che c’è il Giornale di Sicilia… dal 1860 “l’unico…” giornale dei palermitani… e l’unico a non avere l’edizione online…
    A che serva sto internet poi… mha!

  • antony977 165953
    08 apr 2009 alle 17:01

    Roberto1, in merito lo stadio allo Zen Epolis si è limitato a riportare le dichiarazioni di Davide Faraone consigliere comunale e deputato all’ars.
    Non parlerei di influenze politiche, quando sono i nostri stessi politici a fare dichirazioni davvero aberranti.
    A proposito: memorizzate bene le frasi dei nostri politici ;-)

  • huge 2147
    09 apr 2009 alle 1:38

    Antony, a parte gli scherzi, ogni volta che vorrete usare foto, mappe o altro, per quanto mi riguarda non c’è alcun problema.
    Mi dispiace solo, visto che attualmente vivo fuori Palermo, di non poter più dare il mio contributo fotografico per i lavori del passante.

  • Roberto1 517
    09 apr 2009 alle 8:18

    @antony977, riguardo allo stadio, Epolis ne ha parlato per circa una settimana ogni giorno e, almeno secondo me, tra le righe era nascosta una certa avversione al progetto.

    @Ciccio, non ci sono dubbi che altri giornali sono ancora più politicizzati, ma l’impressione che inizialmente mi aveva dato Epolis era quella di un giornale veramente (quasi) super-partis.

  • Metropolitano 3236
    09 apr 2009 alle 12:22

    Ciò che conta è che i lavori possano procedere: proteste o non proteste. Strumentalizzazioni dei giornali o non.


Lascia un Commento