08 apr 2009

Cordoli si, aria fritta NO


Come oramai avrete letto di recente nelle principali testate giornalistiche cittadine,  registriamo una certa strumentalizzazione sull’incidente accaduto ad un signore che, un pò per la fretta, un pò per propria disattenzione, ha sbattuto violentemente la testa.

Personalmente non ho ancora capito se è inciampato sul cordolo e sbattuto la testa su di esso, oppure è scivolato e sbattuto la testa sul cordolo.

Poco importa, ma vogliamo augurare fin d’ora al sig. Roberto Scalici una pronta guarigione.

Ma la cosa che lascia l’amaro in bocca è che come sempre in questa città gente pronta a cavalcarci su o meglio strumentalizzare l’episodio avvenuto il 28 Marzo scorso.

Eppure 2 giorni dopo (purtroppo) una donna è stata investita mentre attraversava in via Ruggero Settimo sopra le striscie pedonali, sbattendo violentemente l’asfalto. Notiamo però che non è stato dato un grosso eco alla notizia come il precedente incidente del 28 Marzo. Forse perchè non c’erano i cordoli anche lì?

Non capiamo come si faccia a parlare di scarsa visibilità dei cordoli malgrado siano segnalati con apposita segnaletica verticale di preavviso ed orizzontale; in prossimità delle striscie pedonali, i cordoli non sono presenti. Rendono più fluido il passaggio senza ostacoli dei mezzi di trasporto pubblico. Di conseguenza abbiamo un notevole miglioramento delle linee bus interessate, dove il tempo risparmiato nelle ore di punta, è davvero notevole! Infine si mettono in riga gli automobilisti palermitani, oramai famosi per lo stile di guida che nel parcheggio. Ci lamentavamo della lentezza dei bus? E allora?

Non capiamo inoltre come lo stesso eco di lamentele non sia usato contro chi percorre le corsie preferenziali, auto e moto, o contro chi con il proprio motore utilizza scorciatoie  per evitare gli incolonnamenti nel traffico. Parliamo infatti dei motori che durante le colonne di traffico in corso A. Amedo o in viale Piemonte, camminano sopra il marciapiede. Oppure in via Crispi dove gli stessi accorciano i tempi camminando sopra la pista ciclabile.

Eppure in via Marchese di Villabianca c’è già un lungo tratto col cordolo da aleno 4-5 anni: chi si lamenta evidentemente non mostra un pochino di coerenza!

I nostri consiglieri comunali piuttosto che lamentarsi o fare falsa morale, comincino a camminare a piedi o utilizzando il mezzo pubblico. Chiaramente dopo aver stracciato il proprio "pass privilegio" per le corsie preferenziali e zone blu. Vogliamo mostrare un pò di buon senso oppure dobbiamo continuare a rendere la nostra città un’eccezione rispetto le altre metropoli?

Consentitemi ancora: chi di voi è stato in Comune, presso l’aula consiliare c’è una scala per arrivare nelle parti alte della "platea" e che divide i banchi dei consiglieri comunali.  Capita qualche volta di vedere qualche consigliere  inciampare involontariamente su questa scala mentre sale. Spero che coloro che vogliono eliminare i cordoli, propongano anche di eliminare questa scala dall’aula consiliare in quanto pericolosa per l’incolumità dei nostri bravi consiglieri comunali.


amatCORDOLICORSO TUKORYipocrisiasalvatore orlandovia maqueda

12 commenti per “Cordoli si, aria fritta NO
  • gigipirandello 178
    08 apr 2009 alle 8:44

    Non capiamo inoltre come lo stesso eco di lamentele non sia usato contro chi percorre le corsie preferenziali, auto e moto, o contro chi con il proprio motore utilizza scorciatoie per evitare gli incolonnamenti nel traffico.

    Infatti….
    Palermo città di curtigghiari, sterili e ruffiani.

    e Passivi e permalosi – ai limiti dello squilibrio !

  • tuodeo 99
    08 apr 2009 alle 8:50

    io ero lì. Il sig. Scalici si è lanciato in tutta fretta dall’altro lato di via libertà per prendere in tempo l’autobus, attraversando dove non c’erano strisce pedonali ed inciampando sul cordolo… mi spiace per lui, spero guarisca in fretta, ma l’episodio non dovrebbe scatenare polemica sui cordoli, bensì una multa al sig. Scalici per attraversato fuori le strisce

  • diesse78 123
    08 apr 2009 alle 8:57

    BASTA!!
    BASTA!!!!
    Occupatevi di cose serie cari consiglieri e soprattutto caro signor SINDACO.
    PALERMO E’ ABBANDONATA E NESSUNO DICE NIENTE!!!
    RAGAZZI DOBBIAMO DARE PIU’ ECO ALLA NOSTRA VOCE
    TUTTA PALERMO DEVE SAPEREEE!!!

  • tuodeo 99
    08 apr 2009 alle 9:06

    ma guarda che la polemica in oggetto non l’ha scatenata il Sindaco, nè tantomeno i suoi consiglieri, ma l’opposizione e le varie associazioni anti cammarata. Una volta tanto che aveva fatto una cosa buona…

  • Argo 1214
    08 apr 2009 alle 9:52

    La scorsa settimana andavo in vespa con un mio amico di Bergamo (in via Libertà), e gli ho raccontato dell’enorme rumore causato da quei pochi che si lamentano della messa a dimora dei cordoli… Gli ho anche riferito che c’è chi li definisce legittimi ed ILLEGALI.
    Il mio amico si chiese allora cosa ci possa esser di “illegale” in questi cordoli dato che Bergamo (ad esempio) ne è piena e nessuno ha mai mosso alcun tipo di protesta; si è anche chiesto se queste persone utilizzino i mezzi pubblici per spostarsi e se abbiano quindi misurato l’enorme guadagno, in termini di tempo, degli spostamenti con gli autobus.
    Alla fine mi ha chiesto se forse sono illegali per la modalità di giuda di certi palermitani che utilizzano le corsie d’emergenza come proprie e non fanno in tempo ad accorgersi della presenza del cordolo che sta li ad impedire che PROPRIO QUESTO ACCADA…
    Cosa si può rispondere ad una domanda del genere?!?

  • freddie80 1052
    08 apr 2009 alle 10:00

    Altro non posso dire che “viva i cordoli”. Devo dire perù che sento la mancanza delle “azioni sul campo” del nostro comitato mobiita palermo.
    Perchè non metterci daccordo e lanciare una crociata contro tutti quelli che usano un determinato marciapiede come parcheggio? La scelta è ampia, dal teatro massimo e il biondo durante gli spettacoli, per esempio.
    p.s. una multa per aver parcheggiato sul marciapiede ammonta ad 85 euro, non se lo scordano più… :-)

  • Ciccio 174
    08 apr 2009 alle 10:10

    Ragazzi, basta con questi attacchi gratuiti ai consiglieri comunali!
    Non sopporto quando la gente parla a vanvera di cose che non sa e spara a zero facendo solo del puro qualunquismo!
    Queste allusioni alle auto blu o a “pass privilegio” sono veramente ridicole, prive di fondamento ed evidentemente “abbaiate” da gente che non vive da vicino le dinamiche amministrative della citta.
    I nostri consiglieri comunali sono tra i più all’avanguardia che si possa trovare in giro.
    Dimostrazione palesemente eclatante è che gli stessi, per non intralciare il traffico, abusare di auto blu o pass vari, anche per le corsie preferenziali, con un astutissimo senso d’anticipo sulla problematica, evitano sistematicamente di presentarsi in consiglio comunale!
    Ma che ne capite voi… gentucola plebea.

  • Portacarbone 70682
    08 apr 2009 alle 13:04

    Non sarebbe male ideare anche un “affitta il vigile urbano”, in senso provocatorio, e appostarlo (come si fa con le pedine del monopoli) alla fine di un marciapiede con una scritta di divieto.
    Ad esempio, creare un gigantomachia di cartone con raffigurato il vigile con la paletta alzata e la scritta “Fermo! Hai fatto un’infrazione, ora paghi la multa” alla fine del marciapiede di corso Alberto Amedeo.
    “La prossima volta ci sarà il vigile VERO”

  • gigipirandello 178
    08 apr 2009 alle 20:18

    RACCONTINO.

    2 vigili urbani si aggirano oggi ore 18
    sotto i portici di via MARIANO STABILE.

    A fare multe agli scooter posteggiati li.

    A fare cassa insomma! e la dove servono non ci sono!!!

  • Pinko 25
    09 apr 2009 alle 11:53

    Intanto volevo complimentarmi con chi gestisce il blog: ben fatto ed aggiornato frequentemente.

    Per quanto riguarda la situazione dei cordoli, confermo quanto detto precedentemente: all’estero, ma anche in molte altre parti d’Italia, sono molto usati e asservono parecchio bene alla funzionalità alla quale sono predisposti.

    A Palermo, però, sembrano non riscuotere tanto successo. Il motivo, penso, sia da ricercare nell’indisciplinatezza stradale che ci contraddistingue. E’ vero, infatti, che i cordoli dovrebbero “regolare” le corsie riservate ai mezzi pubblici da quelle per gli altri veicoli, ma è anche vero che la disciplina è la cosa più lontana dal palermitano medio al volante (queste cose le dico da palermitano per 30 anni, prima di spostarmi per lavoro in altra regione). Tutte le volte che ritorno a Palermo, mi rendo conto come la viabilità cittadina sia una cosa disastrosa: motorini che si arrogano il diritto di superare ogni mezzo da ogni lato, automobilisti che fanno esplicitamente prevalere la legge del più forte, invasioni di corsie dedicate in massa (ogni volta mi sorprende come in corso Alberto Amedeo sparisca del tutto la corsia preferenziale). La cosa che più mi sorprende… i vigili??? Dove sono… o come mai, quando sono presenti, praticamente non agiscono da enti preposti al controllo e, soprattutto, all’assegnazione della pena prevista??? Proprio questa situazione di scarso controllo, aggiunta all’atteggiamento caratterizzato da poco senso civico, fa si che regni, in molte strade di Palermo, quasi completamente l’anarchia.

    Per questi motivo, credo, non essendo il palermitano ABITUATO ai cordoli (magari fossero in cemento, come strisce di marciapiedi come in alcune città) tenta, comunque, di oltrepassarli… oppure attraversa fuori dalle striscie pedonali, non curante degli stessi.

    Mi dispiace anche pensarlo, ma credo proprio che queste, e molte altre abitudini sbagliate, andrebbero corrette aumentando i controlli ed applicando le pene previste, con basso livello di tolleranza.

    Piccola parentesi: spesso vado in Olanda ed in Inghilterra per lavoro, e mi sono sempre domandato come mai le strade fossero mediamente MOLTO più pulite delle nostre sebbene… “nuddu nasci ‘nsignatu”. Il motivo??? 56€ di multa per chi getta rifiuti per terra… e polizia attenta ad elevare contravvenzioni.


Lascia un Commento