27 mar 2009

La città che cambia- Il mandamento Tribunali o Kalsa


Tanti, tantissimi i restauri alla Kalsa, il mandamento con più edifici restaurati al momento.

La fontana Pretoria:

Ieri:

Oggi:

L’oratorio dei Cavalieri Bianchi nella piazzetta omonima:

Prima:

Oggi:

Il palazzo del barone della Tavola a piazza San Nicolò degli Scalzi:

La basilica di San Francesco d’Assisi nella piazzetta omonima:

Via Paternostro con in primo piano palazzo Sant’Agata:

Palazzo del marchese Bonocore a piazza Pretoria:

Palazzo del principe di Sant’Elia:

Il palazzo del principe di Resuttano:


Fontana PretoriaKalsapalazzo BonocorePalazzo Resuttanopalazzo Sant'Agatapalazzo Sant'EliaSan Francesco d'Assisi

3 commenti per “La città che cambia- Il mandamento Tribunali o Kalsa
  • blackmorpheus 54519
    29 mar 2009 alle 12:32

    molto si sta facendo (finalmente oserei dire), e molto di più dovrebbe essere fatto. Peccato che molti restauri non avranno lunga vita essendo esposti a zone trafficatissime. Bisogna guardare oltre la punta del proprio naso e attuare una politica mirata alla pedonalizzazione di gran parte del centro storico.

  • MAQVEDA 17489
    29 mar 2009 alle 13:14

    sono perfettamente daccordo con te. Purtroppo dopo la delusione delle ZTL non so quando si prenderanno nuovi seri provvedimenti sul centro storico.

  • Federico II 80
    29 mar 2009 alle 14:49

    Sinceramente penso che nessun politico a Palermo avrebbe il coraggio di chiudere al traffico definitivamente il centro storico.
    A me basterebbe che fossero chiusi al traffico il quattro mandamenti. Non parlo di Via Ruggero settimo perchè finchè non ci sono Anello ferroviario e Passante è difficile. Ma almeno la Kalsa, l’Albergheria, il Capo e Loggia si potrebbero chiudere istituendo navette per l’interno e comprando altri bus per collegare le periferie al centro storico.


Lascia un Commento