25 mar 2009

Stadio – centro commerciale: che farà il patron Zamparini ?


E’ di dominio pubblico l’ultima esternazione di Zamparini riguardo la possibilità di abbandonare definitivamente i suoi progetti a Palermo. …anzi, abbandonare il progetto dello stadio, perchè l’iter del centro commerciale sembra oramai prossimo a partire.

Pastoie burocratiche che scoraggiano l’imprenditore friulano? Intimidazioni presunte? Sappiamo che Zamparini è capace di smentire le sue stesse parole nel giro di poche ore…dunque…un messaggio/sollecitazione alle amministrazioni per accelerare le decisioni in merito allo stadio, oppure le sue intenzioni sono veritiere?

Di seguito uno stralcio della sua dichiarazione ai mass-media:

"Il patron rosanero non ci sta a finire sui giornali per inchieste come quelle su presunte combine nel campionato di calcio del 2002-2003. Un’inchiesta, scaturita dalle dichiarazioni del pentito Marcello Trapani, ex difensore dei boss Sandro e Salvatore Lo Piccolo, che Zamparini vede come un segnale ambiguo. "Un segnale non della mafia" – spiega in un’intervista radiofonica – ma da qualcosa altro, un segnale che mi arriva. E ne terrò conto per andarmene da Palermo. Chi me lo fa fare…? – è il commento amaro di Zamparini "Se mi metto a costruire lo stadio chissà cosa mi tiro addosso, per l’amor di dio".

……

Parlando della sua attività imprenditoriale in Sicilia Zamparini sottolinea poi di essere nell’isola da 15 anni. "Ho costruito dei centri vicino a Siracusa e Catania e non ho mai ricevuto pressioni di nessun tipo e me che mai a Palermo"


abbandono zamparinicentro commerciale zamparinifondo raffoiternuovo stadiovelodromozamparini

21 commenti per “Stadio – centro commerciale: che farà il patron Zamparini ?

Comment navigation

  • Ciccio 174
    12 mag 2009 alle 14:22

    costruzione del nuovo centro sportivo rossazzurro

    Catania:Via a lavori per centro sportivo
    Il presidente del Catania, Antonino Pulvirenti, nel corso di un intervento telefonico durante la trasmissione “Corner” in onda su Telecolor, ha annunciato che a partire da giugno inizieranno i lavori per la costruzione del nuovo centro sportivo rossazzurro, che sorgerà a Mascalucia. Pulvirenti ha anche aggiunto che Zenga il prossimo anno siederà ancora sulla panchina del Catania.

    Il progetto di realizzazione del Centro Sportivo del Calcio Catania in località Torre del Grifo (Mascalucia), non è più un sogno. Lo Studio Associato di ingegneria “Stancanelli e Russo” nella persona dell’ingnere Emanuele Stancelli ha illustrato stamani presso il President Park Hotel di Aci Castello, l’immenso progetto di costruzione della “casa” del Catania. Hanno partecipato oltre Presidente Antonino Pulvirenti e l’Amministratore Delegato Pietro Lo Monaco, anche il sindaco di Mascalucia Salvatore Maugeri. Il Centro Sportivo occuperà una superficie totale di 104.476 mq e disporrà di 4 campi da gioco con relative tribune (2 in erba per la prima squadra e 2 in erba sintetica per le squadre giovanili). 2 spogliatoi per la prima squadra, 7 per le squadre giovanili e uno per la terna arbitrale. Parcheggi riservati agli atleti, un centro per la medicina dello sport, 2 palestre (una di 400 mq e una di 200 mq), magazzini, depositi e lavanderia. La Sede del Calcio Catania abbandonerà gli attuali locali di Via Ferrante Aporti per trasferirsi nei nuovi che coprono una superficie di 700 mq, con tanto di sala presidenza, direzione, uffici, sala stampa e sala conferenze. Alloggi per la prima squadra (2200 mq, 32 camere doppie, hall, sala riunione, sala relax e ristorante) e alloggi per le squadre giovanili (2780 mq, 24 camere triple, 3 junior suites, mensa, sala relax, aule studio, cucine e depositi. Un edificio polifunzionale su 2600 mq su tre piani, con centro benessere, locali tecnici, depositi, hall, bar, Catania Point, piscine, spogliatoi e sala fitness. Ben 10.000 mq di parcheggio all’aperto e 50.000 di parco attrezzato. Non c’è che dire…è decisamente un monento “epocale” per la storia del Calcio Catania.

    Antonino Pulvirenti (presidente Catania): “Non vi nascondo la mia emozione, questo è un momento che per me eguaglia la conquista della Promozione in Serie A, perché segna il raggiungimento di un obiettivo programmato 5 anni fa, quella che allora ed adesso definisco la “casa del Catania”. Questo Centro Sportivo è una pietra miliare nella storia della nostra città e società che ci permetterà di lavorare come fanno i grandi club, ospitare i giovani e farli crescere sia dal punto di vista sportivo che dello studio, e sarà importante anche per la prima squadra, che potrà usufruire di tutte le strutture possibili ed immaginabili. Vogliamo che i nostri migliori giovani restino qui, e non vadano a cercare altrove quello che fino ad oggi la nostra terra non ha potuto offrire“.

    Pietro Lo Monaco (amministratore delegato Catania): “Non appena avremo il consenso, il giorno dopo ci saranno le ruspe e dico, in 2 anni tutto sarà pronto, ma la durata dipende molto dalla permanenza del Catania in Serie A, perché è un progetto che graverà sulle casse del Calcio Catania, quindi dovremo stare attenti alla condizione patrimoniale”.

    Salvatore Maugeri (sindaco di Mascalucia): “L’opera è importante ed il consiglio comunale è ben disponibile capendo l’occasione irripetibile offertaci dal Calcio Catania, dire di no sarebbe un suicidio, e mi auguro che il Consiglio Comunale lo capisca. Da qua a Natale contiamo di poter dare il via libera ai lavori. Bisogna modificare la destinazione del terreno che momentaneamente è adibita a terreno agricolo“.

    http://www.catania46.net/ct46/blgwp/?p=998

    Scaricatevi dal link il file con le immagini del progetto… e fate poi voi le vostre personali valutazioni…

    Sono 5 anni che attendo una notizia simile per il Palermo… e le nostre giovanili si allenano ancora sui campi in terra battuta…


Lascia un Commento

Ultimi commenti