21 mar 2009

L’interno della chiesa di San Ciro


Non appena immessi nell’autostrada A19 Palermo -Catania, guardando sulla destra, forse tutti ci siamo chiesti cosa fosse quella chiesa sulla destra, accanto quella cava e quel "buco" nella roccia.

Grazie all’impegno del FAI ci è stato possibile visitare l’interno della struttura, che avevamo sempre apprezzato da fuori, da lontano, di passaggio. Le condizioni sono molto precarie, l’area della navata è in pendenza.

La chiesa è situata lungo le antiche sorgenti della Favara, di cui è visibile un vecchio condotto. Sorgenti che rifornivano la vicina vasca del Castello di Maredolce.

[photoxhibit=69]


castello di maredolcefavarasan cirosorgente palermo

2 commenti per “L’interno della chiesa di San Ciro
  • trinakria 13
    15 apr 2009 alle 12:26

    io abito a due passi della chiesa.la costruzione risale al 1735 ca ed stata realizzata sui resti di un luogo di culto pagano,probabilmente legato alla dea Cerere.La zona è(forse è meglio dire”era”)particolaramente suggestiva,visto che ai piedi della chiesa,fino a a circa 60 anni fa,c’era il laghetto di Maredolce che poi è stato prosciugato e le acque,che sgorgano da tre meravigliosi archi normanni in rovina, incanalate per rifornire la città.Il nome di San Ciro è spiegato dal fatto che sono stati gli abitanti di Marineo a”sponsorizzare”la costruzione dell’edificio e a dedicarlo al loro santo patrono.All’interno,infatti,si trovavano le reliquie di esso.Intorno all’800 si è verificato un fatto di sangue e la chiesa è stata sconsacrata.Da allora il degrado e l’incuria,nonchè la totale mancanza di rispetto,per un luogo così bello,da parte delle amministrazionio comunali che si sono susseguite,ha fatto il resto…


Lascia un Commento