19 mar 2009

Nuovo stadio: l’opinione di Mobilita Palermo su Epolis


Di ieri 18 marzo 2009 un articolo di Epolis inerente la costruzione del nuovo stadio allo Zen. E’ vicina un’intesa tra il comune e Zamparini,  l’assessore ai lavori pubblici Patrizio Lodato si è detto infatti disponibile ad accogliere la proposta con favore in attesa della presentazione del progetto da prendere in esame con tutta la giunta, ovviamente nel rispetto delle normative vigenti e delle esigenze dei cittadini. Critiche da parte del capogruppo del PD Faraone che mette in evidenza lo stato di abbandono del velodromo (costruito 10 anni fa) e l’enorme spreco di denaro pubblico che comporterebbe il conseguente abbattimento per lasciar posto alla nuova struttura targata Zamparini. Faraone preferirebbe che la nuova struttura sorgesse in zona Bandita. Intanto viene messa in risalto anche la nostra opinione in merito…

 


banditacalcioepolisfaraonelodatomobilita palermonuovo stadioPDSegnalatiStadiozamparinizen

Articolo successivo

19 commenti per “Nuovo stadio: l’opinione di Mobilita Palermo su Epolis
  • justine 23
    19 mar 2009 alle 10:42

    lo sviluppo passa dalle grandi opere !
    posti di lavoro stadio e megastore = meno delinquenza e spaccio drugs
    così fan tutte le città del mondo…

    tutto il resto è noia.

  • Portacarbone 70662
    19 mar 2009 alle 11:39

    Io non sarei molto d’accordo sull’abbattimento del Velodromo, in quanto costituisce COMUNQUE un’infrastruttura difficilmente ritrovabile in giro per la Sicilia.
    E’ vero che i costi di gestione di questo impianto superano gli introiti, ma tutto ciò avviene nella quasi totale assenza di organizzazione di eventi, di collaborazione con le associazioni..praticamente lo si è costruito possibilmente senza prevedere COME utilizzarlo e COSA fare per renderlo fruibile.
    Prima di azionare le ruspe, mi piacerebbe sentire associazioni di categoria, atleti e squadre sportive in merito a possibili proposte di utilizzo, perchè sono convinto che qualcosa potrebbe venire fuori.

    Se proprio fosse necessario abbatterlo o riconvertirlo, allora si potrebbe comunque ricavare un vantaggio, ovvero CHIEDERE LA REALIZZAZIONE DI UNA STRUTTURA ADIBITA A CONCERTI MUSICALI come contropartita per la concessione comunale. Risoveremmo quantomeno un altro problema.

  • blackmorpheus 54519
    19 mar 2009 alle 11:59

    il velodromo è già di per sè uno spreco di denaro pubblico visto che è in stato di abbandono totale…e come dici tu Giulio, vi è anche l’assenza di eventi da locare lì. A questo punto io a malincuore preferirei lo stadio che almeno ci potrebbe candidare agli europei o a degli ipotetici mondiali di calcio piuttosto che vedere una struttura inutilizzata e in ogni caso da riportare a norma. Consideriamo che Zamparini è un privato, e i soldi li sta mettendo lui, quindi è normale che se da imprenditore non gli conviene fare una certa cosa non la fa. Il Barbera potrebbe essere riadattato ad arena per i concerti, ma anche qui, il problema non è tanto di mancanza di strutture, ma di eventi…Il sud italia è sempre stato penalizzato dai “grandi concerti”, a parte qualche sporadico evento di musica italiana, sia per mancanza di strutture adeguate, che per difficoltà di raggiungibilità, che per difficoltà di spostamenti all’interno del tessuto urbano. Facendo un esempio assurdo : t’immagini dovessero venire i Metallica qui??? :D la città imploderebbe e non ci sarebbe modo di gestire la cosa…

  • Daniele 444
    19 mar 2009 alle 12:21

    Ora, tanto per dirne una .. a quanto pare a Palermo verrà Laura Pausini (credo di non sbagliare), che è stata in grado di riempire lo stadio di Milano lo scorso anno .. per cui, sono d’accordo nell’eventuale utilizzo del Barbera per i grandi concerti .. un grande spazio in grado di accogliare eventi del genere, cosa che in questo momento manca a Palermo .. il Palasport o il Teatro di Verdura, che di solito accolgono la maggior parte degli eventi del genere, sono troppo piccoli ..
    A quel punto, vi accorgerete che i mega-concerti, cominceranno ad arrivare anche a Palermo ..

  • marcozs 361
    19 mar 2009 alle 14:03

    Il nuovo stadio potrà ospitare concerti.
    Probabilmente il secondo anello del Barbera verrà smontato (in teoria doveva essere smintato dopo i mondiali del ’90) e verrà creato uno stadio più piccolo per il rugby/pallamano/hckey su prato/ football americano, insomma uno stadio per sport minori.

  • piero82 503
    19 mar 2009 alle 14:16

    si tratta di occasiono che non possiamo assolutamente farci scappare,ma vi immaginate la soddisfazione(nel caso dovessero svolgersi gli europei del 2016 o i mondiali del 2018 in italia)nel sentire tutta che l’unico stadio in grado di poter ospitare questi eventi è quello di PALERMO? attualmente solo milano può ritenersi al 100% a norma per ospitare questi eventi..ma col progetto del nostro stadio(milano sarà soltanto piu grande)ma per il nostro sarà molto piu funzionate…direi UNICO in italia!
    poi secondo me,la cotruzione del nuovo stadio ci permetterebbe di utilizzare il barbera per i concerti(anche perchè siamo nel ridicolo)una città grande come la nostra no avere un’infrastruttura così grande per ospitare concerti! con lo stadio nuovo avremmo sia l’uno che l’altro

  • Davide90 26
    19 mar 2009 alle 14:20

    ma se lo Stadio Sarà privato…non èp sicuro che Zamparini lo metta sul Piatto o sbaglio?!?! cmq sarebbe il secondo Esemplare Piero…Anche la Juventus stà costrundo uno Stadio tutto suo…cmq quello che non vogliamo capire noi è che al Comune che non vengono a Suonare a PALERMO non gliene frega niente!!

  • Panormus 197
    19 mar 2009 alle 14:57

    Personalmente sono a favore di uno stadio nuovo al posto del velodromo Borsellino. Quest’ultimo è stato costruito praticamente solo per ospitare i mondiali di ciclismo; dopo ciò il nulla o quasi!!! Faraone dice che sarebbe scandaloso buttarlo giù perchè ciò dimostrerebbe come a Palermo si sperperano i denari pubblici… Sarà anche vero, com’è vero del resto che si continua a sperperare denaro tenendo questa struttura se non inutilizzata, certamente sottoutilizzata. Il guaio è, però, che anche su questo episodio qualcuno voglia speculare “politicamente” (come da copione) ed ecco dunque che si accusa l’attuale sindaco di volere distruggere l’ultima opera del sindaco Orlando rimasta in piedi (sto citando a memoria quel che ho letto da qualche parte).
    Ma a nessuno viene in mente che, affari di Zamparini a parte, la costruzione del nuovo stadio al posto del velodromo risponde a criteri di oggettiva razionalizzazione dell’esistente? Per forza la politica ci deve entrare in ogni cosa che si pensi o si faccia a Palermo?
    A ciò si aggiunga che ci sono indicazioni ben precise sulla collocazione dei nuovi stadi e uno di questi è che siano facilmente raggiungibili dagli aeroporti. Ora, Bandita non mi pare che sia esattamente vicina a Punta Raisi!

  • Ciccio 174
    19 mar 2009 alle 15:16

    Vorrei solamente ribadire la mia, nel rispetto delle opinioni di tutti.

    Sono totalmente contrario alla demolizione del Velodromo.

    La struttura è allo stato in completo abbandono “amministrativo” ancora prima che sostanziale e quindi in linea con la gestione pubblica cittadina.

    Ma se, incrociando le dita, nel prossimo ventennio le cose dovessero cambiare (anche grazie al contributo di internet per la proliferazione delle informazioni) ed alla gente tornasse la voglia di fare sano sport, il Velodromo, come anche la Favorita, tornerebbero utili sia per la 2^ squadra di calcio (che mi auguro nel frattempo venga fuori), sia per le altre attività sportive che non mi ripeto ad elencare.

    A Parma (180.000 abitanti) stanno dando il via alla costruzione del 2° stadio di Rugby e a Palermo, che manda le squadre di calcio femminile di serie A a giocare in campetti in terra battuta, idem rugby e football amricano a rovinarsi le ginocchia, non si può avere un terzo impianto?

    Posso aggiungere che allo sperone c’è una tribuna che aspetta un campo da più di 30 anni? Forse un record mondiale…
    Qualcuno sa qualcosa su questo fatto?

  • Paco 7942
    19 mar 2009 alle 19:16

    Il fatto che sia in abbandono per colpa di Cammarata mi sembra assurdo, visto che il Velodromo è inutilizzato a tale scopo dal giorno dopo dei mondiali, quindi da subito dopo la costruzione.

    Zamparini deve pagare l’opera se lui lo vuole fare lì che si faccia lì, altrimenti avrebbe tutte le ragioni per spendere i suoi soldi altrove.

    Cmq le squadre di rugby e football attualmente non giocano in campi in terra battuta ma al velodromo, queste squadre verrebbero spostate alla favorita appena lo stadio nuovo verrà completato.

  • Federico II 80
    19 mar 2009 alle 19:33

    Parliamo non di un semplice stadio di calcio, ma di un impianto polifunzionale, con più servizi offerti ai cittadini, aperto 7 giorni su 7. parliamo di architttura moderna, inesistente a Palermo. Parliamo di un investimento di un privato e non mi sembra che Palermo sia un cenro che attrae molti investimenti da parte di privati.
    E non lo volete accettare per salvare una struttura costosa, mai utilizzata e peraltro di concezione non proprio moderna, dato chei moderni velodromi sono chiusi.

  • Ciccio 174
    19 mar 2009 alle 19:41

    Scusa Paco, il giudizo negativo sulla amministrazione della cosa pubblica a Palermo non era indirizzato a Cammarata ma alla classe dirigente, se tale si si possa chiamara, della città in senso ampio, dal recente passato ad oggi senza distinzione di colori o schieramenti.

    Non sapevo che rugby e football utilizzasero il velodromo, ma resta il fatto che, se non erro, non è prevista la realizzazione di nuove strutture per queste attivività, in una citta il cui piano regolatore non prevede neanche la realizzazione di nuovi campi di calcio ed i bambini, ormai, non giocano più nenche per strada…

    Sperone docet.

  • antony977 165912
    19 mar 2009 alle 20:04

    Dispiace che si debba abbattere il velodromo, però se bisogna continuare a spendere denaro per mantere inutilmente questa struttura (per quale fine?) allora meglio il nuovo stadio.
    Il Velodromo oramai è citato solo nei manifesti dei concerti.
    Fra l’altro il nuovo stadio avrà certamente ampi parcheggi (sotteranei e multipiano), senza dimenticare la vicinanza con lo svincolo autostradale di Tommaso Natale che garantirebbe un veloce collegamente stradale con l’aeroporto; l’ampia via Lanza di Scalea che sicuramente per snellire il flusso di traffico è meglio di via De Gasperi.
    Ps: ma Faraone non è quello che qualche giorno fa su Epolis aveva scritto che i lavori del tram rischiano di bloccarsi (o sono già bloccati) e che i lavori del passante sono fermi????????

  • samir 229
    19 mar 2009 alle 23:52

    MI DISPIACE PERSONALMENTE VEDERE ABBATTERE il più grande VELODROMO D’EUROPA… e l’unico in sicilia…
    però come dico molti è anche vero..CHE NON CI VEDO UNA BICICLETTA DAL LONTANO 1994!!!!!
    è ASSURDO……TUTTO CIò…..E ANCORA DI PIù LO è QUANDO OSPITA SOLTANTO MUSICA E CONCERTI, PERCHè è UN’OFFESA PER LA CITTà SPORTIVA che il velodromo si usi soltanto per questo e non per lo scopo per cui è stato costruito!!!
    QUINDI TUTTO SOMMATO SONO A FAVORE DELLO STADIO ALLO ZEN!…..
    1. VICINANZA ASSOLUTA ALL’AUTOSTRADA (SVINCOLO mondello).
    2. VICINANZA ASSOLUTA ALL’AEROPORTO (praticamente non si entra manco in città e si è già arrivati; mentre se fosse alla bandita sarebbe un disastro in circonvallazione; altro discorso era se ci fossero state le famose tangenziali!!!)
    3. VICINANZA AL METRò “CARDILLO”
    4. GRANDI SPAZI, PARCHEGGI E SOPRATUTTO VIE LARGHE E SCORREVOLI!!
    SONO A FAVORE!!!

  • Ciccio 174
    25 mar 2009 alle 16:47

    Zampa, visti fatti recenti (…), dice di non voler fare più lo stadio nuovo.
    Ma non è che niente niente lo stadio si voleva allo zen perchè la zona era sotto protezione del tizio?
    A pensare male si fa peccato, ma qualche volta ci si azzecca…

    Poi, sempre senza polemiche ma in un confronto democratico, evidenzierei a Samir che sarei favorevole alla costruzione della stadio alla Bandita:

    1. VICINANZA ASSOLUTISSIMA ALL’AUTOSTRADA (SVINCOLO del Forum).
    2. VICINANZA ALL’AEROPORTO: se un tifoso arriva da lontano lo fa con l’aereo e da punta raisi, comodamente, può arrivare allo stadio con il passante ferroviario, che a stadio ultimato sarà certemantente in funzione; se viene dal sud, con la macchina, arriva da Messina e li si che praticamente non si entra manco in città e si è già arrivati; mentre se fosse allo zen risparmierebbe qualche fermata di metro ma avrebbe tutta la circonvallazione da sorbirsi;
    3. VICINANZA AL METRO’ “FORUM” come detto, nonchè al tram Roccella;
    4. anche alla Bandita, se non di più, GRANDI SPAZI, PARCHEGGI (più quelli del Forum che sarebbe praticamente attaccato), VIE LARGHE E SCORREVOLI;
    5. La connurbazione a sud è nettamente più popolosa, credo il doppio, di quella nord e non ha uno stadio.

    E’ chiaro che il tutto è tanto per chiacchierare… le cose si fanno per interesse, mica per logica…

    Ad oggi non ci sono i presupposti per fare uno stadio nuovo.

    Se Zampa lascia in due anni stiamo in B.

    Peccato non si sia fatto il centro sportivo ed avviato un circolo positivo per i giovani palermitani.

    Giacomo Tedesco è “riuscito” ed oggi investe in un centro sportivo creando chance a giovani locali, come fece a suo tempo Schillaci. Spero si faccia in tempo perchè ne “nascano” di nuovi, prima che sia troppo tardi.

    Un saluto a tutti.

  • Daniele 444
    25 mar 2009 alle 17:35

    Questa non la sapevo .. Zamparini ha detto di non voler più fare il nuovo stadio?? … pessima, pessima notizia … un vero peccato!

  • Ciccio 174
    26 mar 2009 alle 10:57

    No, no. Mi riferivo proprio a Giacomo, che gioca nel Catania ed ha rilevato l’Elenka Tommaso Natale, oggi Sporting Village.

    Anche Giovanni stava facendo qualcosa di simile a Pallavicino, ma mi pare abbia avuto qualche problema perchè i campi si trovano nel parco della favorita.


Lascia un Commento