19 mar 2009

La città che cambia-Il mandamento Monte di Pietà o Seralcadi


Continuano settimana dopo settimana i restauri nel nostro centro storico. Più di 550 i restauri in tutta la città, di cui 170 attualmente in corso nel centro vecchio (almeno quelli da me sino ad ora contati e documentati fograficamente). Una situazione strana, di passaggio possimao notare nelle strade del centro storico, angoli di chiara bellezza rinati recentemente, ma ecco pochi passi ed ecco ancora l’edificio vecchio e abbandonato. E’ come se al momento due città diverse fossero sotto i nostri occhi, quella dell’oscurantismo del dopo guerra e quella che lentamente sta rinascendo dal degrado e dall’abbandono. Ecco sotto le foto di alcuni cantieri e restauri del mandamento Monte di Pietà o Seralcadi (il Capo).

Via Sant’Agata alla Guilla:

Piazza San Gregorio:

Via Celso, il palazzo del Gran Cancelliere:

Via discesa dei Giovenchi:

Il palazzo dei Ventimiglia, principi di Belmonte poi Riso, oggi Museo d’Arte Contemporanea "Riso":

Palazzo Tassarelli tra via Celso e via Candelai:

Palazzo Santamarina in via Celso:

La chiesa dell’Immacolata Concezione in via Porta Carini:

Porta Carini:

Piazza Sant’Anna al Capo:


capoMonte di PietàPalazzo Belmontepalazzo Tassarellipiazza Sant'Anna al CapoPorta CariniSeralcadivia sant'Agata alla Guilla

Articolo precedente

3 commenti per “La città che cambia-Il mandamento Monte di Pietà o Seralcadi
  • Portacarbone 70662
    18 mar 2009 alle 16:04

    Grande Maqueda, mi rifaccio sempre gli occhi con le tue foto.
    Alcune considerazioni:

    - Palazzo Riso è perennemente invaso dalle auto che parcheggiano sopra il marciapiede e attualmente è l’unico tratto di strada non interessato dai cordoli. E’ un vero schifo vedere edifici storici di questo calibro “assaltati” dalle auto. Spero che arrivino i cordoli anche lì.

    - Porta Carini così come è nella foto è un sogno, perchè quando c’è il mercato (praticamente sempre) si riescono a vedere solo i “piani alti” della porta.

    - Questo edificio a piazza S.Anna mi lascia sempre il solito dubbio: ma il motivo delle due tonalità di giallo? Preferisco quello meno acceso.

  • piero82 503
    18 mar 2009 alle 18:06

    bellissimi,complimenti per le foto!
    effettivamente da 5-6 anni,il centro storico sta cambiando tantissimo..moltissimi sono stati i restauri e tantissimi cantieri ci stanno lavorando tutt’ora!
    sappiam bene che c’è ancora molto da fare..in quanto il nostro centro storico oltre ad essere il piu bello,anche uno dei piu grandi d’europa..però dai stiamo procedendo bene!

  • samir 230
    19 mar 2009 alle 2:07

    il centro storico di palermo è il più grande d’europa (rilevazione da fonti ufficiali), e tra i più ricchi di opere d’arte in assoluto.
    speriamo veramente che piano piano come stà comunque accadendo tutto ritorni agli antichi fasti…..


Lascia un Commento