15 mar 2009

Forum Palermo: Carrefour lascia, arriva Ipercoop


Le voci che davano un Ipercoop al Centro Commerciale Forum Palermo erano sempre più frequenti. Oggi arriva la notizia anche sul Giornale Di Sicilia: dentro il Forum Palermo l’insegna dell’ipermercato, food e no-food, sarà Ipercoop. Niente più Carrefour quindi. La multinazionale ha deciso di rallentare gli investimenti nel Sud, puntando solo sui franchising (in Sicilia e Calabria Carrefour collabora con il gruppo Gdm: in apertura ci sono 2 Carrefour a San Cataldo e a Modica, con l’insegna della multinazionale, ma gestiti dalla Gdm)

Certo lasciare Palermo non è una delle migliori decisioni,anche perchè la nostra città risulta sfornita di ipermercati, e Carrefour ne avrebbe guadagnato. La firma sull’accordo tra Carrefour e Ipercoop risale a due mesi fa, mentre l’intesa con la Multidevelopment e l’Ipercoop a poche settimane fa.

Ipercoop quindi avrà 2 ipermercati a Palermo, uno a Brancaccio ,dentro il Forum Palermo, e l’altro a Borgo Nuovo, all’interno del Centro Commerciale Torre Ingastone. Il primo aprirà quest’anno, il secondo nel 2010. Di sicuro avere più insegne diverse in città, avrebbe significato più convenienza per i palermitani, soprattutto se una di queste fosse stata Carrefour.

 Resta da capire anche il destino dell’ipermercato di Carini: alcune voci danno un cambio all’interno del centro commerciale di Ciachea, ovvero all’Iperstanda sembra stia subentrando Auchan, che avrebbe così 2 punti vendita a  Palermo e provincia. Senza dimenticare l’ipermercato di Zamparini, ancora senza una insegna precisa.


auchancantierecarinicarrefourcentro commercialeciacheaforum palermoipercoopIPERMERCATOiperstandaSegnalatitorre ingastonezamparini

38 commenti per “Forum Palermo: Carrefour lascia, arriva Ipercoop

Comment navigation

  • Claudio 1901
    16 mar 2009 alle 16:37

    Gli ipermercati Carrefour di Milazzo,Castrofilippo,San Cataldo , Modica ,del cc Porto Bolaro in Calabria aperto il mese scorso sono tutti ipermercati non gestiti direttamente da Carrefour ma gestiti da Gdm , che prende solo il nome dell’insegna, ma poi attua una politica promozionale completamente diversa da quella del vero Carrefour nazionale. Questo è l’unico motivo perchè continuano ad aprire Carrefour al Sud: perchè sono tutti franchising . Il vero “Carrefour” ha già smesso di investire nel mezzogiorno dall’anno scorso, e girano voci che voglia vendere tutti gli iper del sud (tra cui anche l’iper di belpasso dentro etnapolis e quello di siracusa).
    Ha cambiato la sua politica economica, lasciando quindi anche Palermo, ma ha sicuramente fatto un grande errore, almeno nella nostra città.
    Il paragone con Ipercoop regge poco… niente a che vedere con l’offerta promozionale di Carrefour sicuramente per la merce di tipo nofood (elettronica,vestiti,piccoli mobili…).
    La sua assenza ,come si è anche detto, potrebbe anche scoraggiare altri marchi, ma spero che possa aprire nel centro commerciale di Zamparini… anche se penso che non ha senso che abbia lasciato un ipermercato sicuro per poi partecipare ad una commercializzazione non certa nel cc di Fondo Raffo

  • Paco 7942
    16 mar 2009 alle 17:17

    E’ probabile che Carrefour arriverà in franchising in una delle altre strutture.

  • Claudio 1901
    16 mar 2009 alle 17:28

    E’ probabile che apra nel cc di Zamparini: infatti, il cc Porto Bolaro di Reggio Calabria, aperto il 19 Febbraio 2009, ha un ipermercato Carrefour in franchising Gdm.
    Porto Bolaro è un Centro Commerciale della “Promocentro”, ed è commercializzato da “Mall System”,che sono le 2 stesse società (Promocentro e Mall system) che , insieme a Zamparini, manderanno avanti il centro commerciale di Fondo Raffo.

  • Claudio 1901
    16 mar 2009 alle 17:30

    è quindi probabile che la mall system ricommercializzi con la Gdm, per aprire un ipermercato anche a Palermo. Insomma… la gdm-carrefour ha già collaborato con la mall system, e quindi è verosimile un carrefour nel cc di Zamparini

  • danilo71 145
    16 mar 2009 alle 18:34

    paco leggi meglio nessuno denigra la città di palermo. manca chi investe e abbiamo un’amministrazione non proprio concludente. se dobbiamo dire che tutto va bene lo diciamo. quando i lavori del passante avanzano credo che tutti gioiscano (leggi interventi). purtroppo ad oggi non c’è tanto altro. se carrefour apre è segno di grande attenzione da parte di una multinazionale (gs è il supermercato di quartiere), se non apre è un brutto segno. ipercoop dietro ha una grande organizzazione politica.
    che la mafia non abbia alcun ruolo ne siete sicuri? addio

  • blackmorpheus 54519
    16 mar 2009 alle 18:48

    ragà si possono confrontare le diverse opinioni senza bisogno di escandescenze, alla fine i commenti servono per discutere.

    @danilo71
    probabilmente ci saranno stati fraintendimenti, il punto è che per nostra scelta (noi Mobilita Palermo) non giudichiamo mai una situazione o lanciamo ipotesi senza avere le prove di ciò che stiamo dicendo. Non possiamo sapere quali siano le reali cause per le quali Carrefour abbandona la gestione a Palermo, in ogni caso non dimentichiamo che il Forum Palermo non è solo ipermercato, ci saranno anche molti negozi, un reparto elettronica e altre grosse distribuzioni, oltre che zone ristorazioni e quant’altro. L’obiettività è una cosa a cui abbiamo sempre tenuto in quanto crediamo che sia la base di un’informazione onesta per questo non è possibile appoggiare l’ipotesi di infiltrazioni mafiose e cose simili. Per il resto poi ognuno è libero di esprimere la propria personale opinione e tu ovviamente hai espresso la tua :) non c’è bisogno di arrabbiarsi. Alla fine Mobilita Palermo si distingue sempre per le discussioni costruttive, sarebbe un peccato non mantenere questo clima. Tutte le opinioni sono ben accolte, cercate di capire che in ogni caso è probabile che ci si lasci prendere dalla foga visto che a tutti noi sta a cuore la nostra città!

  • antony977 165912
    16 mar 2009 alle 21:15

    Torno a ripetere: siamo sicuri che Carrefour non abbia dirottato le proprie intenzioni sul futuro centro Commerciale Zamparini?
    Parlare di Mafia fin da ora mi sembra un pò troppo azzardoso……

  • piero82 503
    16 mar 2009 alle 23:57

    bhe io ci spero che carrefour finisca al centro commerciale di zamparini, come dici giustamente..troppo azzardato parlare adesso di mafia..questa ipotesi potrà divenire realtà(qual’ora)anche ipercoop si ritirasse!

    comunque ragazzi, non si chiama ne FONDO RAFFO, ne CENTRO COMMERCIALE ZAMPARINI…..

    si chiamerà CENTRO COMMERCIALE MANDI,in questo vi do l’ufficialità in anticipo! se poi aggiungeranno come fatto con napoli,un soprannome da aggiungere non lo so,ma sarà MANDI!

  • Roberto1 517
    17 mar 2009 alle 17:51

    No, Mandi è il nome del negozio stile “Mercatone Uno” di proprietà di Zamparini e che troverà posto in una delle ancore del centro. Il centro commerciale prenderà poi un nome diverso.

  • Claudio 1901
    17 mar 2009 alle 20:19

    infatti… Mandi è il negozio di mobili del gruppo Zamparini, è sarà presente come ancora nel cc … poi vi sarà l’ipermercato food e nofood e altre 3 grandi superfici

  • Paco 7942
    19 mar 2009 alle 20:00

    ecco cosa dice un utente di SSC molto informato sui centri commerciali in sicilia:

    “Parliamo di Ipercoopsicilia visto che sta andando veramente di moda.
    Dopo aver rilevato il progetto per l’iper di Roccella (ex Carrefour) e perso gli ipermercati di Trapani e Caltanissetta, l’azienda si prepara ad aprire a Maggio l’iper di Gravina di Catania. Seguiranno nei due anni successivi le apertura di Palermo Roccella, come già detto, e Palermo Borgonuovo.
    Ma le mire espansionistiche della cooperativa non si fermano qui. Si fanno sempre più pressanti e concrete le voci dell’acquisto dei due unici iper diretti di Carrefour, Belpasso presso Etnapolis e Siracusa. La multinazionale francese dal canto sembra voler non più puntare sulla gestione diretta in Sicilia e lasciare gli iper al franchising dello storico partner GDM Spa. E quindi dopo Milazzo (ME) e Casstrofilippo (AG) apriranno a marchio Carrefour San Cataldo (CL) e Modica (RG). Si parla anche della possibile apertura a Palermo all’interno del centro commerciale che Zamparini vuole costruire a ridosso del quartiere Zen. Sempre che questo non venga ceduto ad Auchan, che non sta a guardare. I tedeschi di Rewe cedono ad Auchan il progetto di Palermo Carini e sembrerebbe che l’unico iper a marchio Iperstanda debba fare la stessa fine, sempre che i francesi lo gradiscano.
    Vedremo, la cartina tra un pò dovrà essere aggiornata!”

  • Lele 6797
    20 mar 2009 alle 10:24

    In pratica quello che avevo già detto io…Carrefour ha cambiato politica commerciale, è così!

  • Roberto1 517
    07 apr 2009 alle 8:43

    La strategia del gruppo Carrefour è decisa, da Parigi l’ordine è stato chiaro: vendere lasciando intatte solo le realtà che permettono migliori performance in termini di sell out (fatturato) e garantiscono economie di scala sulla Private Label. Tutto il resto si vende e si abbandona la volontà di arrivare ad acquisire tutto ciò che permetterebbe al gruppo d’oltralpe di essere leader anche qui da noi nel Bel Paese. Carrefour ha deciso di vendere 11 Ipermercati nel sud Italia e 17 Cash and Carry prevalentemente nel nord. Lunedì 22 ottobre si è tenuta la presentazione delle manifestazioni di interesse non vincolanti ad opera dell’advisor Citigroup scelto direttamente dagli uffici francesi. Ad oggi non si conoscono i nomi dei potenziali acquirenti, ma ciò che è oramai certo è che non si tratterà di un unico acquirente per tutti gli 11 Iper del Sud. Si tratta di una serie di imprese della distribuzione che sono interessate a piccole fette della grande torta che sino ad oggi il gruppo transalpino aveva costruito nel mezzogiorno. Alcuni nomi emersi, secondo i rumor dell’ambiente, sarebbero riconducibili a protagonisti del mercato meridionale come il Gruppo GAM – Despar di Cosenza, anche la GDA Group sarebbe interessata a qualche struttura, così come in Puglia si fanno i nomi di Coop Italia ed Auchan. Le cause della dismissione sarebbero perlopiù riconducibili alla difficoltà logistica di gestione delle strutture. Anche la succursale campana degli uffici GS di Milano, attivata un anno e mezzo fa per recepire in maniera più diretta dai magazzini ciò che veniva deciso in sede di trattativa nazionale non ha saputo migliorare la situazione di disordine che si era venuta a creare. Meglio vendere e concentrasi altrove. I Cash and Carry non sono mai stati un business importante per il Gruppo, quindi la dismissione degli Iper del Sud, e quindi la volontà di non perseguire più l’obbiettivo di leadership in Italia, ha fatto sì che ci si sbarazzasse definitivamente anche del fardello dei Cash. Qui gli acquirenti potenziali si chiamano Metro, Sogesgross, ed alcuni gruppi delle centrali Selex ed Interdis. Il denaro transalpino abbandona così, in parte, il nostro Paese per dirigersi altrove: la stessa catena francese ha aperto nei giorni scorsi un ufficio commerciale in quel di Mosca in vista della sua penetrazione sul mercato russo. Il primo punto di vendita sarà aperto entro l’estate 2008 proprio nella capitale russa, nell’ambito del centro commerciale Ekstarkt Fili. Un ipermercato che avrà una superficie di 13mila metri quadrati. Poi l’impegno più profondo sarà profuso nel mondo del domani: la Cina.

  • irene 2
    24 ago 2009 alle 20:09

    salve a tutti , io sò soltanto che come me ci sono altre persone che hanno bisogno di trovare un’occupazione seria …a proposito di ciò spero veramente che si possa realizzare quello che tutti noi desideriamo…. una stabilità economica e ovviamente la salute … ciao buona fortuna x tutti.

  • carmelo 0
    14 gen 2010 alle 18:46

    qualcuno sa darmi notizie riguardo alla società che gestisce e gestirà il centro comm. di carini?
    garzie


Lascia un Commento