26 feb 2009

Incontro con il comandante Nunzio Purpura della polizia municipale


Giorno 20 Febbraio 2009 abbiamo incontrato il comandante della polizia municipale di Palermo Nunzio Purpura. Un incontro voluto sia da parte nostra, poiché avevamo delle domande da porgere, sia da parte del comando della polizia municipale per spiegare meglio il proprio lavoro e le proprie difficoltà operative.

Abbiamo letto da più fonti che siete sotto organico, può specificare meglio?

Attualmente il corpo della polizia municipale di Palermo è composto da 1.340 unità a fronte di una città che con i pendolari conta circa 1.000.000 di abitanti. Questo numero è assolutamente sottodimensionato, per gestire a pieno organico servirebbero circa 2.000 unità. L’età media del corpo è poi molto alta, circa 48.5 anni, questo fa si che molti agenti hanno accumulato oltre 20 anni di servizio sulle strade, lavoro che può essere considerato a tutti gli effetti usurante. C’è anche una percentuale di agenti che ha accumulato invalidità che non permette l’utilizzo degli stessi su strada. Questo non permette di coprire tutte le esigenze cittadine.

Molti lamentano la presenza di pattuglie e vigili che non intervengono davanti ad un’infrazione.

Come corpo di polizia municipale non ci occupiamo soltanto di traffico e vigilanza sulle strade in quanto ci sono altre competenze affidateci quali: controllo frodi, controllo abusi edilizi, controllo pubblicità, controlli amministrativi e vigilanza nel centro storico. Le auto che sembrano girare senza meta precisa e che non intervengono in caso di infrazione probabilmente hanno degli ordini di servizio da portare avanti e non possono interrompere il loro lavoro. Bisogna considerare che solo nel settore giudiziario sono, per esempio, impiegati circa 200 uomini. In ogni caso dal nostro corpo ogni anno vengono elevate circa 400.000 multe.

Alcuni utenti suggerivano di inviare uomini nelle zone nevralgiche per il traffico vista la scarsità di uomini.

Se spostassimo il grosso del nostro personale nelle sole zone centrali e nelle zone più trafficate lasceremmo completamente scoperte le periferie. Proprio le periferie che maggiormente necessitano la presenza di un corpo di polizia sempre presente. In questo senso stiamo invece attivando nuove postazioni fisse in zone periferiche e a rischio. Recentemente abbiamo attivato la sede periferica di Brancaccio e altre sono vicine all’attivazione, come ad esempio in via dei Cantieri.

Vista la scarsità di uomini avete intenzione di utilizzare le nuove tecnologie per la vigilanza?

Ci stiamo interessando molto verso queste nuove tecnologie, in particolare presto verranno attivate delle postazioni autovelox fisse in grado di funzionare anche di notte, inoltre è in fase di studio con un privato la possibilità di video sorvegliare le corsie preferenziali in modo da evitare abusi. Molto interessante è il sistema "scout" che è in fase sperimentale a Messina (per chi non lo sapesse si tratta di un’auto che tramite una videocamera riesce ad identificare le infrazioni ed eleva automaticamente contravvenzioni, ndr). Le videocamere attualmente installate presso i principali semafori servono soltanto a monitorare il traffico ma non possono elevare contravvenzioni.

Possono essere utilizzati gli ausiliari del traffico per elevare contravvenzioni diverse dalle semplici "strisce blu"?

Gli ausiliari vengono gestiti dall’AMAT, in ogni caso dal punto di vista giuridico la loro figura è particolare e non possono volgere compiti diversi, soprattutto compiti di polizia per i quali è necessaria un’adeguata preparazione.

Ultimamente molte proteste sono giunte da cittadini per il parcheggio da parte dei consiglieri comunali su piazza Bellini e sulla pedonalizzata piazza Pretoria.

Per piazza Bellini è stato fatto un decreto per permettere ai consiglieri di parcheggiare durante le riunioni di consiglio, naturalmente è giusto che si dia la possibilità di parcheggiare ai consiglieri che vanno a lavorare, sempre nel rispetto della piazza. Per piazza Pretoria è lecito tutto quello che è previsto dal codice della strada.

Tra le altre segnalazioni degli utenti abbiamo: l’attivazione di un numero verde per le segnalazioni al posto di un numero geografico, la possibilità di utilizzare le ganasce e se realmente le mail a voi inviate vengono ignorate.

Stiamo lavorando proprio per l’apertura di un numero verde dedicato alle segnalazioni dei cittadini, per quanto riguarda le mail mi risulta siano controllate comunque verificherò nuovamente, per le ganasce non credo sia una soluzione ottimale, è meglio puntare su sistemi come quello "scout" di Messina.

Infine, i cordoli hanno causato alcuni incidenti, noi come mobilitapalermo siamo assolutamente favorevoli all’applicazione di questi, voi cosa ne pensate?

Purtroppo il problema dei cordoli riguarda lo stile di guida, passando velocemente tra le macchine sicuramente si rischi di toccarli. L’utilizzo dell’"occhio di gatto" all’inizio degli stessi non è obbligatorio. Noi abbiamo chiesto di inserire al fianco del cordolo una zona zebrata di 50 centimetri di larghezza che aiuti a rendere il cordolo più visibile. Allo stesso tempo se si avranno incidenti per aver preso il cordolo sarà addirittura possibile elevare una contravvenzione perché questo presuppone l’aver transitato sulla zona zebrata che di per sé non è regolare.

Ringraziamo il comandante Purpura e la sua squadra per la disponibilità riservataci, naturalmente restiamo sempre disponibili per future collaborazioni.

 


comando vigili urbani palermonunzio purpura palermopolizia municipale palermoVIGILI URBANI PALERMO

Articolo successivo

29 commenti per “Incontro con il comandante Nunzio Purpura della polizia municipale

Comment navigation

  • Portacarbone 70950
    26 feb 2009 alle 12:46

    Menomale che anche Purpura sembra intransigente sulla vicenda cordoli.
    Tuttavia non è è condivisibile, a mio avviso, la questione Piazza Pretoria: se vige assoluta pedonalizzazione, i vigili urbani devono provvedere a rimuovere e/o multare le auto dei consiglieri che se ne infischiano. Invece si chiude sempre un occhio ..

  • blackmorpheus 54519
    26 feb 2009 alle 12:56

    concordo…bisogna essere decisamente più rigidi e controllare il lavoro dei vigili stessi su strada, magari istituendo un organo di controllo

  • huge 2264
    26 feb 2009 alle 13:00

    Secondo me è veramente triste vedere come il sig. Purpura, con due risposte degne di un politico navigato, abbia di fatto evitato di rispondere alla seconda e alla terza domanda, adducendo generiche e, a parer mio, assolutamente pretestuose giustificazioni come abbiamo degli ordini di servizio da rispettare (anche quando i vigili sono fermi a chiacchierare al semaforo e a due metri da loro è pieno di auto in doppia fila?) o non possiamo trascurare le periferie (dove in effetti adesso è pieno così di vigili urbani!)… ma per favore!!

  • huge 2264
    26 feb 2009 alle 13:08

    Ah, poi il comandante farebbe bene a non gonfiare i numeri: nel 2008 sono state fatte 230000 multe e non 400000 come dice lui! E di queste ben 60000 dagli ausiliari. Senza parlare poi del fatto che delle multe del 2007, il comune ha incassato solo un misero 24% contro il 100% di Bologna, anche se in questa classifica vince di gran lunga Reggio Calabria, ben l’1,7%!!! :D
    Vabbè, almeno di questo credo che non possiamo imputargliene la colpa.

  • bacillino80 87
    26 feb 2009 alle 14:12

    Voglio condividere con voi questa esperienza di sabato scorso.
    Partita Palermo Juventus, tutti i quartieri limitrofi allo stadio invasi da macchine e motorini posteggiati nei modi più disparati.
    Mi fermo in via croce rossa da 24 self video e mi passa accanto una vigilessa..
    Quale miglior occasione per dar sfogo alle mie domande.
    Le chiedo se le sembra normale tutto quello che ci circondava (accanto avevamo una macchina posteggiata completamente sul marciapiede e sopra uno scivolo per diversamente abili), tutte queste macchine posteggiate selavaggiamente pure in via crocerossa, cassonetti spostati ecc ecc.
    Le ho chiesto se si rendesse conto di quante multe si sarebbero dovute fare, di quanti soldi si potessero ottenere se solo venissero fatte e come mai durante la partita tutti i suoi colleghi spariscono. Non c’era più un vigile.
    La sua risposta è stata che ci vorrebbero più di 500 vigili per multare tutte le auto del quartiere, che non possono girare alla ricerca delle auto posteggiate male o delle infrazioni presunte o commesse e che non può fare la multa a nessuna delle macchine che avevamo intorno in quel preciso istante (compresa quella sullo scivolo handicappati) perchè poi avrebbe potuto avere contestazioni visto che le altre macchine non venivano multate. QUINDI un vigile urbano non è libero di multare chi cavolo vuole????? Neanche se un cittadino gli fa notare che se passa un portatore di handicap non ha dove andare??? MA STIAMO SCHERZANDO???
    Uno intanto le multe le comincia a fare e ne comincia a fare a tempesta!!! Cosi poi vediamo se la prossima volta lo rifà. Come al solito se ognuno pensa di poter fare i propri porci comodi e sa che non c’è la “certezza della pena” continuerà a commettere errori. Se invece ci si muovesse per punire queste persone forse le cose andrebbero un pò meglio.

    Comunque, neanche il tempo di finire di parlare che si avvicinano due anziane signore incavolate nere che chiedono alla vigilessa perchè il 101, che solitamente dovrebbe arrivare fino a piazza Alcide De Gasperi, le avesse lasciate alla Statua. Erano spaventate perchè ormai era buio e loro dovevano percorrere tutta quella strada da sole.
    La risposta della vigilessa la potete immaginare…: qui c’entra l’AMAT che ha cambiato la rotta senza avvisare. La colpa non è nostra se lo stadio è qui in una zona centralissima; la signora risponde che comunque loro dovrebbero far si che il traffico si riduca e che ci sia più ordine e la vigilessa ha ribadito che i VERDI hanno bloccato i progetti della costruzione del nuovo stadio e in ogni caso di un eventuale parcheggio multipiano in zona… ha detto “Sapete com’è tutta questa storia dell’impatto ambientale…”

    Questa è solo la mia testimonianza che spero possa far capire al Comandante Purpura che non c’è la volontà di fare le cose per bene. Il sabato sera i vigili sono ancora impegnati in (cito il Comandante): “controllo frodi, controllo abusi edilizi, controllo pubblicità, controlli amministrativi e vigilanza nel centro storico” ????
    Non credo proprio!! Se si sa che ci sarà un evento cosi “importante” perchè non predisporre un piano migliore con più personale predisposto al controllo???
    Deduco che è solo un fatto di volontà, che purtroppo MANCA in questa città!
    Con questo concludo.
    Un saluto a tutti

  • gigipirandello 178
    26 feb 2009 alle 14:46

    Palermo e i Palermitani.
    Una città lasciata allo sbando della giungla dei suoi cittadini
    che non sanno assolutamente rispettarsi tra loro
    e autoregolamentarsi.
    Vigili da un lato e il timore di essere picchiati dagli holigans della tifoseria palermitana, che si sa, non è formata da lord inglesi.

    Vecchiette allo sbando e autista amat che autonomamente cambia
    il percorso perchè si sa che in viale crocerossa NUN se passa quando gioca er palermo.

    Giungla – Tunisi – Giungla – Tunisi –

    E poi la storia degi vigili anziani, stanchi, invalidi…
    mi sono quasi commosso..
    E siamo nelle mani si ” Scout” –
    Che scout ci aiuti
    ahahahahahahhahahhaa
    ahhahahahahahahahahahah……..

  • blackmorpheus 54519
    26 feb 2009 alle 14:51

    gigi gli inglesi in tema di calcio non sono proprio un esempio di civiltà, la parola hooligans tra l’altro deriva proprio da loro visto che sono quanto di peggio si possa trovare tra le tifoserie in europa :D Anzi almeno nel calcio fortunatamente la nostra tifoseria è un esempio di civiltà, possono capitare episodi sporadici ma tutto sommato non ha mai creato problemi da quando abbiamo Zamparini come presidente.

  • huge 2264
    26 feb 2009 alle 15:18

    @Bacillino: il problema non è fare le multe nelle sporadiche occasioni in cui c’è una partita di calcio o qualche altro grande evento. Non avrebbe alcun senso sfruttare quell’occasione per fare qualche migliaio di multe. Si darebbe solo l’impressione di avere un intento persecutorio, di cogliere l’occasione per fare un bel servizietto agli automobilisti, e non di voler far rispettare le regole. I vigili le multe le dovrebbero fare regolarmente ogni giorno, combattendo la doppia fila selvaggia, l’uso indiscriminato delle corsie preferenziali, i posteggi in zona rimozione o nei posti per disabili. Solo così abitui la gente al rispetto delle regole.
    Sabato anch’io sono andato allo stadio, e anche a me ha dato profondamente fastidio vedere le auto parcheggiate ovunque senza alcun rispetto per niente e nessuno. Ho anche pensato di cercare un vigile per fargli notare le auto posteggiate sul marciapiede al centro di piazzale De Gasperi, ma poi, riflettendo, mi sono detto: “che senso avrebbe mettersi a multare tutti così all’improvviso quando normalmente non si fa nulla.” Si sarebbe creata solo confusione e astio, a parte il fatto che i vigili in zona probabilmente erano preposti a vigilare determinati varchi e quindi non si sarebbero mai spostati dal posto loro assegnato.
    Non fraintendetemi, non dico che non sarebbe stato giusto multare chi se lo meritava, intendo che a livello di cultura cittadina non sarebbe servito a nulla, ed è quella che è prioritario cambiare.

  • bacillino80 87
    26 feb 2009 alle 15:32

    Ciao Huge, la mia era solo una testimonianza di un disagio occasionale.
    Sono d’accordo con te, e l’ho pure scritto una volta che le multe dovrebbero essere all’ordine del giorno. Dovrebbero fioccare dalle dita dei vigili.
    E questo non avviene!
    E a maggior ragione dovrebbero farsene pure durante eventi e manifestazioni.
    Forse tu non vivi nel mio quartiere e non lo puoi capire, ma per noi è un grosso problema. ogni volta che c’è una partita si blocca la via belgio, il viale strasburgo, via alcide de gasperi e tutte le zone limitrofe a queste vie. Non si trova piu’ un posto, se hai un emergenza a stento riesci a uscire la tua macchina dal posteggio.
    Se molta gente utilizzasse i mezzi pubblici questo caos di clacson e smog non avverrebbe o quanto meno sarebbe piu’ contenuto. E non avverrebbe neanche che l’AMAT decida di cambiare la rotta a un bus e cambiare rompere le balle alla gente che della partita se ne sta sbattendo…
    Ti inviterei a vedere il parcheggio di via belgio e il viale Strasburgo dal mio balcone e poi mi dici cosa ne pensi. E’ uno spettacolo desolante, macchine in quarta fila, macchine che per posteggiare spostano tutto e tutti, e quello che mi da più fastidio sono quelle sui marciapiedi; e a me fa inkazzare da morire che nessuno faccia niente. Scenderei giù da casa con una mazza certe volte.

  • huge 2264
    26 feb 2009 alle 19:03

    @Bacillino80: abito proprio in zona stadio e so perfettamente cosa diventano le strade intorno i giorni delle partite, soprattutto quelle di maggior richiamo come quella di sabato scorso.
    Tornando al discorso vigili, io non dico che non bisogna fare multe quando ci sono le partite, ma solo che non puoi essere assente dalle strade per 364 giorni e il 365° svegliarti improvvisamente e inondare tutti di multe, per tornare l’indomani nell’ombra da cui sei arrivato. In questo modo fai solo incazzare la gente. La gente deve sapere che se si comporta in modo irregolare paga, e per ora purtroppo non è così.
    Se si volesse evitare il caos dei posteggi in zona stadio, più pattuglie dei vigili dovrebbero dedicarsi esclusivamente a questo compito e iniziare a battere a tappeto le strade limitrofe ore prima del fischio d’inizio, di modo che la gente sappia prima che certi comportamenti non saranno tollerati. Non si può invece attendere che tutti posteggino nei modi più assurdi e poi tempestarli di multe.
    E comunque a me fa incazzare molto di più il caos che in viale Strasburgo si crea ogni giorno, per non parlare dei sabati pomeriggio, quando la laterale è un tappeto di macchine in doppia fila o posteggiate anche sopra i cassonetti dell’immondizia e la corsia preferenziale degli autobus sparisce sommersa da una marea d’auto che la usano come posteggio! O il caos che si crea quotidianamente in via Aldisio perché mammine e paparini devono posteggiare tutti davanti il cancello d’ingresso del Meli per prendere i propri figli… ma immagino che queste e tante altre situazioni le conosci già benissimo. Ecco, è in questi casi che mi piacerebbe vedere almeno in vigile fare il proprio dovere. Probabilmente il vigile c’è, solo che sarà anche lui fermo lì in doppia fila ad aspettare che il figlio esca da scuola… ;)

  • Paco 7942
    26 feb 2009 alle 19:25

    Io abitavo proprio nel palazzo accanto allo stadio e conosco bene i problemi che ci sono, io vado allo stadio in moto e problemi non ne ho, ma mi metto dal lato di chi ci va in macchina, gli autobus sono pochi e si riempiono come sardine dentro, oltre a passare con molto ritardo, non c’è un parcheggio, invece di destinare quella zona di terreno agli zingari lo avrei destinato a parcheggio, magari sotterraneo, è sempre britto vedere tolto un pezzo della favorita ma meglio un parcheggio sotterraneo con in superficie verde pubblico piuttosto che zongari e immondizia.

    @gigipirandello, io allo stadio ci vado sempre e comunque e sicuramente è una delle tifoserie più civili della serie A, per non parlare degli inglesi che quando vennero a palermo per una partita di coppa uefa si fecero arrestare per aver distrutto vetrine e aggredito persone pieni di birra. Per l’autobus, non è l’autista che varia il percorso, ma il percorso è chiuso durante tutt le partite, ad un certo punto peggio per le signore che non lo sanno, che poi il percorso dalla statua a piazza alcide de gasperi è illuminatissimo e sicurissimo soprattutto perchè ci sono migliaia di persone a quell’ora che ci camminano in direzione stadio.

  • The.Byfolk 43
    26 feb 2009 alle 19:33

    Io ritengo che anche una sola multa su mille da fare abbia il suo perchè!
    Se il vigile è uno solo non può certo multare tutti da solo. Tuttavia a quelli multati sarà irrogata la sanzione che meritavano comunque.

    Credo che sia profondamente ingiusto dare una multa si e 100 no, ma sarebbe peggio non multare nessuno per non fare disparità.

    Del resto non tutti quelli che rubano, truffano, abusano, uccidono pagano per le loro colpe.

    In ogni caso colpire anche solo qualcuno dovrebbe evere un successivo effetto deterrente verso più persone, visto che poi il trasgressore racconterà a parenti e amici la sua “disavventura”.

  • blackmorpheus 54519
    26 feb 2009 alle 19:37

    Questo è uno scatto di un’ora fa http://img9.imageshack.us/img9/968/foto563.jpg : semaforo all’incrocio tra corso Tukory e via Maqueda. Questi vergognosi incivili avranno ancora vita breve, stiamo lavorando per nuove iniziative mirate alla mortificazione dei trasgressori. E’ ovvio che i cittadini da soli non bastano. Quindi solleciterei il comandante purpura a installare delle telecamere per la rilevazione automatica dei trasgressori. Siamo nel 2009, è assurdo che ancora non si investa sulla tecnologia, specialmente se a corto di risorse umane

  • huge 2264
    26 feb 2009 alle 20:13

    Blackmorpheus, hai perfettamente ragione. Si lamentano sempre di non avere uomini da impiegare per strada. Cosa ci vuole andare in giro con una bella videocamera digitale. Uno guida, l’altro riprende tutte le infrazioni. Ne verrebbe fuori una strage, e senza aver speso una lira in sistemi fissi di videosorveglianza, o simili.
    O per esempio perché non installare delle telecamere fisse sugli autobus puntate sulla strada da percorrrere. Tutte le zone dove non è consentito il transito se non ai mezzi pubblici, avrebbero il manto stradale rosso (come quello delle piste ciclabili). La videocamera riprenderebbe tutto, il filmato a fine giornata verrebbe scaricato e con un apposito software, tutte le auto non autorizzate sulle zone rosse, multate in automatico. Mi sembra un sistema semplice, efficace, estremamente rapido e certamente economico. La videocamera sarebbe una normalissima videocamera digitale. Tutto il lavoro di riconoscimento e individuazione delle auto sarebbe demandato al software, e non si tratta certo di chissà quale programma avveneristico. Probabilmente di roba simile in commercio ne esisterà a bizzeffe.

  • marcozs 361
    26 feb 2009 alle 20:14

    Visto che sono sotto organico, i vigili urbani, durante le partite del Palermo, potrebbero smetterla di stare in massa a bordo campo, dove la loro presenza è inutile (potrebbero benissimo essere rimpiazzati da stewart messi a disposizione dal Palermo), e andare fuori dallo stadio a dirigere il traffico.

  • Lele 6797
    26 feb 2009 alle 20:34

    Gradirei dal comandante Purpura, che la smettesse di utilizzare scuse per rispondere. Abbia il coraggio e l’umiltà di dire che sbagliano pure loro e che sono in difetto per il disinteresse e la superficialità, con cui affrontano i problemi della città. E vero che sono sotto organico, ma mente quando dice che si occupano delle periferie. Io tutto questo esercito nelle periferie nn l’ho vedo…Voi??? Cominci a dare l’esempio, multando i consiglieri che parcheggiano in piazza Pretoria quando vanno a “lavorare”. Poi utilizzi gli ausiliari in modo corretto e che gli agenti abbiano il pugno di ferro contro che nn rispetta le regole. Ma penso che sia difficile, visto che sono i primi loro ad infrangerle!

  • huge 2264
    26 feb 2009 alle 21:00

    @marcosz: la presenza dei vigili a bordo campo è imposta dai regolamenti federali. Sulla carta sono lì per proteggere l’arbitro come tutori dell’ordine, ruolo che gli steward non posso avere. Infatti, se ci fai caso, a fine partita li trovi sempre a fianco della terna arbitrale.

  • marcozs 361
    26 feb 2009 alle 23:18

    Quale regolamento federale?
    Le società (tutte anche quelle che giocano in terza categoria) devono nominare un addetto al servizio d’ordine.
    Dove stà scritto che devono farlo i vigili urbani per forza???

  • huge 2264
    27 feb 2009 alle 0:01

    Le società devono fare richiesta all’autorità competente perché fornisca un adeguato numero di uomini e questo non vale solo fino alla terza categoria, ma anche per il settore giovanile!
    È vero che non devono per forza essere vigili, ma allora chi, gli steward? E quali poteri avrebbero? Non sono autorizzati a compiere alcun tipo d’intervento attivo, prerogativa esclusiva delle forze dell’ordine. Potrebbero essere crabinieri, o poliziotti, ma non certo steward.
    A parte tutti questi discorsi, che cosa vuoi che spostino due o tre vigili?

  • samir 230
    27 feb 2009 alle 0:46

    io abito in periferia nord (7^ circoscrizione)….e non ho mai e ripeto mai!!!….vistò un vigile per strada!!!!

    come fa a dire che non possono concentrare tutto in centro perchè sennò le periferie rimangono scoperte????!!!!…..
    ma magari….!!!..io in periferia non ne vedo…
    cmq…l’intervista è pur sempre un primo passo..e un piccolo successo..


Lascia un Commento