22 feb 2009

Passante Ferroviario: una rampa stradale in zona Oreto?


Succoso reportage fotografico inviatoci da Lele sui lavori in zona Oreto, dove sembra prendere forma una rampa che verosimilmente si ricongiungerà con via Oreto stessa. Ci domandiamo dunque, a cosa possa servire questa struttura, posta a poca distanza tra Brancaccio e Guadagna. Negli scatti anche le fasi di smontaggio di una cisterna ritrovata in loco.

[photoxhibit=65]


brancaccioguadagnaparcheggiopassante ferroviariorampa

Articolo precedente

35 commenti per “Passante Ferroviario: una rampa stradale in zona Oreto?

Comment navigation

  • huge 2148
    24 feb 2009 alle 14:55

    @Antony77: ma perché, devono ampliare anche quello? Sei sicuro o è solo una tua ipotesi? Non avrebbe alcun senso, visto che attualmente già ci passano sei binari!

  • antony977 165954
    24 feb 2009 alle 14:59

    qualche anno fa mi dissero che si doveva apliare, ma di poco il ponte la monte e modificare la linea binari lato Piazza Cupani.Poi se hanno scelto altre soluzioni…

  • antony977 165954
    24 feb 2009 alle 15:08

    Sarà cmq emozionante la demolizione dell’attuale ponte ferroviario in prossimità di Vespri

  • huge 2148
    24 feb 2009 alle 15:17

    Tornando al ponte sull’Oreto alla Guadagna. Avrà una lunghezza di poco superiore ai 60m, per cui si tratta di un’opera piuttosto semplice e i lavori per raddoppiarlo non dovrebbero durare molto.

  • Lele 6797
    24 feb 2009 alle 15:31

    @Huge la fermata sarà dove stanno lavorando attualmente…alla Guadagna nn + per le cisterne…..ndr il ponte stradale attuale rimarrà così, solo sotto allargano la galleria per dar posto ai nuovi binari. la cosa che sconvolge è la velocità con cui lavorano…ogni gg ci sn novità

  • huge 2148
    24 feb 2009 alle 15:56

    Date un’occhiata a questa pagina del metrò di Torino in cui sono spiegate in modo semplice e chiaro tre possibili tecniche per realizzare tunnel sotterranei (talpa oTBM, cut and cover e scavo a foro cieco):
    http://www.metrotorino.it/tecniche.php
    Considerate che i tratti in trincea coperta del passante (per esempio a Vespri) saranno realizzati con la tecnica del “cut and cover”.

  • danilo71 145
    24 feb 2009 alle 17:08

    passante ferroviario e metrò leggera di torino sono stati realizzati dopo un decennio di lavoro costante, con disagi limitati per la popolazione e per il traffico (data anche la minore propensione del torinese a farsi prendere dal panico rispetto al palermitano). Metrò leggera interamente a foro cieco e stazioni rifinite solo a tunnel completato. I due capolinea provvisori erano anche le stazioni in cui venivano inserite le talpe. A primo lotto consegnato, la talpa è stata indirizzata verso il secondo capolinea. il sito è chiarissimo e riporta la tempistica (sei anni di lavori per la consegna del primo stralcio funzionale), quindi se a Palermo si partisse nel 2010, il primo stralcio entrerebbe in funzione nel 2016. Molto più rapida italferr che potrebbe far entrare in funzione qualche stazione, prima del termine dei lavori.

  • huge 2148
    24 feb 2009 alle 21:09

    Sono venuto a conoscenza di novità interessanti sui lavori a Brancaccio.
    Mi hanno detto che quella struttura semidiroccata accanto alla fermata dovrebbe diventare un supermarcato e mi hanno confermato che dietro la fermata sorgerà un posteggio. Mi hanno anche detto che i due sottopassi (quello su via Brancaccio e quello sotto la fermata) saranno a senso unico come si era ipotizzato. Quello sotto la fermata sarà percorso in direzione corso dei mille.

    Altra cosa, lungo la nuova via Pennino stanno finendo di sistemare i futuri tombini. Secondo me a breve l’asfaltano e la aprono, visto che per le palazzine che ci sono lì sarà l’unica via d’accesso non appena inizieranno a lavorare ai binari alle loro spalle, visto che la sede ferroviaria occuperà quasi interamente lo spazio dell’attuale via Pennino.

  • Pingback:Shed
  • Pingback:Nos
  • Pingback:Chop
  • Pingback:Mope

Lascia un Commento

Ultimi commenti