10 feb 2009

Rifiuti: prime denunce a Palermo per abbandono spazzatura ingombrante


Finalmente arrivano le prime sanzioni per chi getta rifiuti di grosso taglio per le strade al posto di contattare l’Amia, che svogle il servizio di smaltimento a domicilio. Una prima esperienza che, speriamo, possa estendersi alle singole abitudini quotidiane di molti palermitani che abbandonano per terra cartacce, sigarette e quant’altro.

Un problema che, sicuramente, non si risolverà nel breve periodo. Però è sempre tardi incominciare a gettare le basi per le generazioni future…

(Adnkronos) – A distanza di poco piu’ di una settimana dalla dichiaraizone  dello stato di emergenza per la raccolta dei rifiuti, scattano a Palermo le prime denunce per il reato di abbandono di rifiuti ingombranti. I Carabinieri hanno identificato e denunciato, nel quartiere Borgo Nuovo due fratelli, di 32 e 36 anni, entrambi pregiudicati, sorpresi mentre scaricavano vecchi elettrodomestici come lavastoviglie e cucine e altro materiale ferroso nei pressi di un passaggio pedonale in via Giuseppe Cammarano.
Un disoccupato di 37 anni e’ stato invece denunciato perche’ depositava armadi e divani in contrada Gorga a Ficarazzi. Sequestrata l’auto da lui usata per il trasporto dei mobili, una Bmw.

carabinieridiscarica palermorifiutisanzioni

19 commenti per “Rifiuti: prime denunce a Palermo per abbandono spazzatura ingombrante
  • gigipirandello 178
    10 feb 2009 alle 8:55

    Un giorno tuo figlio dirà……
    ti ricordi quei luridi individui? che buttavano nell 2008
    la carta dal finestrino? pacchetti di sigarette vuoti?
    fazzolettini appena usati vuoti? gratta e vinci strappati e sfortunati?

    ti ricordi la gentaglia che sporcava le strade rendendo puzzolente….?
    quella che se glielo facevi notare si incazzava pure e rischiavi la rissa?
    quella città semplicemente puzzolente perchè facevano schifo loro nelle loro abitudini?
    ehhhh altri tempi…

    Palermo. -un pendolare sicilia – marte – spazio 2099.

  • blackmorpheus 54519
    10 feb 2009 alle 9:00

    gigi ci sono voluti 30 anni per iniziare i lavori del passante ferroviario e tu sei convinto che nel 2099 ci saranno i pendolari Sicilia-Marte? :D Certo che sei un inguaribile ottimista!

  • Roberto1 517
    10 feb 2009 alle 12:16

    Io direi inciviltà + assenza di servizio di pulizia delle strade + assenza di controlli e multe = città sporca. Per chi sporca, indipendentemente dall’entità del danno (che sia un fazzoletto o un frigorifero cambia poco), io proporrei il confino in Siberia, poichè tale gente non è degna di vivere in comunità.
    Però le leggi per reprimere esistono ma purtroppo nessuno le fa rispettare. Se a ciò aggiungiamo l’assoluta inefficenza dell’AMIA il risultato è Palermo. Purtroppo.

  • gigipirandello 178
    10 feb 2009 alle 13:12

    Mi trovavo in via lazio al semafoto.
    Davanti a me – una signora con una piccola auto blu lancia.
    Luglio 2008 – finestrino aperto – io in scooter –
    Nell’attesa che arrivi il verde – POOM –
    LA SIGNORA SGANCIA UN FAZZOLETTNO -sporco usato – lasciandolo
    cadere come se niente fosse. Io le dico.
    Signora – ” le è caduto un fazzolettino” –
    e LEI MI GUARDA COME A DIRE – embè?
    e poi per i successivi secondi è stata imbarazzatissima perchè aveva
    capito che aveva fatto una cosa da bimba cattiva 50 enne.

    Possiamo fare cosi – basta dire – senti ? ti è caduto quello
    Loro devono avere il coraggio di dire – No
    NON mi è caduto – l ho buttato di proposito.”””!!!!!

  • MAQVEDA 17489
    10 feb 2009 alle 14:34

    Onestamente mi è sempre riuscito difficile capire perchè molti preferiscano affaticarsi a trasportare rifiuti ingombranti sino ad una pseudo discarica piuttosto che alzare una cornetta e chiamare l’amia che almeno in questo è sempre stata efficiente (esperienza personale). Il servizio oltretutto è gratutito no? quindi se non è demenza, cos’é?

  • panormus79 311
    10 feb 2009 alle 15:01

    Non è solo demenza ma spesso è ignoranza, tanta gente non sa nemmeno che il servizio è gratuito fino a 2 “pezzi” ( il resto si paga).
    Magari l’Amia dovrebbe pubblicizzare di più questo servizio attraverso spot pubblicitari o cartelloni.

  • giorgiosky10 19
    10 feb 2009 alle 15:55

    Un mese fa avevo contattato l’Amia perchè dovevamo sbarazzarci di un vecchio scaldabagno ed una lavatrice… con gioia devo dire che non mi hanno fatto aspettare per nulla…sono arrivati quattro giorni dopo. Il paradosso sta nel fatto che, dopo avere messo la sera prima questa roba fuori il mio cancello, durante la notte qualcuno è passato e si è fregato il tutto… gli operatori dell’Amia, non trovando nulla la mattina seguente, se la sono presi con me perchè credevano che li avevo presi in giro…hihihi

  • danilo71 145
    10 feb 2009 alle 15:59

    purtroppo cartonari & co. fanno parte di un’economia sottosviluppata (vedi papireto). E’ più difficile gettare un frigorifero da un ponte che non farlo ritirare dall’amia (o da chi per lei)

  • fabdel 989
    10 feb 2009 alle 19:45

    dal Giornale di Sicilia di qualche giorno fa : sapete come ha risposto uno di questi scarafaggi (non li posso definire persone) al carabiniere dopo che è stato colto sul fatto mentre si liberava di diversi rifuti per strada? ha risposto così “vorrà dire che la prossima volta li butterò nella spiaggia come ho sempre fatto”. seguiva la dichiarazione di sconcerto del carabiniere che evidenziava come dietro una risposta simile non poteva che esserci un abisso di inciviltà e ignoranza.

  • fabdel 989
    10 feb 2009 alle 19:49

    ma perchè solo denunce? non era previsto in carcere? poi leggo che uno è un pregiudicato, se non si applicano gli estremi della pena neppure con il pregiudicato che cavolo di legge è????

  • barracuda 36
    10 feb 2009 alle 20:08

    Spesso anch’io, come gigipirandello, mi capita di vedere la gente che getta via dall’auto di tutto e sono proprio quelli che poi magari dicono: Palermo è una città sporca! Non ci vuole tanto, per il bene di tutti, gettare l’immondizia la sera negli orari consentiti, chiamare l’AMIA per il ritiro dei pezzi ingombranti, anche quelli, che non butti tu io l’ho fatto tante volte di segnalare mobili e altro abbandonati sul marciapiede. Quello che mi fa incavolare è che gli stessi “operatori ecologici” li vedono ma non fanno nulla per farli ritirare dai colleghi addetti.
    Purtroppo a Palermo siamo pieni di gente incivile, ignorante, furba, e anche di tanta brava gente.

  • manu70 79
    11 feb 2009 alle 18:16

    Anche io mi sono sempre chiesto il perchè disfarsi delle cose gettandole in giro per la città anzichè usufruire di un servizio che tra l’altro paghiamo ogni anno ?
    presumo che è gente che non paga la tassa per l’immondizia……. personalmente ho avuto una doppia esperienza per il ritiro di scaldabagni guasti e devo dire che i signori dell’amia sono stati tempestivi.

  • danilo71 145
    11 feb 2009 alle 19:14

    gli incivili ignoranti e furbastri autolesionisti al momento sono in vantaggio, premiati dal sistema con qualche promessa e con un pacco di pasta (appunto perchè ignoranti si svendono per così poco)


Lascia un Commento