03 feb 2009

Comincia l’installazione dei cordoli in corso Tukory


E’ iniziata ieri mattina da parte dell’ Amat l’installazione dei cordoli a protezione delle corsie di emergenza. Si è cominciato dal corso Tukory, alle 11:30 era già stato completato il tratto che va da via Maqueda sino all’ingresso del mercato di Ballarò. Contemporaneamente la polizia municipale ha temporaneamente chiuso al traffico la prima parte di via Perez (la prima traversa a sinistra in corso Tukory, esattamente di fronte il mercato di Ballarò) per permettere le operazioni di smantellamento della struttura in metallo che uno "storico" fruttivendolo, probabilmente abusivo, aveva costruito sul marciapiede occupandolo del tutto.

Cordoli in corso Tukory

Marciapiede liberato dalla struttura abusiva


amatCORDOLIcorsie preferenzialistrade palermo

74 commenti per “Comincia l’installazione dei cordoli in corso Tukory

Comment navigation

  • pippojo26 25
    05 feb 2009 alle 12:01

    Bene ora ci sono i cordoli, il fatto è che nel lato macchine ci vorranno mesi affinchè la gente capisca che non deve parcheggiare dall’unico lato stradale ora disponibile, se notate ora il traffico è proprio in tilt in corso tukory, comunque almeno l’obiettivo di far scorrere gli autobus potrà essere raggiunto!Insomma ci vuole un po di tempo affinchè le cose si assestino!

  • panormus79 311
    05 feb 2009 alle 19:34

    Si è vero che il traffico ora è più lento, ma ricordiamo che l’obiettivo era quello di velocizzare i mezzi pubblici, c’è da sottolineare anche un’altra nota positiva e cioè che ora non sarà più possibile lasciare la macchina in doppia fila perchè la carreggiata è troppo stretta.

  • antony977 165953
    05 feb 2009 alle 20:06

    Incredibile!Nonostante i cordoli, certi sciacalli continuano a posteggiare, stavolta non più all’altezza di Marotta ma poco più avanti davanti una nota polleria!Un vero e proprio imbuto per le auto!
    Stasera c’erano i vigili a farli “scarrellare” :-)
    I cilindri posti sui cordoli sono comunque flessibili: una Bmw (probabilmente aveva un pass?) per infilarsi dentro la corsia a tutti i costi, l’ha preso in pieno.
    Comunque i bus,superato l’incrocio con via Maqueda, viaggiano spediti e senza intoppi!

  • mauriziotto 46
    06 feb 2009 alle 19:46

    Ciao ragazzi abbiamo novità per quanto riguarda la posa in opera dei cordoli? Hanno terminato corso Tukory? Sapete già quale sarà la prossima via?

  • Portacarbone 70662
    06 feb 2009 alle 20:05

    Sui cordoli in corso Tukory oggi è stato fatto un servizio di Tgs che parlava di caos a causa delle doppie file nel lato opposto ai cordoli. Hanno aggiunto che l’intervento dei vigili dovrebbe ristabilire l’ordine.

  • antony977 165953
    06 feb 2009 alle 20:19

    Su corso Tukory sono giunti all’altezza del rivenditore moto.
    Auto in doppia fila “solamente” all’altezza di una nota polleria, e proprio questo stretto imbuto creva una gran fila di macchine.
    I bus viaggiano spediti, anche se all’altezza dell’ingresso del mercato Ballarò, regolarizzerei qualche lapino e spostarlo verso l’interno (il bus era costretto a fare una piccola deviazione).
    Fanno schifo, non hanno rispetto….pure in doppia fila nonostante il cordolo……

  • danilo71 145
    06 feb 2009 alle 23:25

    Quando parlavo d’inciviltà cagnolesca a ballarò qualcuno si è risentito dicendo che in altre città sono più animali, ma in effetti corso Tukory è l’emblema che in questa città il lavoro da fare è tanto…
    Forse la corsia preferenziale è preludio a un collegamento rapido Orleans-Stazione Centrale data la prossima chiusura della linea?

  • marce982 216
    09 feb 2009 alle 19:13

    Salve a tutti, questo è il mio primo commento.
    A malincuore devo dire che purtroppo l’inciviltà non ha confini e oggi, come nei giorno scorsi, corso Tukory è stato un delirio di macchine in doppia fila e altre che percorrevano impunemente la corsia preferenziale…
    Quello che manca probabilmente in questa città è il controllo da parte della polizia municipale, che obiettivamente latita.
    Proliferano invece gli ausiliari del traffico…

  • ciuffo 5
    09 feb 2009 alle 19:46

    é facile prendersela con i vigili, è facile pensare che se ci fossero loro nessuno si rischierebbe di percorrere la preferenzaile ma il vero ed unico problema e che il palermitano medio è una razza da estinguere presto. Andrebbero posizionate delle telecamere nascoste in modo tale da fare delle belle sorprese in cassetta postale.

  • Portacarbone 70662
    09 feb 2009 alle 19:51

    @ Ciuffo:
    gentilmente, senza eccedere in termini offensivi e volgari che nulla hanno a che fare con la questione. Grazie.

  • danilo71 145
    09 feb 2009 alle 19:55

    vai non esageriamo Ciuffo. Il palermitano medio è da educare. Purtroppo per anni non è stata la priorità dei governi locali e centrali. Guarda con piacere che tanta gente s’indigna ancora. Anche in corso Tukory la civiltà farà capolino…

  • Manuel 20
    10 feb 2009 alle 12:04

    forse ciuffo esagera nei termini, ma sicurmante non nei contenuti!

    quante volte vi sarà capitato il soggetto di truno che si ferma in doppi ao tripla fila escalmando”un minuto!!”

    io percorro tutti i giorni corso calatafimi, è scandalosa la situazione dei parcheggi.

    sui i vigili, beh avrei da ridire anche sul loro operato, o meglio sarebbe da chiedersi “ma dove cavolo sono!!!!!!!!!!!!!!!!!!”

  • marce982 216
    11 feb 2009 alle 0:51

    Be’, diciamo che non bisogna esagerare. Io diffido sempre quando si parla di “cittadino medio” e ci si erge a paladini della moralità.
    Io credo piuttosto, e concordo con Danilo71, che sia un problema di educazione da una parte e di controllo dall’altra. Piuttosto ci troviamo di fronte a un problema culturale serio che questo blog e poche altre iniziative di parti minoritarie della società civile palermitana cercano di affrontare.
    Io credo che il miglioramento di questa città passi innanzitutto da un miglioramento culturale e quindi attraverso processi di educazione e di comunicazione organizzati a dovere. In secondo luogo serve un miglioramento del decoro generale della nostra bella città, sul piano architettonico e urbano. Serve bellezza, arte, cultura, ci serve vitalità brio.
    Ci si deve impegnare molto, forse neppure la nostra (mia) generazione (i nuovi trent’enni) godrà di questo impegno, però è giusto che almeno ci proviamo.
    My two cent.


Lascia un Commento