30 gen 2009

Problema casa: 60 alloggi già pronti?


Il problema della casa è un tema attualissimo a Palermo. Di recente abbiamo appreso la volontà di predisporre un piano per nuove case popolari che dovrebbero sorgere in aree cittadine o limitrofe destinate a uso abitativo.

Un nostro utente, Lele, ci ha segnalato circa 60 alloggi incompiuti nei pressi dell’entrata al Parco della Favorita (lato Fiera del Mediterraneo) risalenti agli anni ’80 di proprietà dell’Esercito Italiano.

Prima di procedere a nuove colate di cemento, sarebbe opportuno da parte degli enti competenti, una approfondita cernita del patrimonio abitativo inutilizzato o recuperabile, affinchè si abbia un quadro complessivo più chiaro ed evitare quanto più possibile l’edificazione in aree vergini.

Questi edifici nei pressi della Fiera sono potenzialmente "offerta abitativa" che aspetta solo qualche ritocco a costi ridotti.


alloggi palermocasa palermoparco della favoritaproblema edilizio palermo

Articolo precedente

15 commenti per “Problema casa: 60 alloggi già pronti?
  • Paco 7942
    30 gen 2009 alle 9:23

    si ma queste non sono case popolari e la zona non è proprio popolare, trasformandoli in alloggi popolari le altre abitazioni della zona si svaluterebbero velocemente. Poi essendo al limite del parco hanno una visuale spettacolare, se fossero in vendita avrebbero un valore molto alto.

  • Lele 6797
    30 gen 2009 alle 10:39

    che sono belle è vero, ma il punto è che dovrebbero essere ultimate e darle in gestione al comune o all’ex IACP. Alloggi popolari non vuol dire costruire baracche, altrimenti facciamo lo sbaglio dello ZEN. Quartieri a sé, isolati dal resto della città. Io penso che dobbiamo farci da portavoce per togliere questa incompiuta dalla ns. città. Dopo vent’anni e una forte domanda di case popolari è il minimo che possiamo fare. Di recente o scritto al ministero delle infrastrutture e quello della difesa. Attendo notizie. Inoltre, ho girato tutto anche a striscia la notizia. Speriamo bene…

  • Paco 7942
    30 gen 2009 alle 11:25

    ok che non devi dare alloggi fatiscenti, ma neanche case nelle zone più ambite e care, allora diamogli le ville di mondello…non mi pare giusto, queste case se messe in vendita frutterebbero tantissimi soldi, con l’attuale valore di mercato alcuni milioni di euro (io penso cifre vicine ai 20 milioni di euro anche vendendole sotto costo), magari le vendono ed investono il ricavato in tante opere cittadine tra le quali “anche” alloggi popolari, sicordiamoci che gli alloggi di via ammiraglio rizzo sono costati 24 milioni di euro e sono 204, con la cifra ricavata vendendo questo immobile puori costruire almeno altri 150 alloggi

  • Portacarbone 70787
    30 gen 2009 alle 11:28

    Il tipo di alloggi non è dei più compatibili per case popolari, però è pur vero che se deve essere questo l’uso degli edifici, tanto vale riconvertirli a case popolari o comunque spingere per un riutilizzo immediato.
    Tra l’altro sarebbero ad alto rischio occupazione, se non fosse che la proprietà è dell’esercito e dunque l’area è difficilmente accessibile.

  • Lele 6797
    30 gen 2009 alle 11:29

    scusami paco, ma quelli costruiti i via amm. rizzo, non mi sembra siano in una zona con poco valore di mercato. cmq alla fine o si vendono o si assegnano come case popolari, quello che importa è che si tolga questo scempio….

  • IoGomesio 273
    30 gen 2009 alle 11:49

    ragazzi, a parte il fatto che questi edifici non mi sembrano proprio d’oro e avorio e che -nello specifico- il luogo esatto nel quale si trovano non è di certo il migliore di Palermo (non mi venite a dire che sono pressappoco ACCANTO il Bar Alba, ad esempio, perchè pur essendo nelle vicinanze non è assolutamente vero..), per voi è meglio lasciare alla deriva decine di famiglie i cui membri, spinti dalla disperazione, arriverebbero (e arrivano già, secondo me) a fare gesti e atti sconsiderati pur di riuscire a potersi pagare un affitto? è meglio vedere intere palazzine INTERAMENTE DISABITATE per capriccio o perchè “gli altri appartamenti della zona si svaluterebbero” ? e poi magari salutare ettari interi di agrumeti per far posto a nuovi quartieri-ghetto? sinceramente, anche solo per evitare sprechi, non ci penserei due volte a far fare delle indagini volte al recupero (Eventualmente) di queste palazzine per poi trasformarle SUBITO in case popolari

  • huge 2198
    30 gen 2009 alle 11:58

    Ma qualcuno sa per quale motivo queste palazzine sono rimaste in questo stato?
    Semplicemente l’Esercito s’è accorto, a lavori praticamente ultimati, che non gli servivano più o sono ci sono stati altri problemi che ne hanno impedito l’ultimazione?

  • Paco 7942
    30 gen 2009 alle 12:24

    @ Lele, via Ammiraglio Rizzo non è a 20 metri dal parco della Favorita, solo questo è fondamentale

    @IoGomesio, come detto a Lele, non è il bar Alba ma è il parco della favorita, una delle poche case a palermo che può vantare una vista di solo verde. Il valore di mercato degli immobili limitrofi ha anche una sua grossa importanza, tra l’altro conoscendo i “furbi” palermitani quelli a cui viene assegnata questa casa la riscatterebbero a 2 lire e la rivenderebbero a 4/5 volte tanto e poi si rilamenterebbero di essere senza casa, come è successo in passato.

    Ripeto, che il comune le acquisisca, le metta all’asta o le venda regolarmente e con il ricavato faccia case popolari.

  • Federico II 80
    30 gen 2009 alle 14:17

    Dalle foto non mi sembrano neanche male mali come edifici. Io onestamente non le renderei case popolari, anzì le inserirei subito nel mercato immobiliare della città, dato che i prezzi delle case in città sono altissimi.

  • Lele 6797
    30 gen 2009 alle 15:12

    spero soltanto che in un modo o nell’altro vengono completati e utilizzati. Non dimentichiamoci che sono sempre soldi pubblici…i nostri!

  • davix 6
    30 gen 2009 alle 16:09

    I prospetti non sembrano un granchè, anche se in linea con l’edilizia resideniale in città, ma il punto non è questo, bisogna allontanare l’idea dei quartieri popolari chiusi a se stessi ed emarginati, realizzati con materiali scadenti e senza un minimo di gusto estetico. Non ha senso spendere altri soldi solo perchè dato il segmento di mercato degli immobili questi sono abbastanza appetibili. Poichè il problema piu grave di quartieri popalri è la totale mancanza di servizi e infrastrutture primarie, forse sarebbe meglio recuperare questi palazzi e renderli edilizia popolare evitando un altro scempio chiamato zen. Per non parlare poi delle infinite palazzine completamente abbandonate al centro storico che se recuperate eliminerrebbero sia il problema dell’abbandono del centro storico che la richesta di case…..

  • padrino 4
    31 gen 2009 alle 1:10

    @huge, per quanto ne ho saputo, le palazzine non sono state mai completate per colpa di un contenzioso tra la ditta appaltatrice e l’amministrazione militare. poi sembra che la stessa ditta sia andata pure in fallimento e ne è conseguita la solita trafila burocratica che ha portato i lavori di completamento nel dimenticatoio.

  • luciano 37
    04 feb 2009 alle 17:49

    ce troppo degrado, centro storico,o qualsiasi zone della citta.i palazzi esteticamente,fatiscenti,che non hanno un colore che risalta,quei famosi teli verdi messi sotto i balconi case vecchie, baracche.cioe case veramente abbandonate,potrebbero costruirci palazzine moderne

  • Pingback:Bled

Lascia un Commento