09 gen 2009

Quando 16 chiamate alla Polizia Municipale non bastano…


Riportiamo una segnalazione di un nostro concittadino che denuncia gravi disservizi da parte della Polizia Municipale, non proprio un fulmine di guerra nell’accogliere reclami da parte della gente e attivarsi.

Alla c.a. del preg.mo Comandante del Corpo di Polizia Municipale di Palermo,
dott. Nunzio Purpura

E p.c. al preg.mo signor Sindaco del comune di Palermo

E p.c. al preg.mo signor Vicesindaco del comune di Palermo

E p.c. ai signori Assessori del comune di Palermo che hanno reso
disponibile
il proprio indirizzo di posta elettronica sul sito istituzionale del comune
di
Palermo.

E p.c.  agli organi di informazione

Si fa seguito ai ns. precedenti messaggi di posta elettronica inviati
nelle  date sotto riportate:
- 15 ottobre 2008;
- 20 ottobre 2008;
- 21 ottobre 2008;
- 22 ottobre 2008;
- 23 ottobre 2008;
- 4 novembre 2008;
- 5 novembre 2008;
- 6 novembre 2008;
- 10 novembre 2008;
- 12 novembre 2008;
- 13 novembre 2008;
- 19 novembre 2008;
- 19 novembre 2008;
- 26 novembre 2008;
- 10 dicembre 2008
per fare presente che nonostante tutte le nostre segnalazioni, si attende
ancora l’intervento di codesto Corpo di Polizia Municipale, onde porre fine
all’incresciosa situazione che vede un ambulante venditore di sfincione
utilizzare, pressochè quotidianamente, un megafono a volume altissimo per
reclamizzare la propria mercanzia. Anche nel pomeriggio di giovedì 18
dicembre
2008 dalle ore
15,30 alle ore 16,25 il suddetto ambulante ha imperversato lungo le vie
Salamone Marino, Filiciuzza, Pietro d’Aragona ed Alfonso il Magnanimo, con
grave danno di tutti i cittadini costretti a subire i fastidiosi rumori
provenienti, come detto, dal megafono a volume massimo. E’ risaputo che i
vigenti regolamenti vietano in maniera tassativa l’uso di strumenti
acustici
per
reclamizzare la merce (si veda a tal proposito il Regolamento di Polizia
Urbana del comune di Palermo, ed in particolare gli articoli 101 e 141) . Chi
scrive non può  far altro che rimanere basito
di fronte al prolungato silenzio di codesto Corpo di Polizia Municipale.
V’è
il
rischio che il continuo martellamento acustico a cui i cittadini sono
sottoposti provochi seri danni al sistema nervoso dei soggetti maggiormente
esposti. Si rivolge ancora una volta un accorato appello a codesta Polizia
Municipale ad intervenire.
La presente, che costituisce la 16° richiesta di intervento, ad ogni fine
ed
effetto di legge.

A margine ricordiamo che non è la prima segnalazione in merito a disservizi della Polizia Municipale
http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2008/10/19/le-vostre-segnalazioni/
 

12 commenti per “Quando 16 chiamate alla Polizia Municipale non bastano…
  • Lele 6797
    09 gen 2009 alle 10:22

    è una vergogna. Rimango della stessa idea espressa l’altro gg. in un mio commento a proposito dell’occupazione delle piste ciclabili. Se il comandante non dà ordini precisi e nn gli sta a cuore il bene della città, c’è poco da fare. Quest’ultimo dovrebbe emanare provvedimenti e verificare se i vigili ottemperano i propri obblighi o si vanno a fare la spesa al market con l’auto della polizia municipale. Tanto lo fanno pure gli assessori e tutti…
    Ieri al TRM ho seguito il servizio che riportava un altro giovane morto sulla tangenziale. Il comandante nell’intervista ha detto che installeranno AUTOVELOX FISSI. Il solito modo per fare cassa. Invece l’assessore alla mobilità ha detto che in questi anni nella tangenziale gli standar di sicurezza non sono diminuiti. Io credo che dovrebbe farsi un giro sulla circonvallazione e magari cominciare a pensare che nn è solo l’alta velocità. In alcuni tratti si scivola anche se vai a 50Km/h.

  • The.Byfolk 43
    09 gen 2009 alle 17:28

    Attenzione!! Non è che non vogliano rispondere….

    Il fatto è che nessunio gli ha detto che hanno un indirizzo di posta elettronica da controllare…

    E quando io glie l’ho detto mi hanno risposto che quello veniva letto in segreteria del Sindaco….

  • The.Byfolk 43
    09 gen 2009 alle 17:29

    Ma perchè non mandate qualcuno a parlare con il comandante dei vigili??
    Sono sicuro che non è informato di questo disservizio..

  • Portacarbone 70787
    09 gen 2009 alle 18:01

    @ The Byfolk
    Ilfatto che disconoscano un loro servizio è quantomeno paradossale oltre che allucinante.

    Comunque, in merito a questa tematica, a breve verrà postato l’articolo di continuazione dell’iniziativa di lunedì 12 Gennaio, in cui speriamo di poter contare sulla vostro minimo quanto importante impegno.

    Ricordo il link:

    http://www.mobilitapalermo.org/mobpa/2009/01/05/considerazioni-sugli-interventi-vvuu-nelle-piste-ciclabili/

  • danilo71 145
    09 gen 2009 alle 23:26

    a volte Palermo è una città sorprendente: sono anni che non vedo un vigile urbano (unico caso in Italia).
    Qualcuno può smentirmi?

  • antony977 166062
    10 gen 2009 alle 1:33

    Io personalmente abito in una di queste vie citate nella segnalazione.
    Pur stando fuori casa durante la giornata e rientrando la sera (lavoro).Tuttativa per quei pochi giorni che son stato dentro, non è che mi abbia turbato così tanto lo sfincionaro……forse perchè abito ad un piano alto?
    Cmq è ben altro di cui ci si dovrebbe lamentare in zona….un esempio?Il panettiere abusivo che passa durante la giornata, o l’abusivo dei detersivi.Quello si ke butta urla strazianti al megafono fin dal primo mattino.
    Mi permettero di consigliarle di inviarle per le prossime volte un fax ala PM.
    Cmq stiamo cercando di organizzare un incontro col Dott. Purpura

  • freddie80 1052
    10 gen 2009 alle 9:07

    Grande Antony!
    Se Purpura dovesse concedervi l’incontro sarebbe fantastico stabilire un “ponte fisso” tra noi e lui. Tipo una casella di posta che lui consulta quotidianamente.

  • IoGomesio 273
    10 gen 2009 alle 11:46

    ragazzi, mi sembra eccessivo lamentarsi per un “onesto” lavoratore. come dice antony977 ritengo che chi abiti in quella zona abbia DAVVERO di che lamentarsi, e di certo chiamare i vigili urbani per 3 minuti di passaggio di sfincionaro mi sembra un gesto davvero ipocrita. Sinceramente ritengo molto più fastidiosi i tasci che passano con l’autoradio a tutto volume (e lì fanno veramente tremare i vetri delle case) o addirittura quelli che stazionano anche per decine di minuti, quasi sempre con l’autoradio accesa; all’incrocio fra via Pisacane e via Marinuzzi ad esempio vi è una specie di elettrauto ai limiti del lecito, gestito da un tascio tremendo il quale -a quanto mi è parso di vedere- monta e rende bummiati gli impianti stereo delle auto, e lì davanti OGNI GIORNO si fermano in doppia e terza fila tasci in auto a bloccare il traffico e a incasinare l’aria con le note di Gianni Celeste e compagnia. Nella parallela di via Pisacane a me alle 3 del pomeriggio è stato spaccato un vetro dell’auto, e NESSUNO se n’è accorto, nonostante non avessi posteggiato in un posto infognato ma quasi all’incrocio. Lamentiamoci per queste cose, invece che per un povero cristo che tenta di portare il pane a casa lavorando (perchè sinceramente non credo proprio che -ad esempio- l’abusivo dello sfincione e l’abusivo dei posteggi siano figure da paragonare… ma neanche lontanamente)

  • IoGomesio 273
    12 gen 2009 alle 23:29

    ma come mai a Ballarò, al Capò e ai mercatini rionali varile abbanniate affascinano turisti e vengono percepite anche dai più ignoranti come parte della nostra cultura mentre 1 minuto di lapino che passa al giorno viene vissuto come un fastidio tale da chiamare i vigili? forse non lo sapete, voi che vi preoccupate solo se nel palazzo della feltrinelli metteranno Versace o Armani, ma l’abbanniata è un elemento STUDIATO dai professori e dai ricercatori di tutto il mondo universitario, si sono pubblicati libri sull’argomento, e devo dire a ragione.

  • Pingback:Sochi
  • Pingback:Sick

Lascia un Commento