23 dic 2008

Quinto canto – Dicembre 2008


Piazza Einstein. Nel 2003 il comune di Palermo inaugurò in pompa magna il nuovo sovrappasso su viale Regione Siciliana, quello di via Leonardo da Vinci, alias piazza Einstein. Amministrazione comunale euforica per la nuova grande opera che avrebbe risolto molti dei problemi di traffico su viale Regione Siciliana e su via Leonardo da Vinci. In realtà sin da subito si intuirono i limiti di tale struttura che imponeva dei semafori su via Leonardo da Vinci che, essendo uno dei principali assi di attraversamento perpendicolare cittadino (asse mare-monte) si sarebbe quasi sicuramente congestionata. Questo prontamente avvenne, a fronte di un netto miglioramento della circolazione sulla circonvallazione si ebbe un netto peggioramento su questa via. La soluzione che venne scelta dal comune non fu quella di rivedre il progetto dell’incrocio bensì di chiudere definitivamente la rotatoria allungando la curvatura del traffico, creando allo stesso tempo una pseudo rotatoria con angoli acuti e strade più strette. Va da se che la soluzione è stata tanto pessima quanto il problema generante, il traffico non è migliorato e quando mancano i vigili nelle ore di punta le code arrivano a chilometri di distanza e durano anche alcune ore. Al momento il comune non ha previsto soluzioni alternative, speriamo solo che nell’ambito della rivoluzione che colpirà la piazza per il passaggio dei tram si preveda anche una risoluzione definitiva del problema.

 

 

15 commenti per “Quinto canto – Dicembre 2008
  • dado25 68
    23 dic 2008 alle 12:28

    Vivo nella parte alta di via L. Da vinci e conosco benissimo questo problema, ed è vero che anche con il nuovo sottopasso questa via resta sempre bloccata (solo con la bici evito il problema).
    Ormai la rotatoria è così (fatta male) e ce la dobbiamo tenere, ma almeno potrebbero riaprire quel pezzo di curva per permettere alle auto di effettuare la svolta a sinistra sulla rotatoria, scaricando così un pò di traffico su quella assurda curva a gomito.

    Ci vogliamo mettere anche le decine di auto che soprattutto il weekend fanno la fila per entrare nel Take-away di un noto fastfood, ed ecco che la curva a gomito si blocca per sempre.

    ma chi ha avuto questa bella idea ha mai visto con i suoi occhi che gran cas…. ha causato!?!?!

  • IoGomesio 273
    23 dic 2008 alle 13:27

    ogni volta che ci passo (e succede spesso) mi chiedo sempre PERCHè. e non mi sono mai saputo dare una risposta.
    ma la cosa più assurda è: come hanno fatto ad accorgersi dell’inefficienza del lavoro soltanto alla fine? nessun genio plurilaureato aveva supposto la cosa?

  • Paco 7942
    23 dic 2008 alle 15:18

    Sapete qual’è il rpoblema secondo me? Si è fatto un progetto per lo smaltimento di 2 flussi di traffico mentre in raltà i flussi sono 3 (via Leonardo da vinci, viale Regione corsie centrali, viale Regione corsie laterlai).

    Quando ci sono tali flussi di traffico e lo spazio è poco si deve pensare a differenziare i flussi ponendone uno per ogni livello collegandoli tramite rampe, in pratica avrebbero dovuto fare un sottopasso per le corsie centrali, livello stradale per quelle laterali e un sovrapasso per via l. da vinci.

    Sicuramente sarebbe stato un progetto meno economico e di più lunga attuazione ma si sarebbe risolto il problema una volta per tutte. Così si è solo risolto il problema per le corsie centrali di viale regione, peccato, un’occasione persa.

  • alex72 122
    23 dic 2008 alle 16:02

    Purtroppo l’ingorgo che si viene a creare, non è tanto causato dalle auto provenienti dalla corsia laterale di V.le Regione, ma piuttosto dalle auto che provengono dal lato monte di Via Leonardo da Vinci e che sono dirette verso il centro città (Via Notarbartolo, Via Libertà,…), e anche da quelle che dal centro sono dirette verso monte (Uditore, Borgo Nuovo, Passo di Rigano,…). Pertanto, secondo me, per evitare di creare il caos che si forma soprattutto nelle ore di punta, bisognerebbe non fare scontrare le due direttrici di traffico cercando di rendere totalmente indipendenti i due flussi veicolari. Tutto questo si può ovviamente fare realizzando nuove arterie stradali alternative e soprattutto rivedere e ottimizzare i vari sensi di percorrenza.

  • Paco 7942
    23 dic 2008 alle 16:07

    alex72, le corsie laterali di viale regione sono il punto di arrivo di quelle sulla direttrice mar-monte, quindi sono questi i due flussi da deviare

  • alex72 122
    23 dic 2008 alle 22:20

    Mi rendo conto che migliorare la circolazione stradale in questa zona del V.le Regione non è del tutto semplice. L’amministrazione comunale purtroppo ogni tanto decide di intervenire con delle soluzioni provvisorie e palliative, mentre si dovrebbe andare in fondo al problema con la realizzazione di infrastrutture idonee o comunque con delle soluzioni anche tecniche che possano facilitare la circolazione dei veicoli. Eppoi una buona disciplina nella guida e il rispetto delle precedenze e della segnaletica, sarebbe un buon punto di partenza…

  • Paco 7942
    24 dic 2008 alle 10:15

    Sicuramente la colpa è anche degli automobilisti indisciplinati, certo però se il comune non avesse progettato al risparmio… :(

  • 0disse0 2
    26 gen 2009 alle 21:45

    Venendo a lavorare a Palermo ho avuto il privilegio riservato a pochi eletti di vedere “nascere” la famosa “rotonda del Motel Agip”. È stato come essere catapultato nel passato ed assistere alla costruzione delle piramidi.

    Una rotonda è una strada circolare (ma non sempre, come dimostrano gli avveniristici progetti di “rotonde” palermitane) con diverse entrate e uscite.

    Funziona in questo modo: un’auto entra nella rotatoria, circola in senso antiorario fino a che è necessario e poi esce.

    Per esempio, in una rotatoria a cinque l’auto che entra dalla strada 1 deve superare un’entrata (facciamo strada 2) per uscire dalla strada 3.

    Quindi per uscire dalla strada 5, l’auto deve superare tre entrate (le strade 2, 3 e 4).

    Il vantaggio della rotatoria rispetto al semaforo è che con un traffico leggero le auto non vengono rallentate.

    Lo svantaggio è che tendono ad esserci più incidenti. Il numero che esprime questo rischio si chiama “numero di pericolo”. Il numero di pericolo di un’auto in una singola rotatoria è il numero di confluenze che deve superare sia per entrare che per uscire da quella rotatoria.

    Accolgo con stupore e al contempo con entusiasmo la nascita del blog http://www.mobilitapalermo.org. Con stupore perché una città morta come Palermo non mi aspettavo riservasse ancora residui di civiltà e vitalità… con entusiasmo, perché mi sento come un astronauta della NASA mandato su Plutone che scopre vita extra terrestre.

    Purtroppo continueremo a rischiare la vita alla rotonda del motel agip e non solo li’… perché i giornalisti locali sono troppo impegnati a parlare di calcio e non “disturbare” i politici incapaci e non ci rimane che affidarci all’iniziativa lodevole di blog come questo sulla mobilità a Palermo, o all’intepido bassotto della Petix.

  • danilo71 145
    26 gen 2009 alle 23:03

    anche me stupisce positivamente il sito mobilitapalermo.org. si risolve il problema via Leonardo da Vinci con i tram. Vediamo quando correndo in corsia protetta supereranno quel meraviglioso schifo che da 40 anni ammorba l’aria. un migliaio di veicoli in meno ogni ora e la situazione tenderà a migliorare.

  • diesse78 123
    02 feb 2009 alle 13:50

    ciao vorrei segnalare ed avere notizie in merito.
    stamane i tecnici dell’ amg lavoravano su tutti i semafori della rotatoria di piazza Eistein ( per intenderci quelli che segnano sempre l ‘arancione)
    Non avranno mica in mente di riaccenderli????

  • Antonio 24
    03 feb 2009 alle 18:13

    Ciao, sono un nuovo iscritto alla comunità. Devo immediatamente fare i complimenti al sito ai sui contenuti e alla funzione sociale educativa che trasmette. Palermo aveva proprio bisogno di questo. Mi sorprende molto positivamente trovare tanti palermitani stanchi di come viene amministrata la nostra città maltrattata da tutti gli amministratori. Auguri e complimenti!

  • blackmorpheus 54519
    03 feb 2009 alle 18:22

    Ciao Antonio. Grazie per i complimenti e benvenuto nel sito! ;) Ovviamente sappi che Mobilita Palermo non è un club elitario, tutti possono partecipare, anzi DEVONO. Quindi accettiamo ogni tipo di aiuto che si possa dare, che siano articoli, iniziative, denunce, foto, video, ecc…

  • diesse78 123
    06 feb 2009 alle 17:15

    ciao ragazzi
    da qualche giorno in piazza einsten hanno riattivato i semafori nel lato monte della rotatoria, e devo dire ke le cose sembrano un po’ migliorate

  • Paco 7942
    06 feb 2009 alle 17:53

    speriamo non riattivino quello lato mare che trasformerebbe tutto in un tappo incredibile


Lascia un Commento