19 dic 2008

Dal 19 al 24 Dicembre sospese le targhe alterne a Palermo


Dal 19 dicembre, alla vigilia di Natale, 24 dicembre, stop al provvedimento di circolazione a targhe alterne. Il sindaco Diego Cammarata ha firmato l’ordinanza che sancisce la sospensione per quattro giorni, considerato che il sabato e la domenica comunque è possibile circolare. Dal 29 dicembre si riprenderà regolarmente con la circolazione a targhe alterne così come fatto finora, esclusi sabato, domenica e festivi (fonte: Comune Palermo)


Pro memoria. Il 24 novembre scorso ha preso il via il provvedimento di limitazione della circolazione veicolare necessario per tutelare la qualità dell’aria e la salute dei cittadini e che prevede la circolazione con targhe alterne dal lunedì al venerdì in alcune vie della città. L’ordinanza prevede che nei giorni dispari del calendario possano circolare veicoli con ultimo numero di targa dispari e negli altri quelli con ultimo numero di targa pari.
La zona interessata al provvedimento è quella compresa tra: piazza Giulio Cesare, corso Tukory, piazza San Francesco Saverio, via Forlanini, via Cadorna, prosecuzione della via Albergheria in adiacenza all’ingresso principale dell’ospedale Di Cristina, piazza Porta Montalto, via dei Benedettini, corso Re Ruggero, piazza Indipendenza, corso Calatafimi, corso Vittorio Emanuele, via Matteo Bonello, via Papireto, corso Finocchiaro Aprile, piazza Sacro Cuore, piazza Principe di Camporeale, via Serradifalco, piazza Ottavio Ziino, piazza Malaspina, via Principe di Palagonia, piazza Armstrong, via Liszt, via Zappalà, viale Lazio, via Restivo, via De Gasperi, piazza Giovanni Paolo II, via Cassarà, viale del Fante, piazza Leoni, piazza Don Bosco, via Sampolo, piazza Caponnetto (limitatamente al ramo che unisce via Scampolo al Piano dell’Ucciardone), via Piano dell’Ucciardone, via Crispi, via Cala, Foro Umberto I, via Lincoln, piazza Giulio Cesare. Il perimetro dell’area in cui sono in vigore le limitazioni è percorribile. 
La circolazione è sempre permessa ad autoveicoli alimentati a metano o a gpl (in regola con il controllo dei gas di scarico), ibridi o elettrici.

5 commenti per “Dal 19 al 24 Dicembre sospese le targhe alterne a Palermo
  • antony977 165955
    19 dic 2008 alle 1:58

    Il classico contentino ai commercianti.Ma la roba gli sta rimanendo sugli scaffali.Che senso ha comprare adesso se fra 15gg circa cominciano i saldi??

  • alex72 122
    19 dic 2008 alle 10:42

    Sicuramente si tratta di un provvedimento che facilita i tanti cittadini che vogliono andare in centro in questi giorni prima di Natale. Tuttavia credo che in questo modo il traffico in città aumenterà notevolmente, come ogni anno d’altronde…

  • Portacarbone 70683
    19 dic 2008 alle 11:47

    Questi passi indietro dell’amministrazione non fanno che dimostrare ancora una volta come la cosa più importante sia tenersi care quelle “cerchie” di persone che risultano importanti a fini elettorali.
    Con questo provvedimento si è creato dunque il precedente, cosicchè le prossime volte sarà sicuramente richiesto uno strappo alla regola quando qualcosa non sarà di convenienza per qualcuno.

    Mantenere le targhe alterne adesso era anche un modo per testare la risposta dei cittadini sulla volontà di lasciare il mezzo privato a casa e inoltre si ribadiva la fermezza del provvedimento, visto che molti palermitani sono dell’avviso che “vabbeh…tanto ste targhe alterne dureranno da Natale a S.Stefano”.

  • marcozs 361
    19 dic 2008 alle 18:27

    Bisognava essere forti e non cedere alle pressioni dei commercianti.
    Il centro storico và pedonalizzato, bisogna creare piste ciclabili.
    Andate a chiedere ad un commerciante di Cracovia se per le sue vendite è meglio un centro storico completamente chiuso al traffico dove al massimo circolano biciclette ed in qualche arteria principale i tram o un centro pieno di macchine, ingolfatissimo e imouzzato dal fetore dei tubi di scarico.
    Il problema è che molti commercianti un centro storico senza auto (tipo Ferrara) non l’hanno mai visto!


Lascia un Commento