10 set 2008

Ancora gli arabi, ancora voci, mettiamo ordine


Gli arabi desiderano investire su Palermo, se ne parla da mesi, ogni tanto esce fuori un nuovo articolo che parla di futuri progetti degli arabi a Palermo. Con l’arrivo del sultano dell’Oman nella nostra città addirittura si è prosepttato una concorrenza tra investitori arabi. Anche in questi giorni sono comparsi su quotidiani nazionali gli interessi di questi gruppi verso

il bel paese in particolare verso la Sicilia. Cerchiamo di dare un’ordine a tutto, partiamo dal sultano dell’Oman, nei giorni trascorsi qui si sono fatte decine e decine di congetture sul perchè della sua presenza, si faceva particolare enfasi ai discorsi che riguardavano il porto che sarebbe diventato privato sotto la sua guida, in realtà da recenti articoli sembra che il suo gruppo imprenditoriale non sia interessato alla nostra città bensì a creare un polo turistico sulla costa Sud dell’isola, nell’agrigentino. Restano quindi soltanto gli arabi originali, i primi che si proposero per Palermo, il gruppo è quello della Limitless, lo stesso che sta costruendo in patria (Dubai) il complesso di isole artificiali più grande al mondo, le Palm Islands per una spesa complessiva di circa 100 miliardi di dollari. Il loro interesse per Palermo è ben più modesto, si parla di pochi "spiccioli", circa 2 miliardi di euro da investire sul centro storico e sul recupero della costa Sud (Via Messina Marine. Romagnolo, Acqua dei Corsari). Per questo investimento sarebbero pronti anche dei finaziatori italiani (si parla di alcuni gruppi bancari) pronti a rischiare di tasca propria su questo investimento che evidentemente reputano molto sicuro. In questo ambito il comune di Palermo, in accordo con le banche e con la Limitless, sta creando una bando di gara per rendere tutto ufficiale. E’ chiaro che, se questo immenso investimento andasse in porto, Palermo ne beneficerebbe tantissimo, oltre a questi soldi si creerebbe anche un giro economico collaterale (indotto) di vaste proporzioni e naturalmente si creerebbero nuovi posti di lavoro. A questo punto non possiamo che augurarci che il loro progetto vada in porto, anche se i primi dissidenti, immotivati, si sono fatti già sentire.


arabi opalermolimitless palermooman palermosultano palermo

6 commenti per “Ancora gli arabi, ancora voci, mettiamo ordine
  • piero82 503
    10 set 2008 alle 19:27

    SPERIAMO BENE,ANCHE PERCHE SAPPIAMO TUTTI LE GROSSE POSSIBILITà ECONOMICHE DEGLI ARABI,MAGARI COMINCIANDO CON QUESTI INTERVENTI..IN FUTURO POTREBBERO SEMPRE PIù INVESTIRE NELLA NOSTRA CITTà!
    SE PENSO CHE A LONDRA SONO RIUSCITI A COSTRUIRE UNO DEGI STADI DI CALCIO TRA I PIU GRANDI E PIU BELLI DEL MONDO IN UN’ANNO E MEZZO E REGALARLO ALL’ARSENAL..SOLTANTO PER FARSI SPONSORIZZARE(CHIAMANDO LO STADIO EMIRATES STADIUM),DA QUESTO SI CAPISCE CHE è DA STUPIDI NON APPROFITTARE DI QUESTA ATTENZIONE DEGLI ARABI PER PALERMO

  • panormus79 311
    10 set 2008 alle 23:40

    Spero che realmente questi investitori stranieri arrivino così sarebbero tanti i vantaggi di cui potremmo godere: più lavoro, maggiori e migliori infrastrutture, più turismo, più ricchezza e soprattutto Lombardo che muore d’invidia :-)

  • piero82 503
    11 set 2008 alle 0:02

    AHAHA SI EFFETTIVAMENTE QUESTA NON L’AVEVO MESSO IN CONSIDERAZIONE,IL CATANESE CHE MUORE DI INVIDIA

  • dnapanormita 62
    13 set 2008 alle 16:44

    ..E Qualcuno Che Continua a Crederci. Nuovi Investimenti di ABItalia nel Turismo in Sicilia

    Il gruppo Bulgarella attraverso l’Abitalia ha pianificato la prossima strategia di espansione principalmente in Sicilia. 6 hotel a 4 stelle a breve da queste parti.
    Un altra impresa turistica che crede fortemente nelle potenzialità in via di sviluppo della Sicilia.
    MF spiega, a proposito, come il gruppo abbia intenzione di investire 300 milioni di euro nei prossimi tre anni orientandosi principalmente al lusso e alla convegnistica.
    Guardando nel sito dell’Abitalia tra le numerose prossime aperture figura anche un hotel Accademia Palace a Palermo..

  • IoGomesio 273
    14 set 2008 alle 1:30

    Sarebbe una gran cosa, ed effettivamente è l’ultima speranza per la città prima di decadere inesorabilmente verso lo sterco vero e proprio..
    secondo me Lombardo alla fine cerca di mettere mano a questi soldi e i sauditi ci vengono giustamente a buttare le bombe


Lascia un Commento