04 ago 2008

Il “nuovo” porto – II. La Cala


La seconda marcoarea di intervento trattata dal Piano Regolatore Portuale di Palermo è la Cala, anche su questo fronte le modifiche sono e saranno moltissime e tutte rilevanti, molti cantieri in quest’area sono già partiti, ma altri partiranno a breve. Per quanto riguarda l’area più esterna è previsto il completamento della pista ciclabile costiera, collegando i due tronconi, rimasti monchi, del Foro Italico e di via Crispi.

Sul fronte Nord si sta già ampiamente lavorando sul Castello a Mare, sono stati abbattuti dei vecchi edifici ma presto si avvieranno le procedure per l’abbattimento del mercato ittico che verrà spostato in un’altra locazione, mentre il grosso palazzo su via Crispi che limita la vista del castello rimarrà al suo posto.

Sul fronte Sud una rivoluzione per il clubbino del mare che verrà valorizzato eliminando vecchie strutture e recinzioni e aperto al pubblico, sarà presente anche un ristorante/caffetteria. Infine per quanti riguarda il bacino vero e proprio sono già stati tolti tutti i 19 relitti che affioravano in parte, è stato effettuato un primo dragaggio che sicuramente sarà seguito da un’ulteriore, infine sarà creato un nuovo pontile a Nord ed accorciato quello a Sud, in questo modo la Cala risulterà più distaccata dal resto del porto.

Sempre importante anche se non collegati al Piano Regolatore Portuale sono stati i lavori per il rifacimento degli impianti fognari che hanno interessato la via Crispi negli ultimi mesi, infatti grazie a questi lavori sono stati eliminati i scarichi fognari, più o meno abusivi, che si riversavano nel bacino creando un’aria malsana. 


cala palermopiano regolatore portuale palermoporto palermoprp palermo

2 commenti per “Il “nuovo” porto – II. La Cala

Lascia un Commento