24 lug 2008

Anello ferroviario: in attesa di scegliere una ditta


Definire al piu’ presto la procedura d’appalto per l’anello  ferroviario, sulla quale, dopo il ricorso presentato da una delle ditte in gara, i Giudici amministrativi si sono pronunciati annullando l’aggiudicazione provvisoria avvenuta un anno fa. E’ la richiesta avanzata ai responsabili di Italferr spa, la stazione appaltante dell’opera, da parte dell’assessore comunale alle Infrastrutture di Palermo, Lorenzo Ceraulo, con una nota nella quale si sollecita l’individuazione della linea da seguire dopo gli esiti del contenzioso, conclusosi il 29 maggio scorso con una sentenza del Tar Lazio.
L’appalto per l’anello ferroviario era stato aggiudicato da Italferr alla ditta catanese Tecnis spa nel giugno 2007. Successivamente, la Salini Locatelli srl, capofila di un’associazione temporanea d’imprese risultata non vincitrice, aveva impugnato l’esito della gara dinanzi al Tar Lazio. Dopo la sospensione cautelare della procedura, inizialmente negata dal Tar ma poi concessa dal Consiglio di Stato, la decisione nel merito, adottata dal Tar il 29 maggio, ha dato ragione alla ditta ricorrente, col conseguente annullamento dell’aggiudicazione della gara.
”Considerata l’importanza strategica che l’opera riveste nel piano per potenziare il sistema di mobilita’ a Palermo – scrive l’assessore Ceraulo nella lettera – occorre adesso che Italferr chiarisca il proprio intendimento e che valuti la possibilita’ di assegnare l’appalto all’impresa utilmente collocata in graduatoria, in modo da non ritardare ulteriormente l’inizio dei lavori”


anello ferroviarioappalto operedittaricorso tartartecnis

26 commenti per “Anello ferroviario: in attesa di scegliere una ditta

Comment navigation

  • Federico II 80
    15 giu 2009 alle 11:02

    Mah..! Per me una linea che in pochi minuti ti porta nella zona della città con più uffici, più abitanti, più attività commerciali non è inutile.

  • david.majorca 0
    15 giu 2009 alle 12:27

    ciko…dubiti cosa? Ma stai scherzando? Per certi versi quest’opera, di cui purtroppo non partono ancora i cantieri, è strategicamente più importante del raddoppio del passante. Finalmente si potrà arrivare in centro con un mezzo diverso da autobus sovraffollati o auto imbottigliate….non so se mi spiego…

  • ciko 85
    15 giu 2009 alle 16:54

    Cari David e Federico, il fatto che si possa arrivare in centro con un mezzo diverso per me è una cosa molto importante. I miei dubbi riguardano il percorso della linea b al suo completamento. Sono perfettamente d’accordo nel potenziare questa linea, ma a mio avviso sarebbe stato meglio allungarla in maniera diversa. Sono favorevolissimo alle fermate in Via Liberta-Lazio, Porto, e Politeama, ma invece di tornare a Notarbartolo non sarebbe meglio proseguire fino alla Stazione Centrale? Tutto qua;)

  • antony977 165953
    15 giu 2009 alle 21:46

    …. e dire che avevano bocciato la metrò-ferrovia che doveva percorrere in superficie via Roma.
    Teniamo alta la guardia dall’ignoranza e da chi vuol tutelare il proprio orticello

  • Amo_Palermo 161
    06 ott 2009 alle 11:55

    Ciao a tutti.
    Voci di corridoio dal mondo delle ferrovie dicono che oggi verrà effettuata la consegna dei lavori alla ditta che, dopo corsi e ricorsi al TAR, si è aggiudicata l’appalto.
    Questo può voler dire che, trascorso qualche mese per redigere il progetto esecutivo, è molto probabilr che con l’anno nuovo inizino i lavori per prolungare la linea “B” fino al politeama!!!

  • Pingback:Hop

Lascia un Commento