19 apr 2008

Corsie preferenziali………per gli indisciplinati


E’ all’occhio di tutti che ormai a Palermo, le fantomatiche corsie preferenziali che dovrebbero servire ad agevolare il transito dei mezzi pubblici, SONO UNA FARSA.

Qualche spruzzata di vernice, e voilà ecco che ti realizzo la corsia. Con tanto di cassonetto n.u. che ti ostruisce il passaggio.

Già, proprio così…..si realizzano le corsie preferenziali senza prima realizzare dei rientri nei marciapiedi per ospitare i cassonetti.

Rispettarle? Macchè, non se ne parla nemmeno.

Verifichiamo insieme: Corso Tukory, Corso Alberto Amedeo, via Marchese di Villabianca, Viale Strasburgo, via Roma, Via Papireto.

Questi sono importanti assi viari dove sono presenti corsie preferenziali. Solo sulla carta, perchè in pratica rappresentano  delle aree di sosta in piena regola.

La scarso controllo (o sporadico) di vigili  le rendono completamente inefficaci da parte dei mezzi dell’Amat.

Unica soluzione possono essere i cordoli…ma nel frattempo? Mancano ancora pochi giorni all’avvio della ZTL. I mezzi Amat dovranno circolare a dovere, ancor più di prima.

Ma in queste condizioni??


amat palermocorsie preferenzialimezzi amatoccupazione corsie preferenzialiproblemi autobusSiti PALERMO

Articolo precedente

10 commenti per “Corsie preferenziali………per gli indisciplinati
  • Davide 121
    19 apr 2008 alle 13:55

    Perchè a Palermo esistono i Vigili???? ma lo sapete che i vigili effettuano la settimana corta e che nelle giornate di sabato e domenica ci sono al massimo due pattuglie in tutta la città, compresa quella che fa i rilievi per gli incidenti stradali??? E’ veramente uno schifo!!!!

  • Andrea Array 0
    19 apr 2008 alle 17:24

    tra l’altro uno dei motivi dei ritardi AMAT è proprio l’utilizzo delle corsie preferenziali da parte di chiunque (possessori di pass disabili, auto blu, e infiltrati).. regolamentare un po’ i permessi no eh?!

  • Neil Array 0
    20 apr 2008 alle 10:41

    Bisogna essere più severi verso gli incivili! Io al posto dei cordoli metterei delle vere e proprie ringhiere, come in Inghilterra e aggiungerei delle telecamere così al trasgressore gli si può fare arrivare la multa direttamente a casa.
    Ogni giorno rischio di farmi prrendere a legnate perchè io rispetto quelle corsie. Per me quella banda, molte volte inesistente, è un muro, ideale. Molti approfittano della inefficienza dei nostri finti VV.UU. che invece di fare rispettare le norme stradali pensano ad aggredirti e farti la multa, quando ci sono e quando la fanno. Io sono un bioarchitetto e vi assicuro che con queste barriere, progettate bene non si deturpa la città, anzi, come a Londra, si abbellisce e diventa un arredo urbano gradevole. In Germania, nelle corsie preferenziali ci sono dei sensori che riconoscono i mezzi pubblici dalle normali auto dei cittadini e non appena uno rischia di invadere la corsia resta bloccato da piloni che si alzano fino ad una certa altezza e rimani lì ad aspettare l’agente che ti sequestra il mezzo. E’ una cosa terrificante, ma per certi scaltri e maleducati cittadini ci vorrebbero per fargli togliere il vizio di fregare gli altri. La prima ipotesi è percorribile ma l’amministrazione deve diventare anch’essa civile perchè mi sembra che non gliene freghi niente dei cittadini, vuole solo i soldi e poi non da servizi.

  • Andrea Marc Array 0
    21 apr 2008 alle 10:23

    Basterebbe che i vigili facessero le multe a tutti i trasgressori, senza preferenze per i casi più comodi. Ma a loro chi glie lo fa fare di scendere dall’auto per multare quello che gli sta davanti o dietro, mentre stanno tornando in centrale per poi andare a casa?
    Lo stesso vale per le altre forze: ci vorrebbe più senso del dovere anche da parte dele forze armate che hanno la possibilità di multare gli indisciplinati. Perchè anche queste vengono danneggiate da chi occupa abusivamente la corsia preferenziale. Basterebbe veramente poco a multare al volo chi viene “incocciato” da una di queste pattuglie. Invece tutti se ne infischiano.
    Altra cosa è quella delle auto in doppia fila, che è giusto multare, ma soltanto dopo aver multato chi parcheggia sul marciapiede, sugli angoli, sugli scivoli, sui posti per disabili, e sui passi carrabili. Ma siccome le auto in doppia fila comportano meno fatica nella ricerca dell’infazione, disabili, pedoni, e titolari paganti di passi carrabili devono prima denunciare e poi aspettare…

  • fmik Array 0
    26 apr 2008 alle 13:57

    Non possiamo fare distinzioni tra le multe, la doppia fila va punita come l’ostruzione di un passo carrabile. Tornando in topic per le corsie preferenziali munirei alcuni autobus di webcam in modo da poter utilizzare il filmato per multare tutti quelli che ostruiscono la marcia del mezzo pubblico. La webcam suddetta è meglio poi che non sia manovrabile dall’autista….

  • wasaby Array 0
    28 apr 2008 alle 17:32

    Una volta sono stato al comando dei vigili, di mattina, con un amico, sono entrato in un enorme stanzone, adibito ad ufficio open space, dove ad occhio e croce c’erano 200 persone, poi sui 5 piani del palazzo (credo siano 5) per ogni stanza ho contato dalle 4 5 pesone inpiegate negli uffici. Ovviamente non li ho potuti girare tutti. C’è chi dice che i vigili hanno la settimanan corta, c’è chi dice che i vigili sono sotto organico, ma qd ogghio e croce in quel palazzo c’erano 400 pesone. i vigili sono quanti 1000-1400? Consideriamo che i turni, i riposi, le persone in ferie ed in malattia, ma quanti vigili stanno per strada? Sarò qualunquista, populista, giudicate voi, ma secondo me questo è un finto corpo di polizia, secondo me. Disponibile al contraddittorio.

  • Pingback:Res
  • Pingback:Cus
  • Pingback:Public

Lascia un Commento